Sky Originals, ecco le serie tv italiane della stagione 2022/2023

Dai ritorni di Petra, Romulus, Christian ed A Casa Tutti Bene alle novità Call My Agent, Il Grande Gioco, Unwanted. E una serie sugli 883

“Coraggio, talento ed ambizione”: queste le caratteristiche che, secondo Nils Hartmann (Executive Vice President Sky Studios Italy & Germany), sono richieste alle produzioni seriali che Sky Italia propone ai propri abbonati. E nella stagione 2022/2023 Sky continua nel suo percorso di valorizzazione del proprio comparto dedicato alle serie tv originali italiane con titoli nuovi e graditissimi ritorni.

Non è un caso che la presentazione della line-up dei nuovi contenuti della prossima stagione sia cominciata con un grosso capitolo dedicato alle Originals italiane.

Sono dieci, in tutto, le serie italiane che Sky proporrà sui propri canali lineari (ed in streaming su Now) a partire da settembre 2022 e fino alla primavera inoltrata del 2023. Un mix di ritorni e novità, sempre con l’obiettivo che la pay tv si era già prefissata nella stagione scorsa di diversificare l’offerta.

Sarà così anche l’anno prossimo: dai gialli di Petra 2 (con Paola Cortellesi ed Andrea Pennacchi) e de I Delitti del BarLume (al traguardo delle dieci stagioni) al drama storico di Romulus 2, passando per una delle novità più attese, ovvero il remake italiano di Call My Agent.

E poi il western Django, Il Grande Gioco (ambientato nel mondo del calcio, anche questa una scommessa molto ambiziosa) ed Unwanted, sul tema dei migranti tratto da un’inchiesta -e chissà che non si proponga, proprio per questo, come l’erede di Gomorra-.

Senza dimenticare i ritorni di quelle serie che nei mesi scorsi si sono fatte conoscere: Christian 2, A Casa Tutti Bene 2 ed Il Re 2, i cui set sono già aperti o lo saranno a breve, a cui si aggiungerà la seconda stagione di Blocco 181.

Infine, annunciate anche le novità ancora in fase di pre-produzione, destinate quindi ad andare in onda più in là: da L’Arte della Gioia, prima serie tv diretta da Valeria Golino, Dostoevskij dei fratelli D’Innocenzo con protagonista Filippo Timi, passando per le serie tratte dai libri La Città dei Vivi ed M. Il figlio del secolo. La bombetta della serata, è stata però l’annuncio della produzione di una sere dramedy che ripercorrerà la storia di Max Pezzali e Mauro Repetto, gli 883, diretta da Sydney Sibilia. Il titolo? Ovviamente Hanno ucciso l’uomo ragno.

Sky, le serie tv italiane 2022-2023

Petra 2

Petra 2
© Luisa Carcavale

Prodotta da Sky, Cattleya -parte di ITV Studios- e Bartlebyfilm, in collaborazione con BETA FILM
Scritta da da Giulia Calenda, Furio Andreotti e Ilaria Macchia, con la collaborazione alle sceneggiature di Paola Cortellesi
Tratta dai libri di Alicia Giménez-Bartlett (Sellerio)
Regia di Maria Sole Tognazzi
Quattro episodi, dal 21 settembre
Arrivano quattro nuove storie dell’ispettore Petra Delicato (Paola Cortellesi), che con il suo vice Antonio Monte (Andrea Pennacchi) sono alle prese con quattro nuove indagini a Genova: un omicidio all’interno di un comprensorio esclusivo, una catena di morti tra i senza fissa dimora, un duplice assassinio durante il Carnevale, il furto di una pistola – e non una pistola qualsiasi. Forti del loro rapporto ormai consolidato, Petra e Antonio sembrano avere trovato l’equilibrio perfetto. Si potrebbe pensare che non abbiano bisogno d’altro per essere felici, ma la vita riserva sempre delle sorprese. Soprattutto quando si è pronti a rimettersi in discussione, ad accogliere con curiosità i nuovi incontri e a dare ascolto a un ulteriore, inaspettato, desiderio di cambiamento.

Romulus 2

Prodotta da Sky, Cattleya e Groenlandia, in collaborazione con ITV Studios
Scritta da Filippo Gravino e Guido Iuculano, con Flaminia Gressi e Federico Gnesini
Diretta da Matteo Rovere, Michele Alhaique, Enrico Maria Artale e Francesca Mazzoleni
Otto episodi, ad ottobre
Torna la serie tv che racconta la nascita di Roma come non è mai stato fatto prima. Ai protagonisti della prima stagione Andrea Arcangeli (Yemos), Marianna Fontana (Ilia) e Francesco Di Napoli (Wiros) si aggiungono, negli otto nuovi episodi: Valentina Bellè nei panni di Ersilia, a capo delle sacerdotesse Sabine; Emanuele Maria Di Stefano interpreta il re dei Sabini Titos Tatios, figlio del Dio Sancos, il più potente nemico di Roma; Max Malatesta è Sabos, consigliere e braccio destro del re dei Sabini; Ludovica Nasti veste i panni di Vibia, la più giovane fra le sacerdotesse Sabine; mentre Giancarlo Commare è Atys, il giovane re di Satricum. Tornano anche Sergio Romano (Amulius), Demetra Avincola (Deftri) e Vanessa Scalera (Silvia). Come già la prima, anche la seconda stagione della serie sarà interamente girata in protolatino. Nei nuovi episodi ritroveremo Yemos e Wiros che, uniti come fratelli, hanno fondato la loro città e l’hanno consacrata a Rumia. Roma e i suoi due re diventano presto un simbolo di libertà e accoglienza, ma accendono l’attenzione di un nemico potente: Titos Tatios, il re dei Sabini. La produzione della serie è la più sostenibile delle italiane. targate Sky Original, in linea con l’impegno del gruppo Sky che con la campagna Sky Zero punta a essere la prima media company in Europa a diventare Net Zero Carbon entro il 2030.

Il Grande Gioco

Il Grande Gioco
© Federica Di Benedetto

Prodotta da Sky Studios ed Èliseo Entertainment
Da un’idea di Alessandro Roja
Scritta da Tommaso Capolicchio, Giacomo Durzi, Filippo Kalomenidis, Marcello Olivieri e Andrea Cotti
Regia di Fabio Resinaro e Nico Marzano
Otto episodi, a novembre
Riflettori puntati, per la prima volta, sul dietro le quinte di uno degli sport più amati al mondo, il calcio: al centro, infatti, il lavoro dei procuratori sportivi e gli interessi economici e politici che possono gravitare dietro l’ingaggio di un calciatore o il successo di un’intera squadra. Francesco Montanari veste i panni di un procuratore calcistico che, all’apice della sua carriera, viene arrestato per scommesse clandestine e perde tutto. Con Montanari nel cast anche Elena Radonicich nei panni di sua moglie Elena e Giancarlo Giannini, fra gli attori più amati e premiati del cinema italiano, in quelli del padre di lei, magnate dell’agenzia di calciatori più potente in Italia.

I Delitti del BarLume 10

I Delitti del BarLume 10
© Paolo Ciriello

Prodotta da Palomar
Regia di Roan Johnson
Liberamente ispirata dalla saga de “I delitti del BarLume” di Marco Malvaldi (Sellerio)
Tre episodi, in onda prossimamente
Filippo Timi veste ancora i panni del barista investigatore Massimo Viviani, Lucia Mascino quelli del Commissario Fusco, i “vecchini” Alessandro Benvenuti (Emo), Marcello Marziali (Gino), Atos Davini (Pilade), Massimo Paganelli (Aldo), mentre Enrica Guidi è la barista Tizi, Corrado Guzzanti è Paolo Pasquali, assicuratore di origini venete, e Stefano Fresi è Beppe Battaglia, fratellastro di Massimo. Cos’hanno in comune un amministratore di condominio, una pediatra che balla la zumba e un resort di lusso? Sono i nuovi casi del BarLume!

Call My Agent Italia

Chiami il mio agente
© Sara Petraglia

Prodotta da Sky e Palomar
Scritta da Lisa Nur Sultan
Regia di Luca Ribuoli
Tratta dalla serie francese Chiami il mio agente!
Sei episodi, in onda nel 2023
Benvenuti dietro le quinte dello show business italiano dal punto di vista di chi si occupa di gestire le carriere -e le vite- delle star, gli agenti. Lea, Gabriele, Vittorio ed Elvira sono l’anima della CMA e a questa danno l’anima, pronti a tutto pur di far brillare le loro stelle. Manager, amici, confidenti e psicologi: un buon agente è tutto questo e anche di più. E loro, ognuno col proprio stile, sono i migliori. Tra giornate frenetiche e nottate mondane, a rimetterci è la loro vita privata… Ma in fondo si divertono troppo per accorgersene. Ma con la partenza del fondatore Claudio Maiorana le cose si faranno un po’ più complicate. Nel cast Michele Di Mauro, Maurizio Lastrico, Sara Drago, Emanuela Fanelli, Paola Kaze Formisano e Marzia Ubaldi. Numerose le guest-star: Stefano Accorsi, Paola Cortellesi, Matilda De Angelis, Pierfrancesco Favino, Corrado Guzzanti e Paolo Sorrentino daranno filo da torcere agli agenti e ai loro assistenti, questi ultimi interpretati da Sara Lazzaro, Francesco Russo e Paola Buratto.

Django

Django serie tvProdotta da Cattleya, parte di ITV Studios, e Atlantique Productions e co prodotta da Sky e CANAL+, in collaborazione con Odeon Fiction e StudioCanal TV
Scritta da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli, entrambi anche co-autori del soggetto di serie insieme a Francesco Cenni e Michele Pellegrini; due episodi sono stati scritti da Max Hurwitz
Direttrice artistica Francesca Comencini
Regia di Francesca Comencini, David Evans ed Enrico Maria Artale
Dieci episodi, nel 2023
La serie rilegge liberamente e in chiave contemporanea l’omonimo classico western di Sergio Corbucci, attraverso una storia avvincente e un’accurata rappresentazione del periodo portato in scena. Il pluripremiato attore Matthias Schoenaerts interpreta Django, Noomi Rapace è invece Elizabeth, la temibile e spietata nemica di John Ellis, il principale antagonista di Django interpretato da Nicholas Pinnock; Lisa Vicari veste invece i panni di Sarah, la figlia che Django credeva morta.

Unwanted

Unwanted Sky
© Francesca Cassaro

Prodotta da Sky Studios insieme a Pantaleon Films e a Indiana Production; NBCUniversal Global Distribution è il distributore internazionale
Creata da Stefano Bises
Scritta da Stefano Bises, con la collaborazione di Alessandro Valenti, Bernardo Pellegrini e Michela Straniero
Liberamente ispirata al libro-inchiesta “Bilal” di Fabrizio Gatti
Regia di Oliver Hirschbiegel
Otto episodi, nel 2023
La serie racconta cosa accade quando una nave da crociera, la Orizzonte, piena di turisti occidentali, trae in salvo un gruppo di migranti a seguito del
naufragio della loro imbarcazione. Le storie dell’equipaggio e dei passeggeri della crociera si intrecceranno con quelle dei nuovi ospiti della nave. La situazione precipiterà quando alcuni dei migranti, scoperto che la crociera si muove verso la Libia, dalla quale sono partiti, per disperazione decidono di prendere in ostaggio la nave. Nei panni del capitano della Orizzonte, Marco Bocci guida un grande cast internazionale composto da Jessica Schwarz, Dada Fungula Bozela, Hassan Najib, Jonathan Berlin, Jason Derek Prempeh, Cecilia Dazzi, Francesco Acquaroli, Barbara Auer, Sylvester Groth, Marco Palvetti, Denise Capezza, Nuala Peberdy, Samuel Kalambay, Amadou Mbow, Edward Apeagyei, Reshny N’Kouka, Onyinye Odokoro, Massimo De Lorenzo e Scot Williams.

Christian 2

Christian 2 Sky
© Lucia Iuorio

Prodotta da Sky e Lucky Red, in collaborazione con Newen Connect, anche distributore internazionale
Liberamente ispirata alla graphic novel “Stigmate” di Lorenzo Mattotti e Claudio Piersanti (Logos Edizioni)
Da un’idea di Roberto “Saku” Cinardi
Soggetto di serie di Francesco Agostini, Giulio Calvani, Valerio Cilio, Stefano
Lodovichi, con la collaborazione di Patrizia Dellea
Scritta da Valerio Cilio, Patrizia Dellea, Stefano Lodovichi e Valentina Piersanti
Sei episodi, in onda nel 2023
Nei nuovi episodi, dopo la morte del boss Lino (Giordano De Plano) la Città-Palazzo ha bisogno di un nuovo re e per Christian (Edoardo Pesce) arriva il momento di applicare il suo dono e costruire quel regno predetto dal Biondo (Giulio Beranek). Christian dovrà imparare cosa significhi passare da piccolo delinquente a santo, da uno dei tanti a punto di riferimento di un’intera comunità, diventando “il re” di Città-Palazzo ed imparando a compiere scelte in nome del bene di tutti. Al suo fianco i vecchi amici ma anche nuovi ostacoli e
nemici sempre più insidiosi. Nel cast ritroviamo Silvia D’Amico (Rachele), Antonio Bannò (Davide), Gabriel Montesi (Penna), Ivan Franek (Padre Klaus), Claudio Santamaria (Matteo), Francesco Colella (Tomei) e Romana Maggiora Vergano (Michela). Tra i nuovi ingressi, Laura Morante, che interpreterà un misterioso personaggio pieno di sorprese, e Camilla Filippi, che sarà Esther, una donna che non sembra vivere bene la presenza di Christian.

A Casa Tutti Bene 2

A Casa Tutti Bene 2
© Andrea Miconi

Prodotta da Sky e Marco Belardi per Lotus Production (società di
Leone Film Group)
Scritta da Gabriele Muccino, Barbara Petronio (anche produttrice creativa), Camilla Buizza, Gabriele Galli e Andrea Nobile
Regia di Gabriele Muccino
In onda nel 2023
I Ristuccia e i Mariani saranno chiamati ad affrontare prove inaspettate, ciascuno guidato dal proprio desiderio. Ma, per tutti, la felicità è un’illusione impossibile da afferrare. Nel cast Francesco Acquaroli, Laura Adriani, Valerio Aprea, Euridice Axen, Maria Chiara Centorami, Silvia D’amico, Mariana Falace, Antonio Folletto, Federico Ielapi, Simone Liberati, Milena Mancini, Sveva Mariani, Emma Marrone, Francesco Martino, Alessio Moneta, Laura Morante, Francesco Scianna e Paola Sotgiu.

Il Re 2

Il Re 2
© Andrea Pirrello

Prodotta da Sky Studios con Lorenzo Mieli per The Apartment e con Wildside, entrambe società del gruppo Fremantle, in collaborazione con Zocotoco
Soggetto di serie di Alessandro Fabbri e Peppe Fiore
Scritta da Alessandro Fabbri, Peppe Fiore e Federico Gnesini
Regia di Giuseppe Gagliardi
In onda nel 2023
Imprigionato nel suo stesso carcere per scontare il peso delle sue colpe, nei nuovi episodi Bruno Testori (Luca Zingaretti) viene reintegrato sul trono di sovrano dai servizi segreti, che gli chiedono di mettere il suo potere al servizio del bene del Paese. Ma il confine tra bene e male è sempre più labile. Nel cast Isabella Ragonese nei panni di un’agente della polizia carceraria del San Michele; Anna Bonaiuto, che interpreta il pubblico ministero che indaga sulla rete di illeciti e connivenze che fanno capo a Testori, e Barbora Bobulova, che nella serie è l’ex moglie del protagonista.

Sky, le serie tv italiane in onda prossimamente

M. Il figlio del secolo

M. Il figlio del secolo
© Greta Stella

Prodotta da Lorenzo Mieli con The Apartment Pictures, società del gruppo Fremantle, in collaborazione con Pathé; distribuzione internazionale di Fremantle
Scritta da Stefano Bises, affiancato alla sceneggiatura da Davide Serino
Tratta dall’omonimo romanzo di Antonio Scurati
Otto episodi, in onda prossimamente
La serie ripercorrerà la storia dalla fondazione dei Fasci Italiani nel 1919 fino al famigerato discorso di Mussolini in parlamento dopo l’omicidio del deputato socialista Giacomo Matteotti nel 1925. Offrirà inoltre uno spaccato del privato di Mussolini e delle sue relazioni personali, tra cui quelle con la moglie Rachele, l’amante Margherita Sarfatti e con altre figure iconiche dell’epoca. Come il romanzo, la serie racconterà la storia di un Paese che si è arreso alla dittatura e la storia di un uomo che è stato capace di rinascere molte volte dalle sue ceneri. Gli accadimenti saranno narrati con accuratezza storica, con ogni evento, personaggio, dialogo e discorso storicamente documentato o testimoniato da più fonti.

La città dei vivi

Prodotta da Sky con CinemaUndici e Lungta Film
Tratta dall’omonimo libro di Nicola Lagioia
In onda prossimamente
Il feroce omicidio senza movente di Luca Varani, consumatosi nel marzo 2016 a Roma ad opera di Manuel Foffo e Marco Prato, resta uno dei casi di cronaca nera più sconvolgenti degli ultimi anni. La serie ricostruisce e analizza la vicenda. Un’indagine sulla natura umana, sulla responsabilità e la colpa, sull’istinto di sopraffazione e il libero arbitrio.

L’arte della gioia

L'arte della gioia
© Gianmarco Chieregato

Prodotta da Sky e HT Film
Scritta da Valeria Golino, Francesca Marciano, Valia Santella,
Luca Infascelli e Stefano Sardo
Tratta dall’omonimo romanzo postumo di Goliarda Sapienza (Giulio Einaudi Editore)
Regia di Valeria Golino
In onda prossimamente (primo ciak in Sicilia nel 2022)
La serie racconta la storia di una ragazzina della Sicilia di inizio ‘900 che scopre la sessualità e il desiderio di una vita migliore di quella che ha sempre avuto. Spregiudicata, sensuale e coraggiosa, Modesta è una protagonista unica e precorritrice dei tempi. Animata da un insaziabile desiderio di conoscenza, di amore e di libertà, si troverà per questo a scontrarsi con le regole della società della sua epoca e, spesso, obbligata a fare scelte estreme per vivere la propria vita come meglio crede.

Hanno ucciso l’uomo ragno

Hanno ucciso l'uomo ragnoProdotta da Sky e Groenlandia
Scritta da Sydney Sibilia, Chiara Laudani, Francesco Agostini, Giorgio Nerone
Regia di Sydney Sibilia
Max Pezzali e Mauro Repetto, meglio conosciuti come gli 883, contro ogni aspettativa hanno cambiato la musica italiana degli anni ’90. Gli adolescenti Max e Mauro sono degli sfigati a detta di tutti. Quando però iniziano a scrivere canzoni insieme, queste diventano immediatamente delle hit, sorprendendo tutti, in primis loro stessi, e rendendoli icone che ancora oggi fanno cantare ed emozionare generazioni di fan.

Dostoevskij

DostoevskijNuova in-house production Sky Studios per l’Italia
Scritta e diretta da Fabio e Damiano D’Innocenzo
In onda prossimamente, primo ciak entro il 2022
La serie, un noir investigativo che indaga l’animo umano in tutta la sua abissale complessità, racconta le indagini di un brillante detective dal passato doloroso, Enzo Vitello, interpretato da Filippo Timi. Enzo si trova a indagare sulla scia di sangue di uno spietato serial killer, soprannominato Dostoevskij a causa delle lettere piene di dettagli macabri che lascia sulle scene del crimine. Ossessionato dalle parole del killer, il poliziotto arriva al punto di intraprendere una pericolosa indagine in solitaria, avvicinandosi sempre di più all’inquietante verità, mentre cresce in lui il bisogno di chiudere i conti con il passato.