I più visti del 2022 su Netflix: Stranger Things, Mercoledì e Dahmer (e per l’Italia…)

Stranger Things, Mercoledì e Dahmer sono stati i titoli più visti. E l’Italia compare tra i film…

 

Tempo di classifiche di fine anno anche per le piattaforme, ormai protagoniste e non più comprimarie nel panorama dell’intrattenimento globale. Se gran parte di esse restano titubanti nel rivelare i propri numeri e risultati, Netflix non si è fatta invece scappare l’occasione di celebrare il 2022 ricordando quali sono stati i suoi maggiori successi, ovvero le serie tv più viste e non solo.

Lo fa con una Top Ten che tiene conto delle ore di visualizzazione ricevute dai vari titoli distribuiti a livello internazionale nel corso dell’anno. Il trono non poteva non essere occupato da Stranger Things 4, diventata la serie tv più vista dell’anno su Netflx. Un successo che si è riversato anche su altri fronti, come quello musicale: “Running Up That Hill”, colonna sonora di una delle scene clou della stagione, è stata la sesta canzone più cercata e la decima canzone di tendenza su TikTok nel 2022, mentre la sua interprete Kate Bush è stata la settima artista più cercata (e scoperta da milioni di ragazzi e ragazze).

Uscita solo il 23 novembre scorso, Mercoledì è riuscita a scalare questa classifica conquistando il secondo posto: un successo inarrestabile, quella della prima serie tv diretta da Tim Burton e che ha consacrato la giovanissima Jenna Ortega. E anche in questo caso, il successo ha toccato anche il mondo musicale, con “Goo Goo Muck” dei Cramps e “Bloody Mary” di Lady Gaga, quest’ultima in persona artefice della diffusione virale del fenomeno Mercoledì e della coreografia riprodotta ormai in ogni dove e da chiunque.

Terzo posto per Mostro: La storia di Jeffrey Dahmer, altra serie diventata fenomeno riuscendo ad uscire dagli angoli del piccolo schermo e trasformandosi in argomento di discussione. Da notare che queste tre serie sono riuscite ciascuna a superare il miliardo di ore di visione, diventando -insieme a Bridgerton 2 ed Inventing Anna– le serie in lingue inglese più popolari di sempre della piattaforma.

Stupisce, però, che nella Top Ten (la potete vedere nell’immagine in alto) manchi The Crown 5. Uno dei fiori all’occhiello di Netflix, forte dell’impennata di visioni delle stagioni precedenti a settembre (mese in cui è venuta a mancare la Regina Elisabetta II), non è riuscita a comparire tra i dieci titoli più visti degli ultimi dodici mesi.

Guardando invece alla Top Ten delle serie tv non in lingua inglese, i primi due posti sono occupati da due titoli coreani, a testimonianza ancora una volta di come la Corea stia regalando serie capaci di uscire dai propri confini e diventare oggetto di interesse per un pubblico più vasto: Non siamo più vivi ed Avvocata Woo restano tra i titoli più curiosi che hanno debuttato quest’anno. Dagli zombie alle storie di inclusione, i coreani continuano a meritare un occhio di riguardo.

E l’Italia? Purtroppo nessuna nuova serie nostrana è riuscita nella difficile impresa di scalare questa classifica, ma il Tricolore svetta in un’altra Top Ten, quella dedicata ai film originali Netflix non in lingua inglese. Qui, all’ottava posizione, troviamo “Il mio nome è vendetta”, produzione tutta italiana della Colorado Film, diretta da Cosimo Gomez e con protagonista Alessandro Gassmann.