• Tv

Tv 2021, i programmi e i personaggi che hanno deluso

Programmi e personaggi tv flop del 2021: da Alessandro Cattelan a Barbara d’Urso, da Michelle Hunziker a Paolo Bonolis. E poi Rai2…

Se pensi alle delusioni della tv del 2021 non può non venirti in mente il nome di Alessandro Cattelan. Doveva essere un esperimento e tale è stato Da Grande, con esiti non fortunati, sia dal punto di vista degli ascolti tv sia da quello della critica. Malino è andato anche il 2021 di Michelle Hunziker, il cui All together now continua a non decollare, ma anche ad accumulare puntate e puntate, con addirittura anche una versione kids, andata in onda la sera di Natale su Canale 5 (ovviamente battuto dalla concorrenza di Rai1). Sarà per questo che la showgirl svizzera, accusata di razzismo per una gag a Striscia la notizia ad aprile scorso, il prossimo anno debutterà sulla rete ammiraglia di Mediaset con uno show tutto suo.

Tommaso Zorzi è un flop? Considerando le aspettative che si erano create dopo il suo trionfo al Grande Fratello Vip, sì. Fino a questo momento il suo largo seguito social si è trasformato in un nulla di fatto dal punto di vista televisivo.

Il 2021 è stato un anno complicato anche per alcuni mostri sacri della tv italiana, a partire da Barbara d’Urso, il cui ridimensionamento ad opera di Mediaset è sotto gli occhi di tutti (anche i suoi? Chissà). Nel 2022 potrebbe arrivare per lei la conduzione de La Pupa e il secchione, ma l’ipotesi di un suo allontanamento definitivo dall’infotainment di Mediaset è sempre più corposa.

E poi Paolo Bonolis, la cui vena artistica appare purtroppo sempre più in crisi ormai da qualche tempo. E Giancarlo Magalli, che dopo l’addio a I Fatti Vostri ha ottenuto il minimo indispensabile con Una parola di troppo (e intanto la saga, anche giudiziaria, con Adriana Volpe continua). Senza dimenticare Ilary Blasi, il cui nuovo programma Star in the star è stato un fallimento su tutti i fronti, così come lo è era stato Eurogames nel 2019.

Disastrosa la stagione televisiva di Rai2, la cui direzione di Ludovico Di Meo passerà alla storia per la chiusura di un titolo storico come Quelli che il calcio, che paga lo spostamento in prima serata, e il declino de Il Collegio, vero fenomeno mediatico tra i più giovanissimi, almeno fino a qualche mese fa. Ma l’elenco dei flop targati Rai2, proprio nel suo 60esimo anno di vita, è lungo, molto lungo, da Voglio essere un mago a La Caserma, passando per Anni 20.

Infine, è doveroso citare il caso di Propaganda Live, trasmissione di La7 di indubbia riuscita e con il grande pregio di aver fortemente fidelizzato il suo pubblico nel tempo. Il 2021, però, è stato segnato da due vicende che hanno colpito il programma di Zoro, mostrando anche una certa difficoltà di reazione. I riferimenti sono alle polemiche per le faccende Rula Jebreal e Roberto Angelini.