Fiction Rai 2022, tra remake, polizieschi e graditi ritorni, ecco che anno sarà

La Rai si dà agli adattamenti, con Noi, Studio Battaglia e Vostro Onore, mentre gioca sul sicuro con nuovi polizieschi, in varie salse

Questa rubrica si chiama Che Fiction Che Fa, ma questa volta ci sentiamo di rinominarla Che Fiction Che Farà. Perché con l’annuncio fatto da Rai Fiction a cavallo del Natale, è stata di fatto tracciata la strada della serialità della tv pubblica per il 2022. Una fiction fatta di graditi di ritorni, certo, ma anche -ovviamente- di novità, almeno per i telespettatori italiani.

Perché a balzare all’occhio, scorrendo i titoli annunciati da qui alla prossima primavera (salvo cambi di palinsesto), sono i remake di serie già andate molto bene all’estero e che ora cercano successo anche da noi con delle rivisitazioni ad hoc. Gli ottimi numeri fatti da Un Professore (remake di una serie spagnola) fanno ben sperare che l’azzardo della Rai di intraprendere questa via possa portare i suoi frutti.

Sicuramente, il titolo più rischioso sarà Noi, remake del popolarissimo This Is Us: mentre da noi la serie comincerà ad andare in onda, negli Stati Uniti l’originale volgerà al suo finale. Stando alla sinossi ufficiale, gli sceneggiatori italiani non hanno messo troppo mano alla storia, raccontando le vicende di una famiglia tramite due differenti archi temporali: il passato (il 1984 e gli anni Novanta) ed il presente. I Peirò saranno i Pearson italiani, ed a Lino Guanciale ed Aurora Ruffino spetterà un difficilissimo compito.

Non meno tosta è la sfida di Stefano Accorsi, che dovrà vestire i panni che negli Usa sono andati nientemeno che a Bryan Cranston: Vostro Onore è infatti il remake di Kvodo, miniserie israeliana che Showtime ha riadattato con il titolo Your Honor, mescolando legal drama e thriller con successo assicurato. Ed a proposito di legal drama, Rai Fiction si butta a capofitto nel genere tramite Studio Battaglia, adattamento italiano dell’inglese The Split, che racconterà le vicende di una famiglia a capo di un’importante studio legale e dei suoi avvocati divorzisti, madri e sorelle.

Lea Un nuovo giornoSul fronte medical drama, a dare man forte a Doc-Nelle tue mani 2 (in onda dal 13 gennaio) ci sarà Lea-Un nuovo giorno, che punterà sul viso rassicurante di Anna Valle per portare il pubblico in un reparto di Pediatria, a Ferrara: una storia che promette buoni sentimenti in corsia.

Ma senza ombra di dubbio anche per il 2022 Rai Fiction punta sui polizieschi, genere che regala più soddisfazioni e che può essere plasmato in numerosi modi: l’anno inizia, infatti, con Non mi lasciare (dal 10 gennaio), thriller sul tema degli abusi di minori online, con un altro volto riconoscibilissimo, ovvero quello di Vittoria Puccini. La casella de crime in formato commedia sarà occupata ancora da Màkari, con la seconda stagione di questa divertente serie rivelazione dell’inizio 2021, mentre Vincenzo Malinconico Avvocato giocherà soprattutto con l’ironia della vita vissuta dal protagonista, a cui darà volto Massimiliano Gallo, al suo primo ruolo da protagonista.

A Muso DuroAi film-tv, invece, toccherà lavorare sui racconti di impegno civile: da Tutto per mio figlio (storia di un padre che si schiera contro la camorra), ad A Muso Duro, storia del Dr. Antonio Maglio (Flavio Insinna), colui grazie a cui si devono le prime Paralimpiadi -disputate a Roma nel 1960-, fino a Rinascere, che racconterà la storia di Manuel Bortuzzo (interpretato da Giancarlo Commare).

A questo aggiungete i ritorni di Don Matteo, L’Amica Geniale e Volevo Fare la Rockstar, ma anche le novità dedicate a RaiPlay di Bangla-La serie ed Il Santone #LePiùBelleFrasiDiOscio, oltre alla miniserie La Sposa (dal 16 gennaio), il mistery Sopravvissuti ed alla docu-fiction Romanzo radicale, sulla vita di Marco Pannella. Questa sarà la fiction Rai della prima parte del 2022, una fiction di certezze, tra ritorni e remake, e qualche novità: chissà che tra queste non ci sia la prossima rivelazione tv.