Sanremo 2023: chi lo condurrà?

Quali sono le prospettive del prossimo Festival di Sanremo? La conduzione dell’edizione 73 sarà affidata ancora ad Amadeus? Gli sviluppi.

La 72° edizione del Festival di Sanremo va in archivio. Un’annata brillante sotto determinati aspetti e meno su altri e se ieri notte alle 3 del mattino si parlava con Gianni Morandi (3° classifcato), Elisa (2° classificata), Mahmood ed un Blanco ancora storditi dall’euforia della vittoria tra foto e domande della sala stampa, oggi è il giorno della chiusura di un cerchio.

I dati d’ascolto usciti domenica 6 febbraio, hanno testimoniato ancora una volta l’abbraccio del pubblico alla kermesse canora con risultati da capogiro, ed è sui numeri che da giorni si aggira una domanda: Ama-quater? Ciò che è stato ottenuto da Amadeus non è un obiettivo che passa inosservvato, affatto, è il perno che ci porta a fare una delle ipotesi più evidenti, sulla carta.

Resta comunque l’incognita e in questa settimana Amadeus non ci ha aiutato tanto a capire se la direzione artistica e la conduzione sarà ancora sua. “Dobbiamo ancora terminare questa edizione / poi ci penseremo / è un argomento di cui non abbiamo ancora parlato” sono le principali dichiarazioni che non hanno lasciato spiragli a possibili interpretazioni (seppur si tratta di parole che spesso vengono pronunciate da chi di Festival ne ha fatti più di uno).

L’ultima conferenza stampa di domenica 6 febbraio 2022, a cuor leggero, permette di sbottonarsi (Amadeus in primis) e leggere le possibilità che lui stesso può dare all’Ama-quater.

L’amministratore delegato Carlo Fuortes, presente all’incontro con i giornalisti si mostra con volto rilassato e sorriso stampato. Nel complimentarsi con Amadeus, scherza: “Mi consigliano di trasformare il cavallo morente davanti a Viale Mazzini (simbolo storico della Rai, ndr) in una statua equestre ad Amadeus” il plauso dell’AD evidenzia la felicità di Amadeus, gli viene rivolta una domanda chiaramente diretta al futuro del ritorno di Amadeus:

Si son fatte tante metafore, ma in questo caso vale squadra che vince non si tocca. Sarebbe pazzesco non partire da questa idea, ma dobbiamo parlarci, con Stefano (Coletta, ndr). Tutto è ancora da definire. Il primo che lo deve volere è Amadeus, dobbiamo essere sicuri di andare avanti in questa direzione. Ma con questo successo sarebbe da pazzi non partire da questa idea. Decideremo insieme.

Il triplete è una sensazione particolare” commenta Amadeus, coglie l’occasione per racchiudere la sua esperienza in un motto: “Il primo festival ha fatto ‘rumore’, il secondo ha fatto stare zitti e buoni, ma il terzo è da brividi“.

Quindi nessuna conferma, né smentita. A questo punto cosa potrebbe accadere? Quali sono le carte alternative? Amadeus accetterà oppure lascerà il posto ad altri? E in una prospettiva di possibili nuove conduzioni, quali potrebbero essere le alternative?

Sanremo 2023: le ipotesi sul futuro

Strade numerose, solo soffermandoci sulla conduzione della 73ma edizione la prima ipotesi ricade su Alessandro Cattelan a cui è stata affidata la conduzione dell’Eurovision. Cattelan è un nome in circolo da qualche anno, sin da quando il conduttore era al timone di X Factor. Una seconda possibilità potrebbe accendersi su una conduzione corale, magari tutta al femminile come è stata menzionata anche in una delle conferenze stampa di questa settimana.

Più remote ci sono i soliti noti: Paolo Bonolis (con alle spalle due festival condotti nel 2005 e nel 2009); Fabio Fazio (quattro conduzioni: le prime due nel 1999 e 2000, le altre nel 2013 e 2014); Gianni Morandi (un Sanremo condotto nel 2011 ed un bis nel 2012) che nella conferenza stampa post-finale però ha già allontanato l’ipotesi: “Ne ho fatti due e va bene così“; Claudio Baglioni (anch’esso doppio nel 2018 e 2019); Carlo Conti (con un tris dal 2015 al 2017), e in più Massimo Ranieri, fino ad ora solo artista in gara al Festival, ma anche conduttore di varietà come Fantastico nel 1989-90, Sogno e son desto su Rai 1 per tre edizioni tra il 2014 e il 2016, Qui e adesso su Rai 3 nel 2020.

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →