Palpate, insulti e bicchieri d’acqua che volano, l’ottobre horror della tv italiana

Palpate non gradite, insulti e bicchieri d’acqua che volano: l’ottobre horror della tv italiana. D’altronde è Halloween!

Ottobre particolarmente impegnativo per i moralizzatori col ditino alzato appassionati di tv. Troppe segnalazioni da analizzare, troppa indignazione da riversare sui vari canali social, troppa retorica da gestire. E il tempo per guardarsi allo specchio e interrogarsi se alla fine anche la televisione sia molto banalmente lo specchio della società, cioè di noi, è sempre meno.

Il bullismo dei concorrenti del Grande Fratello Vip ai danni di Marco Bellavia ha fatto arrabbiare i social, dove – tanto per far capire il clima sereno – ancora oggi Giovanni Ciacci (uno dei principali ‘colpevoli’) ha scelto di impedire i commenti a suoi post Instagram (si può solo mettere like, o andare oltre, che nel caso di Ciacci non è così male in effetti). Nel reality di Canale 5 comunque ce n’è per tutti i gusti e quindi non manca anche Elenoire Ferruzzi che accusa Nikita di portare sfiga e finisce per essere buttata fuori dalla Casa a furor di televoto (evidentemente non s’indignano solo i social, ma anche i televotanti).

Nella scuola della musica di Amici di Maria De Filippi, invece, volano bicchieri d’acqua tra professori (Todaro-Celentano, ed è subito scena cult D’Agostino-Sgarbi), ma anche insulti studente-docente (Wax ha dato del falso bastardo” a Zerbi). In effetti sempre meglio che sparargli con la pistola ad aria compressa, come accaduto a Rovigo.

La Rai non sta a guardare. Anzi, la Rai sta sul pezzo. Il merito, si fa per dire, è di Iva Zanicchi che dà della tr*ia a Selvaggia Lucarelli a Ballando con le stelle e poi si scusa (più o meno). La quota over del servizio pubblico regala contenuti agli indignati dei social anche con Memo Remigi, che a Oggi è un altro giorno palpa il sedere di Jessica Morlacchi, che non gradisce, e si scusa solo qualche giorno dopo su Instagram. Finale: contratto con la Rai risolto.

E così oggi termina un ottobre horror (d’altronde è il mese di Halloween) per la tv italiana. Il problema è che da domani è novembre.