Gigi Proietti, Edmund Kean su Rai 1 è una vera Strenna (e la seconda serata sta un po’ stretta)

Alberto Angela introduce l’opera intepretata e diretta da Gigi Proietti: peccato per l’ora, anche se il traino di Affari Tuoi poteva aiutare.

Gigi Proietti in seconda serata su Rai 1 con Edmund Kean introdotto da Alberto Angela: quel che è andato in onda nella seconda serata di sabato 26 dicembre 2020 è stato un vero e proprio regalo per il pubblico tv. Da una parte un monologo densissimo scritto da Raymund Fitzsimons per Ben Kingsley, adattato e tradotto dallo stesso Proietti, dall’altra la bellezza dell’interpretazione di un maestro che si fa teatro (e metateatro) in un contesto unico come quello del ‘suo’ Globe Theatre romano: il tutto in una no-stop televisiva mai interrotta dalla pubblicità, in onda dalle 23.05 alle 00.40 (con l’introduzione di Alberto Angela ad accogliere gli ultimi spot). Un vero omaggio della tv a uno degli ultimi grandi maestri del teatro italiano, un teatro inteso nella sua natura più popolare, nel suo essere patrimonio comune, oltre l’alto e il basso. Perché tutto è cultura.

Un evento teatrale che la Rai ha scelto di non ‘relegare’ a Rai 5, ma di trasmettere nella seconda serata dell’ammiraglia in una serata di festa. Una scelta non scontata e che si inserisce in una linea tracciata da qualche anno sui canali generalisti: una linea importante che solo a dicembre ha visto la messa in onda di una Prima della Scala 2020 inedita con A Riveder le Stelle, la prima di un’operazione rischiosa (e risultata ‘colpevolmente’ ibrida) come una nuova versione di Natale in casa Cupiello, diretta da Edoardo De Angelis con Sergio Castellitto protagonista. E se guardiamo a Rai 3, gli ultimi mesi hanno visto una spinta decisa verso il teatro, con l’esperimento (riuscito) di Qui e adesso, quello (pretestuoso) di Ricomincio da RaiTre e la messa in onda di una emozionante versione de Il Barbiere di Siviglia diretta da Mario Martone. Il 29 dicembre, poi, tocca a Puck nella seconda serata di Rai 2. E non è poco. E solo guardando alla proposta free dei tre canali generalisti e non al palinsesto infarcito di cultura di Rai 5 e Rai Storia o alla proposta on demand di RaiPlay, tra Teche, produzioni esclusive e prodotti di pregio. Da far presente a chi vuole finanziare una ‘netflix’ della cultura…

Comprensibile, e in fondo già ‘coraggiosa’, anche la scelta di posizionarlo nella seconda serata di un giorno di festa, caduto di sabato. A far da traino una puntata speciale (e leggera) di Affari Tuoi, condotta eccezionalmente da Carlo Conti), oltre alla presentazione di Alberto Angela: una posizione immaginiamo studiata che forse avrebbe avuto un effetto (magari più) positivo se tra la fine della puntata di Affari Tuoi (iniziato alle 20.35) e la presentazione di Angela (con l’anteprima in onda alle 22.50) non ci fosse stato il Tg1 60 secondi. Gli ascolti in questi casi, però, contano poco: valgono più le operazioni e le decisioni prese. E forse una prima serata fuori dal periodo di garanzia non avrebbe comunque stonato. Ma va bene (anche) così (e chi l’avesse perso, ha modo di recuperarlo su RaiPlay).

Ultime notizie su Gigi Proietti

Tutto su Gigi Proietti →