Tutto chiede salvezza, il cast: da Federico Cesari e Fotinì Peluso e Andrea Pennacchi, ecco gli attori e le attrici della serie tv

Federico Cesari dagli intrecci di Skam alla ricerca di sé: il protagonista di Tutto chiede salvezza, dopo un crollo psicotico, conosce nuovi amici

Il volto a cui Netflix si affida per la sua nuova produzione originale italiana è in realtà un volto già molto noto agli abbonati della piattaforma. Il cast di Tutto chiede salvezza, disponibile da venerdì 14 ottobre 2022, è infatti guidato da Federico Cesari, che i più riconoscono come Martino di Skam Italia. Per lui, quindi, un po’ un ritorno a casa, visto che è stato proprio il mondo dello streaming a lanciarne la carriera.

Per lui, questa è una nuova e importante sfida: messi da parte (chissà se definitivamente o solo temporaneamente) i panni dell’adolescente, ora Cesari si ritrova a dover interpretare un giovane uomo, Daniele, che dopo un crollo nervoso avuto alla fine di una serata con gli amici viene ricoverato in un istituto psichiatrico e sottoposto a Tso (Trattamento Sanitario Obbligatorio).

La serie si poggia quindi su un volto molto amato dai giovani fruitori dei servizi streaming (anche se Cesari, va detto, ha avuto esperienze sulla tv tradizionale, recitando ne I Cesaroni e, anni dopo, ne La guerra è finita e Buongiorno, Mamma), ma non sarà l’unica faccia nota a chi gira tra una serie tv e l’altra. Diamo un’occhiata, allora, al cast di Tutto chiede salvezza.

Federico Cesari è Daniele Cenni

© Netflix

Vent’anni e una grande sensibilità. Daniele sente tutto. Anzi, sente troppo. Viene sottoposto a un Trattamento Sanitario Obbligatorio a seguito di un’esplosione di rabbia, dopo aver incontrato un suo amico d’infanzia che ha subito gravi conseguenze a causa di un incidente stradale. Vive con i genitori, Anna (Lorenza Indovina) e Angelo (Michele La Ginestra), ha lasciato l’università per il lavoro. La sua è una famiglia semplice, di persone affettivamente vive e disponibili. Ha due fratelli più grandi, Antonella (Arianna Mattioli) e Giovanni. Daniele ha un’anima inquieta, affamata di significato, che non si accontenta di lasciarsi vivere. L’intensità del suo sguardo è al contempo la sua fortuna e la sua più grande maledizione.

Daniele da piccolo è interpretato da Carlo Baroni.

Fotinì Peluso è Nina

© Netflix

Attrice e influencer, Nina deve il successo più all’aspetto fisico che al talento, come le ricordano i numerosi haters che la attaccano sui social. Fragile e consapevole della propria inconsistenza professionale, Nina tenta il suicidio e viene ricoverata nel reparto femminile dell’ospedale. Ex compagna di liceo di Daniele, Nina nega tuttavia di conoscerlo, ma la perseveranza, l’attenzione e la purezza del nostro protagonista finiranno per intaccare la sua armatura fatta di distacco, supponenza e arroganza, portando alla luce una ragazza diversa, più sensibile e molto sofferente.

Fotinì Peluso si è fatta conoscere al grande pubblico con due serie tv: Romanzo Famigliare e La Compagnia del Cigno, entrambe andate in onda su Raiuno. Ha recitato anche in Nudes ed, al cinema, in “Cosa sarà”, film del 2020 scritto e diretto da Francesco Bruni, che è anche regista e sceneggiatore di Tutto chiede salvezza.

I compagni di stanza di Daniele

Andrea Pennacchi è Mario

© Netflix

Sessant’anni. Maestro di scuola elementare messo a riposo anticipatamente per malattia mentale. È un uomo colto, disponibile, diventerà per Daniele un vero e proprio punto di riferimento dentro il reparto di psichiatria. Mario è un maestro di vita, un uomo capace di salvare gli altri con i suoi insegnamenti, ma totalmente incapace di proteggere se stesso dai suoi demoni. Nel suo passato c’è un’ombra terribile, che torna nei suoi incubi notturni.

Davvero numerosi i ruoli interpretati da Pennacchi tra piccolo e grande schermo. Ha recitato, tra gli altri, nella versione in prima serata de Il Paradiso delle Signore, in Vita da Carlo, Volevo Fare la Rockstar e La Fuggitiva. Ma la sua popolarità è notevolmente aumentata negli ultimi anni grazie a due ruoli: uno è quello del Pojana, personaggio che compare con i suoi monologhi all’interno di Propaganda Live, l’altro è Antonio Monte, co-protagonista di Petra.

Vincenzo Crea è Gianluca

© Netflix

Venticinque anni. Gravemente bipolare. Schiacciato da un padre, generale dell’esercito, che voleva un figlio diverso rispetto a lui. Gianluca vive tutto come una malattia, anche la sua omosessualità, mai accettata dalle sue figure di riferimento. Troverà in Daniele, dopo essersi invaghito di lui, un grande amico, con cui condividere la settimana di Trattamento Sanitario Obbligatorio. E non solo.

Crea ha lavorato, in tv, per I Medici e Sirene; al cinema, invece, si è fatto notare nel film “I figli della notte”, per cui ha ricevuto una menzione speciale al Premio Guglielmo Biraghi.

Vincenzo Nemolato è Madonnina

© Netflix

Trent’anni. “Maria ho perso l’anima, aiutami Madonnina mia!”. Questa esclamazione dal sapore mistico è tutto ciò che Madonnina condivide con il mondo. Anche il suo soprannome nasce dal poco che dice. Per il resto, dalle generalità alla provenienza, tutto di lui è mistero. Una cosa è certa: è attratto irresistibilmente dal fuoco. A farne le spese sarà proprio Daniele.

Vincitore del Premio Ubu come Miglior attore Under 30, Nemolato ha interpretato Gegè Di Giacomo nel film-tv Carosello Carosone.

Lorenzo Renzi è Giorgio

© Netflix

Trent’anni. Un gigante rimasto bambino, almeno dal punto di vista cognitivo. Giorgio sconta la tragica perdita della figura materna. Una perdita improvvisa: Giorgio l’ha vista uscire dalla porta di casa senza più fare ritorno. E vive con il suo fantasma a fianco. Per tutta la vita. È molto buono, ma guai a scatenare la sua rabbia.

Renzi ha fatto tanta tv generalista: lo abbiamo visto, in vari ruoli, in Fosca Innocenti, Vita da Carlo e Crazy for Football. Ha anche interpretato Sergio Buffoni in Romanzo Criminale-La serie.

Alessandro Pacioni è Alessandro

Venticinque anni. Veniamo a conoscenza della sua storia attraverso il padre (Massimo Bonetti), che si strugge cercando di darsi una ragione rispetto allo stato del figlio. Perché Alessandro non parla, non guarda. È vittima di uno stato catatonico che lo ha trasformato in un vegetale.

I medici

Raffaella Lebboroni è la Dott.sa Cimaroli

© Netflix

Basagliana di formazione, è accogliente e aperta all’ascolto e al dialogo con i pazienti. Daniele trova in lei una figura materna di riferimento, che come tale sarà in grado di capirlo, incoraggiarlo e anche, in alcuni momenti di stanchezza, di deluderlo. La dedizione verso la professione e la sua profonda umanità avranno però la meglio sulle difficoltà, e la Dottoressa Cimaroli contribuirà a una maturazione sorprendente del nostro protagonista, aiutandolo a conoscersi meglio.

Lebboroni ha già lavorato con Bruni, in passato: ha recitato nei film “Scialla!”, “Noi 4”, “Tutto quello che vuoi” e “Cosa sarà”. In tv, l’abbiamo vista ne La linea verticale e Il Commissario De Luca.

Filippo Nigro è il Dott. Mancino

© Netflix

Spigoloso e distaccato, il Dottor Mancino appare inizialmente a Daniele come uno psichiatra sbrigativo e cinico, un promotore delle cure farmacologiche privo di empatia. Scoprirà invece in lui un alleato prezioso, capace di capire il paziente e di intervenire con professionalità e cuore, anche a causa di un passato difficile.

Uno dei volti più noti della fiction italiana, Nigro ha interpretato molti ruoli in tv: per citarne, alcuni, ha recitato in Ris-Delitti Imperfetti, I Medici e Amore Pensaci Tu. Con Netflix ha già lavorato con Suburra-La serie ed ora è sul set del sequel SuburraÆterna, mentre a breve lo vedremo anche nella serie Corpo Libero.

Gli infermieri

Ricky Memphis è Pino

© Netflix

Malfidente, sardonico, maschilista e razzista, l’infermiere Pino le ha proprio tutte per essere un personaggio odioso. Eppure il suo senso pratico, la capacità di chiedere scusa con i fatti, la sua costante presenza quando serve ne fanno una figura cardine del reparto, capace addirittura di intenerire per via di un amore non corrisposto per la collega Rossana.

Nato come “poeta metropolitano” al Maurizio Costanzo Show, Memphis ha poi intrapreso la carriera di attore recitando in film cult come “I mitici-Colpo gobbo a Milano”, “Palermo-Milano solo andata” ed “Immaturi”. In tv, però, è ricordato soprattutto per essere stato il mitico Ispettore Mauro Belli per sei stagioni in Distretto di Polizia.

Bianca Nappi è Rossana

© Netflix

Bella, concreta e provata da una situazione familiare complessa, Rossana copre il turno notturno in reparto con competenza e autorevolezza. Capace di rimettere al suo posto chiunque con una battuta, sa premiare i pazienti quando ne riconosce l’opportunità.

Dopo il teatro, per Bianca Nappi si è aperta la strada del cinema, recitando anche in tre film di Ferzan Özpetek (“Un giorno perfetto”, “Mine vaganti” e “Magnifica presenza”). In tv, è anche nel cast di Lolita Lobosco, nei panni della migliore amica della protagonista.

Flaure BB Kabore è Alessia

© Netflix

È la giovane infermiera del turno pomeridiano. Nata da genitori del Burkina Faso, è cresciuta nel quartiere Tuscolano. Giovane, dolce ma determinata, è stata assunta tramite una cooperativa e vive col timore di perdere il posto.

Kabore ha recitato nella serie tv Fangs e nel video musicale di “Io sì” di Laura Pausini.

Altri personaggi

Carolina Crescentini è Giorgia

La madre di Nina, ha costruito la carriera di sua figlia e ha puntato tutto su quello con grande determinazione e durezza, cercando anche di ignorare gli allarmanti segnali di disagio e infelicità che provengono da Nina. È una donna agguerrita e minacciosa, ma in realtà è anche una persona molto sola.

Carolina Crescentini, anche lei volto molto noto per chi va al cinema e segue le serie tv, deve la sua notorietà soprattutto al personaggio di Corinna Negri in Boris (in cui tornerà per la quarta stagione), ma anche per quello di Paola in Mare Fuori.

Lorenza Indovina è Anna

La madre di Daniele, che teme per la salute del figlio e si vede costretta a farlo ricoverare dopo il suo crollo.

Anche per Lorenza Indovina c’è un passato ricco di film e serie tv: tra queste, le più recenti sono I Topi, Luna Park, Il Miracolo e Rocco Schiavone.

Michele La Ginestra è Angelo

Padre di Daniele, anche lui preoccupato per il figlio, ma pronto a perdonarlo per le sue azioni.

La Ginestra nasce come attore, ma ha lavorato anche come conduttore tv di programmi come I Fatti Vostri e Solletico. È stato giudice a Cuochi e Fiamme e, nel 2021, protagonista di Canonico, la prima serie tv di Tv2000.

Arianna Mattioli è Antonella

La sorella di Daniele, da cui prende le distanze, temendo che la sua condizione possa danneggiare la famiglia.

Attrice e regista, tra le serie a cui ha lavorato c’è Boris (è la truccatrice); prossimamente la vedremo in Fiori sopra l’inferno.