M. Il Figlio del Secolo, Sky si prende l’adattamento del romanzo di Scurati

Stefano Bises è stato scelto per la sceneggiatura dell’adattamento, le riprese inizieranno nel 2023

M. Il Figlio del Secolo diventa una serie tv. Adesso è ufficiale. Nel lontano 2018 la casa di produzione Wildside si era assicurata i diritti del romanzo di Antonio Scurati, vincitore del premio Strega. Oggi dal MipTv di Cannes arriva l’annuncio ufficiale del progetto, M. Il Figlio del Secolo diventerà una serie tv in 8 episodi per Sky e NOW, prodotta da Sky Studios, The Apartment Pictures di Lorenzo Mieli del gruppo Fremantle, in collaborazione con Pathè.

A scrivere l’adattamento di M. Il Figlio del Secolo uno degli sceneggiatori che più hanno segnato la serialità di Sky, come Stefano Bises già dietro Gomorra – La Serie, The New Pope, ZeroZeroZero. Accanto a lui Davide Serino che ha lavorato a 1992, Il Re, Esterno Notte.

M. Il Figlio del Secolo racconta la nascita del fascismo in Italia e l’ascesa al potere del Duce Benito Mussolini, uno spaccato fondamentale della nostra storia. Il libro non è solo il racconto della vita di Mussolini ma un racconto del fascismo senza alcun filtro politico e ideologico. Alla base c’è una forte ricerca documentale per riportare i fatti nel modo in cui sono accaduti.

Tutto questo si ritroverà nella serie in 8 episodi, che non è presentata come una miniserie e quindi non chiude le porte a uno sviluppo su più stagioni. Non a caso la serie racconterà il periodo che va dalla fondazione dei Fasci Italiani nel 1919 fino al discorso di Mussolini in Parlamento dopo l’omicidio del deputato socialista Giacomo Matteotti nel 1925. Ampio spazio sarà dedicato al privato di Mussolini, alla moglie Rachele, all’amante Margherita Sarfatti, alle sue relazioni personali e ai rapporti con altre figure dell’epoca.

L’obiettivo è raccontare la storia di come si arrivò alla dittatura e al contempo quella di un uomo che più volte è risorto dalle sue ceneri. Le riprese di M. Il Figlio del Secolo inizieranno nel 2023 con la serie che arriverà quindi tra il 2023 e il 2024 su Sky e NOW in Italia e negli altri paesi europei, mentre Fremantle la distribuirà all’estero. Il romanzo, pubblicato da Bompiani in Italia, è stato tradotto in 46 lingue e uscirà per HarperCollins in questi giorni negli USA.

Nils Hartmann Executive Vice President Sky Studios Italy and Germany, ha commentato come “realizzare una serie tv basata su questo lavoro è un’;opportunità che non potevamo lasciarci sfuggire“. Per Antonella d’Errico Executive Vice President Programming Sky Italia è un racconto “necessario e urgente che siamo orgogliosi di portare sullo schermo” e la dirigente Sky sottolinea come si stiano avventurando in un territorio controverso un tema duro e ancora per larga parte irrisolto della nostra contemporaneità.

Da The Apartment Lorenzo Mieli sottolinea come questa serie “ha oggi un grande valore soprattutto in questi anni in cui abbiamo assistito alla nascita di forme nuove di populismo, sovranismo e autoritarismo. È un racconto di straordinaria attualità, ma anche un viaggio nelle smodate ambizioni, capacità seduttive, relazioni e paure di un uomo che ha fatto innamorare di sé una parte consistente del popolo italiano per poi trascinarlo in un baratro.” Un concetto ribadito da Antonio ScuratiAbbiamo bisogno di narrazioni capaci di risvegliare la passione della libertà. La lotta tra democrazia e dittature non è finita“.

Non resta che aspettare i prossimi mesi per capire chi farà parte del cast di M. Il figlio del secolo e scoprire a chi sarà affidato il ruolo di Mussolini.