Doc sbarca all’estero: accordo con la Sony per la vendita della serie (ed un remake americano)

Il titolo da serie tv americana ce l’ha già: Doc-Nelle tue mani, la fiction di Raiuno che si può tranquillamente definire il successo maggiore di questo 2020 televisivo, sbarca all’estero. Lo farà grazie a Sony Pictures International che, stando alle rivelazioni di Deadline Hollywood, ha acquistato dalla Lux Vide i diritti della serie tv per la sua vendita internazionale. E non solo.

Il remake di Doc, anche negli Stati Uniti

Doc - Nelle tue mani, Andrea e Giulia

Parte dell’accordo prevede infatti che la Sony si impegni a realizzare delle versioni locali di Doc-Nelle tue mani nei vari Paesi che ne saranno interessati. Tra questi, ci saranno anche gli Stati Uniti, da sempre patria del genere medical drama. C’è da dire che la serie è già in onda in Spagna e Portogallo, mentre a breve dovrebbe debuttare in Francia ed in Inghilterra.

“Doc è una storia umana dal fascino internazionale”, ha ammesso Mike Wald, vicepresidente esecutivo della sezione Distribution and network di Sony Pictures Television. “Il successo e l’apprezzamento che ha ricevuto in Italia, in gran parte senza precedenti negli ultimi anni, è un segno della sua unicità ed originalità”.

Wald ha poi aggiunto di non vedere l’ora di “portare questa produzione originale italiana sul mercato internazionale, e di lavorare con i nostri partner in giro per il mondo, compreso qui negli Stati Uniti, per sviluppare degli adattamenti locali”.

“Temevamo che il pubblico potesse allontanarsi di fronte ad un medical drama in piena pandemia”, ha aggiunto il produttore della serie Luca Bernabei, “in realtà è successo l’opposto. Questa è una notevole storia di un dottore che ha l’abilità di trasformare in qualcosa di buono la sua malattia”. Questa è la seconda collaborazione tra Lux Vide e Sony: le due case di produzione hanno già collaborato alla realizzazione di Leonardo, la serie tv dedicata a Da Vinci le cui riprese si sono concluse ad agosto ed in onda prossimamente su Raiuno.

Un Doc nella patria dei medical drama

L’annuncio è fresco di giornata, quindi parlare di chi, come e quando sarà realizzato il remake di Doc è prematuro. Certamente, però, fa sempre piacere sapere che una serie tv italiana riesce a fare breccia nel mercato straniero, fino a stuzzicare l’interesse degli americani.

Da Grey’s anatomy ad ER, passando per Dr. House, Scrubs e The Good Doctor, gli Stati Uniti hanno sempre dato grandi lezioni di medical drama, declinando il genere in più modi ed offrendo nel corso degli anni titoli che sono entrati di diritto tra le migliori serie tv offerte della tv generalista.

Doc, d’altra parte, deve molto alle serie tv sopra citate: se Grey’s anatomy resta il punto di riferimento principale -dall’attenzione per la location fino alla commistione di commedia e romanticismo all’interno delle relazioni tra i personaggi-, la serie tv con Luca Argentero si porta dietro anche qualche eco di Dr. House, soprattutto nel racconto dell’indagine del caso di puntata, così come di The Good Doctor sul fronte buoni sentimenti ed importanza del rapporto medico-paziente. Un mix di ingredienti che non potevano passare inosservati, neanche nella patria dei medical drama.