Festival di Sanremo 2022: anticipazioni, conduttori, cantanti e date

Festival di Sanremo 2022, anticipazioni su cantanti, conduttori, ospiti e date. Quando inizia? Chi c’è in gara? Tutte le informazioni.

Il Festival di Sanremo 2022, settantaduesima edizione del festival della canzone italiana, è l’evento televisivo, musicale e di costume più importante dell’anno che appassiona il pubblico già mesi prima con il toto cantanti e il toto conduttori. Cerchiamo di fare il punto della situazione e di rispondere alle domande più frequenti, tipo: quando va in onda? Chi lo conduce? Quali cantanti partecipano? Come posso acquistare il biglietto? Che novità sono previste? Andiamo con ordine.

Sanremo 2022: quando inizia? Le date

Le date del Festival 2022 sono state comunicate il 22 giugno durante la presentazione dei palinsesti RAI. La settantaduesima edizione si terrà nel comune ligure da martedì 1 a sabato 5 febbraio 2022. La cornice sarà nuovamente quella del Teatro Ariston.

Chi conduce il Festival di Sanremo 2022? Amadeus

Festival di Sanremo conduttore Amadeus - Fiorello
Festival di Sanremo i conduttori Amadeus – Fiorello

Complice il rinnovo della dirigenza della RAI, al momento il conduttore non è stato ancora scelto. Il nome più gettonato è quello di Amadeus per almeno tre motivi: i primi due Festival che ha presentato hanno ringiovanito la kermesse musicale, portando sul palco tante artisti provenienti dal panorama indie italiano; le ultime due edizioni hanno visto trionfare la buona musica con Diodato e i Maneskin a dimostrazione che il suo lavoro come direttore artistico è stato valido tanto quanto quello di conduttore; Sanremo 2021 doveva essere il Festival della rinascita e della ripartenza post Covid e non ha potuto esserlo e l’azienda ha un debito morale nei confronti di Amadeus che si è sobbarcato il peso di guidarlo in piena emergenza, con grandi restrizioni e senza pubblico in sala.

C’è da dire che Amadeus, da marzo a luglio 2021, dopo aver chiuso ad ogni possibilità di ripetere l’esperienza per la terza volta, ha lentamente aperto all’ipotesi di un Ama Ter:

Per me, la priorità è poterlo fare solo se ci saranno le reali possibilità di fare un Sanremo importante, il Sanremo della rinascita..

Dal canto suo, il direttore di Rai1 Stefano Coletta ha ammesso di essersi più volte confrontato con il conduttore:

Riguardo Sanremo, con Amadeus, stiamo parlando da un po’ di tempo. Amadeus ci sta riflettendo, dobbiamo capire il potenziale espressivo di un Sanremo che tornerà, speriamo, nella potenzialità piena degli strumenti. Al di là dello show, penso sia innegabile il grande lavoro che Amadeus ha fatto come direttore artistico. Tornare indietro da quel tipo di lavoro sarebbe una regressione dello show e della cultura musicale. Quel lavoro dovrebbe continuare.

Giovedì 5 agosto durante il Tg1 delle 20.00 è arrivata la conferma che il conduttore sarà nuovamente Amadeus. Il presentatore ha detto:

Ma chi l’avrebbe mai detto! Io, per primo, non avrei mai detto che avrei condotto tre Festival di Sanremo di seguito! È una grandissima gioia e per questo ringrazio l’amministratore delegato Carlo Fuortes e il direttore di Rai 1 Stefano Coletta che mi hanno voluto al timone della 72esima edizione del Festival di Sanremo, a febbraio 2022. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare, di cominciare ad ascoltare le canzoni, di condividerle con voi, ci saranno bellissime canzoni in gara, poi ci sarà lo spettacolo, il divertimento, le emozioni e tante sorprese.

Festival di Sanremo 2022, Fiorello ci sarà?

Strettamente collegato alla possibile riconferma di Amadeus, c’è il tema di chi lo affiancherà. Fiorello ha chiuso ancor prima del suo amico fraterno all’ipotesi di partecipare per la terza volta consecutiva al Festival. Proprio il loro legame d’amicizia potrebbe essere la chiave giusta per convincere a tornare a calcare il palco dell’Ariston anche nel 2022.

Ospite di Porta a Porta, Amadeus ha confermato la presenza di Fiorello. Sembra però che lo showman siciliano sia ancora in dubbio sul suo possibile ritorno dopo le critiche per gli ascolti della scorsa edizione (e dopo aver augurato ai successori teatro pieno ma ascolti pessimi…).

 

Festival di Sanremo 2022, chi affiancherà Amadeus?

Se si riformasse la coppia delle prime due edizioni, rimarrebbero uno o due spazi scoperti. Uno potrebbe essere occupato da un cantante, come è stato Tiziano Ferro nel 2020 e come è stato Achille Lauro nel 2021, magari il tanto nominato Lorenzo Jovanotti. L’altro posto potrebbe essere assegnato o ad uno sportivo come è stato lo scorso anno Zlatan Ibrahimovic, o ad un altro conduttore e in tal caso prenderebbe corpo l’ipotesi Gerry Scotti, che due anni fa dovette declinare l’invito perché impegnato a registrare Chi vuol essere milionario. Per il ruolo bisogna segnalare anche l’autocandidatura di Fabio Rovazzi, che nel 2018 ha affiancato Pippo Baudo a Sanremo Giovani.

Capitolo presentatrici donne. Tra il plotone di conduttrici di serata il nome più ricorrente è quello di Alessia Marcuzzi, che ha appena divorziato da Mediaset. Un altro nome che esce spesso è quello di Simona Ventura, se non altro perché lo scorso anno ha dovuto dare forfait all’ultimo motivo causa Covid.

A ottobre, Il Messaggero lancia l’ipotesi di Anna Tatangelo co-conduttrice per una sera per festeggiare i venti anni dalla vittoria di Sanremo Giovani con Doppiamente Fragili. Si rafforza anche l’ipotesi di Jovanotti, ma non come presenza fissa in stile Tiziano Ferro, ma come co-conduttore/superospite per una sera.

Sanremo 2022 conduttori: quali erano le alternative ad Amadeus?

Il conduttore del Festival di Sanremo 2022 sarà Amadeus. Le alternative, infatti, sono state sempre le stesse e non hanno mai preso quota realmente. Tra questi: Claudio Baglioni, già presentatore delle edizioni 2018 e 2019; Carlo Conti, tre volte alla guida del Festival dal 2015 al 2017; il cantante Massimo Ranieri, più volte accostato alla manifestazione canora e mai scelto; il conduttore Alessandro Cattelan, di recente passato in RAI, che deve ancora confermare il suo valore su una rete generalista, dopo gli ottimi risultati su Sky; le suggestioni Paolo Bonolis e Fabio Fazio, già presentatori di Festival del passato; una conduttrice donna (Milly Carlucci, Simona Ventura, Maria De Filippi, Mara Venier); tre conduttrici accompagnate da un conduttore maschio differente ogni sera (per replicare in maniera speculare al femminile la composizione della squadra degli ultimi due Festival).

Festival di Sanremo 2022 cantanti: anticipazioni

Il toto nomi del Festival si apre come sempre verso fine estate.

Tra i primissimi nomi fatti al momento della conferma del conduttore/direttore artistico quelli di Lorenzo Fragola, che si è autocandidato, e il vincitore della Sezione Nuove Proposte 2021 Gaudiano (anche se lo scorso anno avrebbe dovuto esserci Leo Gassmann e invece Amadeus scelse Fasma).

Sanremo 2022, Big: totonomi ottobre

Stando a Il Messaggero, rilanciato da Dagospia, Elisa ha presentato un brano in coppia con il rapper Rkomi; altri nomi papabili nella rosa stilata dal quotidiano Loredana Bertè (al lavoro su un disco con Gaetano Curreri e Ligabue), Tommaso Paradiso, Blanco, Ariete, Anna, Alfa e Il Tre, Aka7even, Gianluca Grignani. Giusy Ferreri, Dolcenera e Simona Molinari, Zen Circus, Marlene Kuntz, Zero Assoluto, Kolors, Boomdabash, Federico Rossi, Caccamo, Mannarino e l’Orchestraccia. E ancora Gli Eugenio in via di Gioia con Elio, Paolo Jannacci con Stefano Massini.

Sempre stando a Il Messaggero, sarebbero pronti a riprovarci Francesco Renga (nonostante abbia già partecipato l’anno scorso), Marco Masini (nonostante sia reduce da un concerto all stars all’Arena di Verona per festeggiare i suoi primi 30 anni di carriera e che era tornato in gara con l’amico Conti), Carmen Consoli (nonostante sia fresca di disco già uscito e idolatrato, ma in una intervista ha detto di essere “pronta per Sanremo“): diciamo che potremmo essere in area superospiti.

Sanremo Giovani 2021, cancellata la sezione Nuove Proposte

La pubblicazione del regolamento di Sanremo Giovani 2021 conferma le anticipazioni di All Music Italia uscite ai primi di settembre 2021 secondo le quali Amadeus avrebbe pensato di cancellare la Sezione Nuove Proposte per adottare il meccanismo scelto da Claudio Baglioni per Sanremo Giovani 2018. In pratica non verrebbe costituita la Sezione Nuove Proposte da far esibire all’Ariston – composta da 8 talenti di cui 6 scelti tramite le serate dedicate di Sanremo Giovani e i due provenienti da Area Sanremo -, ma si provvederebbe a selezionare due (o più) Giovani che entrerebbero di diritto nel gruppo dei BIG. Fu così che tra i Big di Sanremo 2019 parteciparono Einar e Mahmood, che poi vinse quell’edizione con Soldi: in quel caso la selezione avvenne con due serate televisive in cui si esibirono 24 artisti, divisi in due gruppi da 12; i vincitori di ciascuna serata entrarono nella Sezione Big.

E infatti così è: la sezione Nuove Proposte scompare da Sanremo 2022. I due vincitori di Sanremo Giovani 2021 entrano in gara direttamente nella sezione Campioni. La finale di Sanremo Giovani è prevista per il 15 dicembre 2021 in diretta su Rai 1: può essere l’occasione per annunciare i BIG di Sanremo 2022.

Sanremo 2022, annuncio Big quando?

Due le possibilità: la lista dei Big di Sanremo 2022 può essere presentata al pubblico il 15 dicembre, in occasione della finalissima di Sanremo Giovani, o il 6 gennaio, in occasione dello Speciale Soliti Ignoti – Lotteria Italia.

Sanremo 2022, gli Artisti in gara

Dopo l’edizione monstre del 2021 con 26 Big e 8 Nuove Proposte in gara – per un totale di 34 canzoni – il direttore artistico Amadeus è intenzionato a ridurrne il numero. Una prima ipotesi ha indicato un numero di artisti in gara complessivo di 20 cantanti, per cui la domanda nascerebbe spontanea: con solo 20 cantanti e senza DopoFestival, come si riempie la durata monstre di 5 ore a serata tanto cara ad Amadeus?

Ospite di Porta a Porta, Amadeus parla di un massimo di 24 cantanti in gara, inclusi i due Giovani promossi a Campioni. La conferma arriva con il Regolamento di Sanremo 2022, pubblicato a fine ottobre: girone unico, 22 cantanti scelti dalla Direzione Artistica e 2 provenienti da Sanremo Giovani 2021.

Festival di Sanremo 2022, giurie

Cambiano le giurie e anche la loro distribuzione nelle diverse Serate del Festival.

  1. Scompare la giuria degli orchestrali che votava le sole Cover;
  2. la Demoscopica sale a 1000 componenti e non vota più in esclusiva nelle prime due Serate, ma entra in gioco nella Terza Serata insieme al Televoto (pesando per il 50%), per poi votare anche nella Serata delle Cover (la Quarta) e nella Serata Finale nella votazione che riparte da zero per la definizione dei tre gradini del podio (ultima votazione per i primi tre classificati);
  3. la Giuria della Sala Stampa viene divisa nelle sue tre diverse componenti (Carta Stampata, Radio-tv, Web, con la sezione Radio-Tv che vale il 34%) e vota da sola nelle prime due Serate; torna a votare unita nella Quarta Serata (quella delle Cover) e nella Serata Finale nella votazione che riparte da zero per la definizione dei tre gradini del podio (ultima votazione per i primi tre classificati);
  4. Il Televoto entra il scena nella Terza Serata insieme alla Demoscopica (pesando per il 50%), quindi vota nella Quarta Serata (le Cover) con un peso del 34%; nella Serata Finale vota da sola per tutta la prima parte (come l’anno scorso) e pesa per il 34% nella votazione che riparte da zero per la definizione dei tre gradini del podio (ultima votazione per i primi tre classificati).

Festival di Sanremo 2022, ospiti

Il capitolo superospiti è sempre uno dei più combattuti per il Festival. Spesso i nomi fatti per la rosa di Big in gara si interseca con quella degli ospiti, così come quella dei co-conduttori: è il caso di Jovanotti, nominato come co-conduttore fisso/per una sera/superospite o di nomi come Carmen Consoli, che potrebbe tornare all’Ariston per festeggiare la sua carriera. In questo senso si guarda anche a un possibile ritorno di Vasco Rossi per i 40 anni di Vado al Massimo: la sua ultima apparizione sanremese, come ospite, fu nel 2005.

Sanremo 2022, serata cover anni ’60 ’70 ’80

La serata cover, quest’anno collocata al venerdì e non al giovedì come solitamente accaduto, sarà un omaggio alle hit degli anni ’60, ’70 e ’80. In pratica uno spin-off di Arena Suzuki andata in onda con successo alla fine di settembre 2021 e di cui è stata già annunciata una seconda edizione per settembre 2022. Gli Artisti in gara possono scegliere di esibirsi da soli o con ospiti e possono scegliere un brano italiano o internazionale pubblicato tra il 1° gennaio 1960 e il 31 dicembre 1989. La scelta dei brani sarà comunque concordata con la Direzione Artistica, come si spiega nel Regolamento.

Sanremo 2022, scaletta sera per sera

Lo spostamento della serata Cover dal giovedì al venerdì è la principale differenza nella composizione della cinque giorni sanremese. Da regolamento di ottobre, le Serate sono così organizzate.

  1. Prima Serata: esibizione delle prime 12 canzoni/Artisti (vota solo la Sala Stampa);
  2. Seconda Serata: esibizione delle altre 12 canzoni/Artisti (vota solo la Sala Stampa);
  3. Terza Serata: esibizione di tutte e 24 le canzoni in gara (votano solo Demoscopica 1000 e Televoto, che pesano ciascuna per il 50%);
  4. Serata Cover: i 24 artisti si esibiscono da soli o con altri su brani italiani o stranieri degli anni ’60 ’70 o ’80 (votano tutte le giurie: il Televoto pesa per il 34%)
  5. Serata Finale: esibizione di tutte e 24 le canzoni in gara (vota solo il Televoto); le tre più votate vengono rivotate (da zero) da tutte e tre le giurie: il televoto pesa per il 34%.

Per i dettagli vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.

Festival di Sanremo 2022 col pubblico al teatro Ariston?

Dopo le tante polemiche di Sanremo 2021, col braccio di ferro tra Rai/Direzione Artistica e Governo per avere un pubblico di figuranti nel Teatro Ariston (negato), il Festival di Sanremo 2022 potrebbe avere il pubblico in sala, per di più pagante e non di figuranti, al 100%. Il Governo Draghi ha infatti autorizzato il riempimento di cinema e teatri al 100% a partire dall’11 ottobre 2021. Al netto di gravi recrudescenze della pandemia, Sanremo 2022 dovrebbe svolgersi col pubblico in sala, rispettando le norme anti-Covid previste (Green Pass e mascherine).

Il Regolamento di Sanremo 2022, infatti, prevede che possa accedere al Teatro Ariston chi ha il Green Pass (e ha ovviamente comprato il biglietto): si parla, quindi, di pubblico pagante e non più di ‘figuranti’. Tutto dipenderà, comunque, dall’andamento della Pandemia a gennaio/febbraio 2022: là dove ci fossero peggioramenti o miglioramenti, le regole potrebbero cambiare.

Festival di Sanremo 2022: regole Covid

Al momento della pubblicazione della prima versione del Regolamento (ottobre 2021), si prevede non solo che il pubblico in Teatro abbia il Green Pass, ma è prevista anche una quantità limitata di accompagnatori per gli artisti in gara. Non si specifica se gli artisti debbano essere possessori di green pass, ma visto che non sarebbe possibile accedere alle aree comuni – teatri inclusi – senza diremmo che è implicito. Facile inoltre immaginare che siano previsti tamponi periodici per tutti gravitino intorno al Festival. Il protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento del 72° Festival di Sanremo non è stato ancora diffuso.

Su una cosa, però, Rai e Direzione Artistica sono da subito molto chiare: là dove per un peggioramento della situazione pandemica e per decisione delle autorità nazionali e/o locali il Festival dovesse essere ridotto, cancellato o costretto a svolgersi in forma diversa da quanto annunciato nessuno potrà rifarsi su Azienda e Organizzatori.

Al momento, invece, risulta da regolamento che l’artista positivo o in quarantena fiduciaria debba ritirarsi, come fu deciso lo scorso anno prima del recupero in extremis di Irama, risultato positivo alla vigilia della prima serata e al quale invece fu poi ‘concesso’ di restare in gara con il video registrato nelle prove generali (e si classificò quinto).

Festival di Sanremo in tv e in streaming

Un’altra certezza riguardante il Festival è la messa in onda. Le cinque serate saranno trasmesse da Rai1, probabilmente dalle 21.00 alle 2.00 di notte (con il possibile sforo anche di mezzora come accaduto nelle ultime edizioni) e, in streaming, da Raiplay. Tutti i programmi di Rai1, da Storie Italiane a Vita in diretta, dovrebbero dedicare ampio spazio al racconto dell’evento. E’ probabile, infine, che domenica 6 febbraio la puntata settimanale di Domenica In si faccia in diretta dal Teatro Ariston.

Festival di Sanremo 2022 biglietti

Se, come tutti si augurano, il Teatro Ariston tornerà ad essere aperto al pubblico durante il Festival, saranno resi disponibili online i biglietti di Sanremo 2022. Le opzioni sono due: gli abbonamenti a tutte le serate e i biglietti per le singole serate. In entrambi i casi i ticket sono nominali, dunque non è possibile rivenderli o prestarli ad un amico. Nel 2020 gli abbonamenti costavano 1290 € in platea e 672 € in galleria, mentre il singolo biglietto andava dai 100 € in galleria ai 180 € in platea, ad eccezione per la finale che aveva un costo di 320 € (galleria) o 660 € (platea).

Festival di Sanremo 2022: il dopofestival ci sarà?

Il 4 settembre 2021 Amadeus ha affermato che, esattamente com’è accaduto per l’edizione 2021, anche nella 72° del Festival di Sanremo il Dopofestival non ci sarà.

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →