Fosca Innocenti: ultima puntata, cast e location della fiction di Canale 5 con Vanessa Incontrada

Vanessa Incontrada diventa protagonista di una fiction gialla con tocchi di commedia sentimentale: ecco cosa sapere su Fosca Innocenti

Per Vanessa Incontrada è il momento di tornare alla fiction: la conduttrice ed attrice è infatti attesa su Canale 5 con Fosca Innocenti, la sua nuova sfida che la vedrà protagonista nei panni di un Vice Questore di Arezzo, tra giallo e commedia sentimentale. Siete fan di Vanessa Incontrada e volete saperne di più? Siete nel posto giusto: proseguite nella lettura!

Fosca Innocenti, puntate

Prima puntata, 11 febbraio 2022: “Il colpo dell’angelo”

Conosciamo il mondo di Fosca, le sue colleghe e colleghi e la sua amicizia con Cosimo, che potrebbe essere qualcosa di più nel momento in cui la protagonista scopre che l’uomo vuole andare a New York.  Fosca viene chiamata dalla Pm Perego ad indagare su una rapina in una banca in cui ha perso la vita il ricco proprietario di un bar, mentre il responsabile della sicurezza fredda uno dei rapinatori. Fosca si affida al suo olfatto straordinario per trasformare gli odori della scena del crimine in indizi, ma alla fine il testimone chiave è un senzatetto.

Seconda puntata, 18 febbraio 2022: “La notte degli imbrogli”

Ad Arezzo si verifica un nuovo omicidio, che colpisce Fosca da vicino: la vittima, infatti, è Asia Borghi, ex compagna di classe della protagonista, da cui si era allontanata per un’antica ruggine. Asia aveva tentato la carriera di attrice a Milano, per poi tornare ad Arezzo ad insegnare recitazione in un liceo. L’incredibile olfatto di Fosca le permette di ricostruire l’omicidio, ma deve trovare un responsabile. Le indagini si allargano al mondo della scuola, fino ad un gruppo di nomadi ed ad un ex amante della vittima.. Il tutto, mentre il trasferimento di Cosimo a New York si avvicina e Fosca si sente sempre più irrequieta.

Terza puntata, 25 febbraio 2022: “Il canto del cigno”

In un agriturismo di Arezzo si esibisce la famosa cantante lirica Jutta Fisher, il cui corpo senza vita viene ritrovato il giorno dopo. Fosca deve capire come mai la donna abbia accettato l’invito da parte dei gestori Francesco Rossi e la moglie Oriana e perché alle prime luci dell’alba se ne sia andata da sola, lasciando il compagno e manager Alberto Morucci, per addentrarsi del bosco del diavolo. Durante le indagini, la protagonista incontra l’affascinante critico musicale Marcello Ognis, con cui scatta un’interessante affinità, proprio mentre la partenza di Cosimo per New York si avvicina.

Quarta ed ultima puntata, 4 marzo 2022: “Una dignitosa sepoltura”

Fosca indaga sull’omicidio di don Rocco, il cui corpo è trovato da Nasha, giovane clandestina in cerca del fratello scomparso. La protagonista si ritrova così all’interno della comunità parrocchiale: al funerale della vittima, celebrato dal viceparroco don Paolo, partecipano anche la restauratrice e mamma single Giovanna, il transessuale Luna ed anche Greta, ex prostituta che aveva trovato asilo proprio nella canonica di Don Rocco. Per Fosca diventa sempre più chiaro che trovare l’assassino significa scoprire anche un pericoloso segreto. Il rapporto della donna con Cosimo, intanto, è sempre più teso.

Fosca Innocenti, quando inizia?

Canale 5 ha deciso che Fosca Innocenti sia la sua prima nuova serie tv del 2022: il debutto è previsto per venerdì 11 febbraio, facendo così tornare la fiction Mediaset alla collocazione del venerdì sera dopo che, nell’autunno del 2021, si era scelta la serata del mercoledì, ora occupata dalla Coppa Italia.

Fosca Innocenti, la trama

La serie è ambientata ad Arezzo. Qui vive il Vice Questore Fosca Innocenti (Incontrada), una donna con un gran talento nel proprio lavoro: Fosca è dotata di un particolare “fiuto” che le permette, tramite odori e profumi, di trovare utili indizi nel casi a cui lavora.

La sua squadra è quasi tutta al femminile: al suo fianco le ispettrici Giulia De Falco (Desirée Noferini), Rosa Lulli (Cecilia Dazzi) e l’agente Pino Ricci (Francesco Leone). Fosca ha perso entrambi i genitori: la madre da piccola, tanto da ricordare poco di lei; il padre più di recente. Il fatto che l’uomo cercasse di dimenticare sua madre passando da una relazione all’altra l’ha traumatizzata, al punto che Fosca preferisce vivere nel casale di campagna che ha ereditato con Bice (Giorgia Trasselli), la donna che l’ha cresciuta fin da piccola ed il cavallo Sansone, con cui ama fare lunghe passeggiate nei campi di girasole che circondano la sua casa.

Ma nella vita di Fosca c’è anche un uomo: Cosimo (Francesco Arca), gestore dell’enoteca dove si reca spesso la protagonista nonché suo amico. Almeno fino a quando le dice che ha intenzione di partire per New York: a quel punto Fosca inizia a guardarlo con occhi diversi.

Fosca Innocenti, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi della prima stagione sono quattro, ciascuno della durata di circa 100 minuti. Il finale di stagione, quindi, salvo cambiamenti di palinsesto dovrebbe andare in onda il 4 marzo.

Fosca Innocenti, il cast

La serie può contare su numerosi attori ed attrici che compaiono nel corso degli episodi e che servono ad alimentare la trama gialla, ma il cast fisso è composto da un gruppo di attori fissi, guidato ovviamente da Vanessa Incontrada.

Vanessa Incontrada è Fosca Innocenti: solare, energica, determinata. Queste sono alcune delle qualità di Fosca, abile Vicequestore della Questura di Arezzo. Donna libera e indipendente, ama la vita, il lavoro e la sua terra, a cui è legata visceralmente. Abita in un suggestivo casale immerso nella campagna toscana assieme alla tata Bice (Trasselli), che la segue da sempre con amore e dedizione. Ha perso precocemente la madre ed è cresciuta nell’amore e nel mito del padre, da cui ha ereditato la passione per la campagna e per gli animali, i cavalli in particolare. È proprio grazie al padre che Fosca ha sviluppato un dono straordinario che può utilizzare anche nel suo lavoro: un incredibile olfatto, che trasforma ogni fragranza percepita in un indizio risolutivo.

In questura guida una squadra quasi tutta al femminile che la supporta quotidianamente e le fornisce un valido aiuto nella gestione dei casi di volta in volta affrontati. È una paladina della verità sempre e comunque. La verità a tutti i costi. Questo è quello che pensa e che vuole per sé. In amore è libera e indipendente: non ha bisogno di un uomo accanto a sé, anche se non disdegna l’ipotesi di accettare inviti da interessanti pretendenti. Ha un forte legame di amicizia dai tempi della scuola con Cosimo (Arca), con cui ha un rapporto sincero e complice… Chissà se sia solo amicizia o qualcosa di più.

Francesco Arca è Cosimo: è il proprietario e il gestore dell’enoteca accanto alla questura. Brillante, piacevole e affascinante, è un uomo che suscita immediatamente simpatia. Nel suo locale, caldo e accogliente come lui, si può trovare il meglio della tradizione gastronomica toscana e della cultura del vino. Cosimo è un intenditore eccellente, un professionista del gusto al servizio dei suoi ospiti, che pagano il conto felici, rinnovando ogni volta le visite nel suo locale. Vive da solo in un piccolo loft, collegato da una scala all’enoteca, nel quale esercita con le donne la sua arte di single e seduttore incallito.

Lui e Fosca si conoscono dai tempi del liceo e non si sono mai persi di vista, forti della loro complicità e dello stesso sguardo sulla vita. L’ottimo olfatto della protagonista trova nel mondo di Cosimo un’originale declinazione. Ed è motivo di un simpatico gioco tra i due. Un rito al quale talvolta assisteremo: lei con gli occhi bendati e lui che le sottopone vini, salumi, formaggi perché possa non solo riconoscerli, ma anche giudicarli, scoprendone le essenze più nascoste. Un momento tutto loro che acuisce il piacere dei sensi e che rende questa coppia di amici davvero speciale. Amici che forse potrebbero essere anche qualcosa di più.

Giorgia Trasselli è Bice: una tata contadina che ha l’energia di una quarantenne e l’ostinazione di una ragazza. Di sicuro in gioventù ha avuto molti corteggiatori, ma non ha mai trovato quello giusto. È una brava donna, che dispensa consigli saggi e lungimiranti, ed è in grado di occuparsi di tutto: dai campi alla cucina. È lei che cura l’orto, dà da mangiare alle galline e munge la vacca. È anche un’ottima cuoca: cucina tradizionale toscana nella versione ‘ruspante e contadina’. La sua ribollita manda in estasi Fosca, che lei ama come se fosse figlia sua e che vorrebbe vedere sistemata, con un marito e magari anche dei figli.

Desirée Noferini è l’Agente scelto Giulia De Falco: è entrata giovanissima in polizia. Fisico tonico e sguardo ruggente, Giulia ha due grandi passioni: il suo lavoro e le donne. È dichiaratamente omosessuale, capace di avventure fugaci e a volte pericolose. Ha un’ottima capacità di indagare in incognito e di agire rapidamente con coraggio e sprezzo del pericolo. Il rovescio della medaglia è un’impulsività che può trasformarsi in incoscienza e che a volte rischia di metterla nei guai. Fosca stima l’impegno e la capacità professionale di Giulia, guarda con simpatia al suo lato trasgressivo e ribelle, ma quando eccede la tiene a freno, alternando severi rimproveri a bonarie raccomandazioni.

Cecilia Dazzi è l’Ispettrice Rosa Lulli: abile poliziotta e madre di famiglia, Rosa ha due figli maschi e un marito coetaneo, che, però, è come se non ci fosse e le dà qualche pensiero. L’uomo, infatti, non la desidera più. È stanco per il duro lavoro? O forse ha un’amante? Fatto sta che Rosa a volte è sfinita e delusa, fra il lavoro, la casa e le preoccupazioni che le danno anche i figli. Improvvisamente, però, apparirà più felice. Sarà forse merito di un fruttivendolo trentenne da cui ultimamente lei compra frutta e verdura? Abile cuoca, porta spesso i suoi manicaretti in ufficio. Dotata di una notevole capacità analitica, è affidabile e molto corretta con i colleghi. Ha un’estesa conoscenza del territorio, rete di informatori compresa. Fosca ha con Rosa un rapporto di vera amicizia e con lei scambia spesso consigli e confidenze.

Francesco Leone è l’agente Pino Ricci: giovane agente e unico uomo della squadra di Fosca, siciliano DOC, nel cuore e nella mente Pino ha solo la Sicilia e la sua Penelope, la fidanzata lontana – tanto gelosa quanto misteriosa -, che nessuno ha mai visto. Fosca lo impiega raramente sul campo e lui spesso le fornisce un valido aiuto da dietro la scrivania, eseguendo ricerche fruttuose al pc e presentando elementi interessanti nella gestione dei casi. Simpatico e arguto, nonostante sia alle prime armi, dimostrerà alle sue colleghe donne di possedere un discreto intuito e di essere un bravo poliziotto anche fuori dall’ufficio.

Irene Ferri è il Pubblico Ministero Giuliana Perego: una professionista curata nell’aspetto e nel vestire. Ha una discreta capacità di prevedere le mosse dei sospettati e una solida formazione giuridica che la mette in grado di sventare le astuzie della difesa. Attenta alle relazioni politico–sociali–mondane, Giuliana ama ‘convocare’ Fosca al Circolo del Golf di cui è socia e frequentatrice assidua. Forse si sente un po’ sola ma non vuole darlo a vedere? Oppure al Circolo c’è qualcuno che le interessa? Stima molto Fosca, anche se la reputa poco attenta alle convenzioni istituzionali e a volte troppo audace nelle conclusioni investigative. Secondo lei, nelle indagini bisogna certamente arrivare al colpevole, ma se ci si arriva senza urtare troppo l’establishment è decisamente meglio.

Claudio Bigagli è il Dott. Fontana, medico legale: un sessantenne professionale, ma anche molto simpatico. La sua grande esperienza gli permette di ipotizzare velocemente le possibili dinamiche del delitto e di fornire a Fosca un’analisi lucida e sempre efficace. È nonno di un bambino che è spesso al centro dei suoi pensieri e che lo tartassa allegramente di telefonate anche nel pieno di un’autopsia. Ha un ottimo rapporto con Fosca giocato spesso sul filo dell’ironia e riesce a farla sorridere anche nelle situazioni più complicate.

Maria Malandrucco è Susy: il suo stile è stravagante, le piace Cosimo -per cui lavora in enoteca- e non si vergogna di farglielo capire, ma lui non ci casca. Fosca non è gelosa di Susy: la vede come una delle tante ragazze che si innamorano del suo amico senza speranza.

Fosca Innocenti, regista e sceneggiatori

A dirigere i quattro episodi della serie è Fabrizio Costa, regista già avvezzo a numerose fiction italiane: è stato dietro la macchina da presa, ad esempio, di Donna Detective, Il Commissario Nardone, di numerosi episodi di Purché Finisca Bene e di Luce Dei Tuoi Occhi. Il soggetto di serie e la sceneggiatura, invece, sono di Dido Castelli (Provaci ancora Prof!) e Graziano Diana (Lo zio d’America, Amiche, Carla).

Fosca Innocenti, dove è stato girato?

La location principale per le scene in esterni è Arezzo, tant’è che la serie gode del contributo della Toscana Film Commission, della Fondazione Arezzo Intour e del Comune di Arezzo nella sua realizzazione. Le scene in interni, invece, sono state girate a Roma. La serie è una co-produzione Rti-Banijay Studios Italy.

Fosca Innocenti, dove vederlo?

E’ possibile vedere la serie durante la sua messa in onda su Canale 5, oppure in streaming su Mediaset Play, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone. A questo link la pagina ufficiale della serie.

Fosca Innocenti, trailer

Ecco il trailer della serie:

Fosca Innocenti, foto

Ecco le foto della serie: