Porta a porta

Porta a porta è il talk show ormai storico della seconda serata di RaiUno, in onda dal 22 gennaio 1996 (inizialmente solo al lunedì e mercoledì, poi dal lunedì al giovedì) con la conduzione di Bruno Vespa. Il primo ospite della prima puntata fu Romano Prodi, il candidato alla Presidenza del Consiglio alle Elezioni politiche 1996 (che lo videro vittorioso): fu così che la trasmissione aprì il primo ciclo.

Così ha sintetizzato la chiave del programma il critico e Prof. di tv Aldo Grasso:

"Il noto giornalista televisivo conduce un programma di attualità politica con l'intento di avvicinare il grande pubblico e il Palazzo, facendoli diventare vicini di casa. Il titolo e lo spirito della trasmissione trovano riscontro nella scenografia dello studio, che ha come perno due porte da cui entrano gli ospiti, politici e non, che aiutano il conduttore a intervistare il protagonista della serata. Nelle edizioni successive il programma conosce un avvicinamento progressivo alla formula del talk show ispirato al principio di base dell'infotainment: che anche Valeria Marini può dire la sua sulla politica".


La sigla di apertura, che accompagna anche l'ingresso degli ospiti, è la colonna sonora del celeberrimo film Via col vento che è stata poi riarrangiata in chiave moderna.

GLI SPECIALI

Il 9 novembre 2011 è stata inaugurata una serie di speciali-evento, Porta a porta Primaserata, con un cospicuo investimento economico anche per l'allestimento di una nuova e più sontuosa scenografia. L'esperimento non ha avuto un prosieguo per i bassi ascolti riportati. Vespa è, tuttavia, sempre riuscito a ottenere di andare in prima serata per coprire in esclusiva la stretta attualità.

LE PUNTATE EVENTO

Il 13 ottobre 1998, durante una puntata celebrativa del ventesimo anno di pontificato di Giovanni Paolo II, il pontefice intervenne spontaneamente durante la trasmissione con un collegamento telefonico.

Il 1º febbraio 2001 il ministro Katia Bellillo dopo mezz'ora di aspre discussioni e insulti reciproci si alza dalla poltrona agitando il dito di fronte alla parlamentare Alessandra Mussolini che la allontana con un calcio alla gamba provocando la reazione violenta del ministro Bellillo, che la colpisce al volto con il microfono. Questa puntata ha ottenuto il 52% di share.

L'8 maggio 2001, alla vigilia delle elezioni politiche nazionali, il futuro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi scelse gli studi di Porta a porta per annunciare il suo celebre impegno programmatico con gli elettori, il cosiddetto "Contratto con gli Italiani".

Il 20 luglio 2001 ci fu il vertice del G8 di Genova, dove negli scontri tra Polizia e Forze dell'Ordine morì Carlo Giuliani. La puntata di Porta a Porta veniva trasmessa in diretta da Genova, con numerosi ospiti e collegamenti.

L'11 settembre 2001 furono abbattute nella città di New York le Torri Gemelle e di seguito colpito anche il Pentagono. La trasmissione diede spazio ai colleghi di New York per il terribile attentato, e di seguito fu ascoltato il discorso del presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Il 7 ottobre successivo la città di Kabul, in Afghanistan, fu attaccata; la trasmissione durò più del solito, con varie edizioni straordinarie del Tg1.

Nel 2003, durante la Seconda guerra del Golfo, Vespa ottenne per Porta a Porta un'intervista esclusiva al dittatore iracheno Saddam Hussein.

Il 12 novembre 2003 morirono in un grave attentato a Nassiriya in Iraq, numerosi Carabinieri e Militari dell'Esercito Italiano. La trasmissione subì modifiche nel palinsesto, con diverse edizioni straordinarie del Tg1. Negli studi di Porta a porta dello stesso giorno fu presentato un plastico della città di Nassiriya. Tra gli ospiti era presente anche il generale Mario Arpino, che mostrò al conduttore la dinamica dell'attentato. Nella puntata del 18 novembre dello stesso anno, un Carabiniere suonò l'"Inno del Silenzio", per onorare i 19 Carabinieri morti.

Nel 2003, il conduttore Vespa si collega con il Presidente dell'Unione Musulmani d'Italia Adel Smith, che lanciò pesanti anatemi contro papa Wojtyla e contro il crocefisso. Il conduttore si oppose a Smith e chiuse frettolosamente il collegamento.

Il 14 aprile 2004 alle ore 22:10, venne ucciso dai rapitori l'ostaggio italiano Fabrizio Quattrocchi. La notizia fu diffusa in tutto il mondo in particolare dall'emittente araba Al Jazeera dal Cairo. Bruno Vespa dedicò una puntata alla morte di Quattrocchi, interrompendo alle ore 22:30 la serata dei David di Donatello, trasmesso su Rai 1. Tra gli ospiti c'era il ministro Franco Frattini, che di fronte alla domanda di Vespa ammise, nel corso della trasmissione, di avere notizia dell'uccisione di uno degli ostaggI.

Il 2 aprile 2005 morì papa Giovanni Paolo II e Vespa annunciò commosso il tema dell'argomento "Addio Karol", collegandosi prima con Piazza San Pietro a Roma con Filippo Gaudenzi e Fabio Zavattaro, e poi con Cracovia, dove Wojtyla fu arcivescovo, con Ennio Remondino. Il 19 aprile dello stesso anno fu eletto papa Benedetto XVI il conduttore fece una puntata speciale della trasmissione sull'elezione del nuovo pontefice. Tra gli ospiti, anche Stanislaw Dziwisz, già segretario personale di Wojtyla.

Nel giugno del 2005, Bruno Vespa festeggia le 1000 puntate della trasmissione con una puntata intitolata Porta a Porta 1000. La stessa cosa succederà 3 anni dopo, quando la trasmissione festeggia per la prima volta in diretta la puntata numero 1500, che vedeva come ospiti: Al Bano, Stefania Prestigiacomo, Livia Turco, Valeria Marini e il professor Stefano Zecchi. Il Presidente della Repubblica emerito Francesco Cossiga era in collegamento per festeggiare la trasmissione.

Il 15 gennaio 2008, Bruno Vespa dedica una puntata speciale di Porta a Porta in prima serata, parlando delle dimissioni dell'onorevole Clemente Mastella e dell'annullamento della visita all'Università "La Sapienza" di Roma di Papa Benedetto XVI.

Nella puntata del 13 marzo 2008 dedicato alla sfida tra Berlusconi e Veltroni, ci fu un battibecco tra il conduttore Bruno Vespa e il senatore Franco Turigliatto, si allontanò dallo studio per non confrontarsi in un dibattito politico con Roberto Fiore di Forza Nuova.

Tra il 4 e il 5 novembre 2008 è andata in onda una puntata di Porta a Porta speciale dedicata alle elezioni politiche americane, dalla durata di sei ore e tre quarti.

Vespa ha dedicato uno speciale di più giorni al terremoto che ha colpito l'Abruzzo la mattina del 6 aprile 2009. Da cittadino aquilano è andato in prima persona sui luoghi del disastro e si è impegnato affinché venisse ricostruita la Basilica di San Bernardino da parte del Monte dei Paschi di Siena.

Il 15 settembre 2009 in prima serata Bruno Vespa ha dedicato una puntata speciale alla consegna delle prime case ai terremotati d'Abruzzo, avvenuta il giorno stesso. Il fatto ha suscitato una forte polemica in quanto la trasmissione Ballarò, che doveva andare in onda su Rai 3, fu rinviata, quasi per dare maggior risalto all'evento a cui partecipava in prima persona il premier Berlusconi; la trasmissione fece il 13% di ascolti.

Il 14 dicembre 2009 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta in cui si analizzavano le conseguenze dell'aggressione al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi mentre teneva un comizio in Piazza Duomo a Milano.

Il 18 gennaio 2012 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante la nave da crociera (Concordia) naufragata vicino l'isola dei Giglio il 14 gennaio 2012. Questa puntata ha ottenuto il 17,45% di ascolti.

Il 13 marzo 2013 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante l'elezione del nuovo pontefice: Papa Francesco.

Il 20 aprile 2013 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante l'elezione del capo dello stato: Giorgio Napolitano.

Fonti | Enciclopedia della televisione; Wikipedia; TvBlog

Coronavirus, Bruno Vespa polemico con Medici senza frontiere, Usigrai chiede che si scusi (VIDEO)

Il conduttore di Porta a Porta polemizza su Facebook con l'Ong, il sindacato dei giornalisti Rai pretende le scuse, il... Continua...

Coronavirus, Porta a Porta torna in onda stasera dopo lo stop della scorsa settimana

Bruno Vespa, che aveva protestato per la decisione aziendale di sospendere il suo programma, torna a presidiare la... Continua...

Coronavirus, Rai sospende Porta a Porta, Vespa: "Gravissimo". La spiegazione dell'azienda

Vespa mercoledì scorso aveva ospitato in studio Zingaretti, poi risultato positivo al coronavirus. Meloni grida alla... Continua...

Davide Casaleggio torna in tv, stasera ospite di Bruno Vespa a Porta a porta

Il figlio del co-fondatore del Movimento 5 Stelle è alla sua seconda ospitata televisiva. Continua...

Elezioni Regionali 2020 in tv, il commento post voto (anche) con Propaganda Live, PresaDiretta, Conte dalla Gruber e Salvini a Porta a Porta

Regionali 2020, come seguire lo spoglio in diretta tv: dalle 23 spazio alla #MaratonaMentana. Continua...

Porta a Porta e TgLa7, è stato derby tra sondaggisti. Mentana: "I nostri quelli giusti"

Elezioni Emilia Romagna, derby tra i sondaggisti di Porta a Porta e quelli del TgLa7. All'alba Mentana elogia i suoi: "I... Continua...

Salvini a Porta a Porta, Vespa ammette la "svista": "Riequilibriamo stasera"

Il conduttore del programma di Rai1: "Il tempo di parola di Salvini è stato maggiore di quello di Zingaretti e di... Continua...

Porta a Porta, intervento di Matteo Salvini durante Juventus-Roma: il Partito Democratico contro la Rai e Bruno Vespa

Durante l'intervallo di Juve-Roma, è andato in onda il promo di Porta a Porta con un intervento di Matteo Salvini, a... Continua...

Vespa: "Sbagliai a dimettermi da direttore del Tg1. Il contratto di Berlusconi? Lo rifarei domani"

Bruno Vespa a La mia passione: "Fu un errore dimettermi da direttore del Tg1. Porta a porta doveva durare fino a... Continua...

L'occupazione televisiva di Bruno Vespa. Per il giornalista ventiquattro ospitate in trentacinque giorni

Ventiquattro ospitate in poco più di un mese per Bruno Vespa, chiamato a promuovere il suo libro 'Perché l'Italia... Continua...