5 serie tv (+1) da vedere in streaming durante le feste su Amazon Prime Video

5 idee (più una extra) da vedere su Amazon Prime Video dal ricordo di Buffy al sogno di Dispatches from Elsewhere senza dimentica la Signora Maisel

Il recente approdo dell’app di Amazon Prime Video all’interno di Sky Q, magari faciliterà la scelta di una serie tv da vedere sulla piattaforma in questi giorni di festa. Disponibile per tutti gli abbonati al servizio Prime, che quindi non dà solo i pacchi, e in attesa di accogliere le partite diChampions League, Natale 2020 può essere l’occasione giusta per esplorare con tutta la famiglia il catalogo di Amazon Prime Video e scoprire nuove serie tv da guardare.

Il catalogo ha una doppia anima, da un lato c’è la profondità di titoli del passato come lo storico MacGyver, La Tata, Law & Order, dall’altra le tante novità contemporanee e di qualità sia originali che acquisite in esclusiva per l’Italia.

5 serie tv da vedere su Prime Video durante le feste

Buffy L’Ammazzavampiri il cult da far scoprire ai figli

Alla fine degli anni ’90 un piccolo grande cult è apparso nelle tv americane e poi in quelle di tutto il mondo, una rivoluzione nel genere del teen drama incrociato con il l’horror soprannaturale. Buffy – L’ammazzavampiri è una serie tv da riscoprire e apprezzare anche da adulti, provando a cogliere quelle sfumature che da adolescenti magari ci erano sfuggire, ma soprattutto da far scoprire alle nuove generazioni.

Eroina moderna Buffy sconfigge non solo i vampiri ma anche tutte le convenzioni, una serie con al centro una ragazza forte, tosta ma al tempo stesso con tutte le fragilità della sua età. Sette stagioni e 144 episodi forse sono un po’ troppi per questi giorni di festa ma il tentativo non sarà vano.

The Marvelous Mrs Maisel l’ospite ideale da invitare a cena

Se Buffy colpiva con la forza bruta, Midge Maisel travolge con la forza della parola. La Fantastica Signora Maisel, The Marvelous Mrs. Maisel è la Serie con la S maiuscola di Amazon Prime Video. Una commedia dal formato drama che travolge lo spettatore con i suoi dialoghi rapidi e sempre intelligenti, con i suoi personaggi che vivono, respirano insieme allo spettatore anche oltre lo schermo.

The Marvelous Mrs. Maisel è la storia di una donna capace di sfidare i tabù degli anni ’50, rompere le convenzioni, scappare da un matrimonio insoddisfacente e crearsi una vita come comica da stand-up, un’ambiente in cui le donne erano al massimo le cameriere dei locali. Impossibile non lasciarsi conquistare da Midge Maisel indecisa tra l’essere la brava casalinga che organizza le cene e l’essere l’ospite ideale capace di intrattenere tutti i commensali. La forza travolgente della signora Maisel, scuote la monotonia di chi la circonda e come un uragano dopo il suo passaggio niente e nessuno sarà come prima.

Dispatches From Elsewhere la serie da guardare quando tutti sono andati via

Dopo aver sistemato la casa, quando tutti si sono ritirati nelle proprie stanze, è il momento di dedicare un po’ di tempo a una serie tv di qualità ma non per tutti come Dispatches From Elsewhere, il sogno, il gioco, la passione di Jason Segal qui anche protagonista. Una serie tv in 10 episodi che chiede allo spettatore fiducia, pazienza, tenacia e tanta (ma tanta) voglia di lasciarsi trasportare.

Perchè Dispatches From Elsewhere prima ancora di essere un prodotto da apprezzare per la sceneggiatura, per gli attori, per le location è un’esperienza umana da vivere individualmente, una serie tv da vedere da soli che ti scuote nel profondo e non ti potrà lasciare indifferenti. Una serie che mostra diversi aspetti dell’animo umano e ci porta a interrogarci su chi siamo e su chi vorremmo essere in questo mondo che ci mastica e poi ci sputa via. Non è facile raccontare di che parla questa serie, Jason Seagal ha  preso ispirazione dal documentario di The Institute in cui si racconta un’esperienza di gioco realistico che a San Francisco per 3 anni ha coinvolto oltre 10000 persone, attirati da una serie di volantini piazzati in punti strategici della città. E partendo da questo spunto, la serie scava nella profondità dell’anima.

The Wilds e la sfida dell’adolescenza

The Wilds

Sopravvivere a questo Natale in lockdown è nulla in confronto all’esperienza delle protagoniste di The Wilds che si ritrovano su un’isola deserta dopo un incidente aereo. In parte teen drama, in parte survival e mystery drama, The Wilds è arrivato da poco su Amazon conquistandosi subito la conferma per una seconda stagione.

Apprezzabile per la varietà di personalità presenti, capace di rispecchiare la realtà più di tanti teen drama in circolazione, la serie riesce a catturare l’attenzione per l’equilibrio tra i diversi piani temporali tra il passato delle protagoniste, l’esperienza sull’isola e un altro aspetto che non si può rivelare senza rovinare la visione almeno dei primi episodi della serie.

Jack Ryan e Sneaky Pete per portare un po’ d’azione

Piccola deroga alla regola delle 5 serie tv con un doppio consiglio per portare un po’ di testosterone nelle maratone seriali durante queste feste. John Krasisnski (da riscoprire anche nei panni del simpatico Jim di The Office sempre su Amazon) è Jack Ryan nella serie tv ispirata al personaggio creato da Tom Clancy, un eroe per caso, che si ritrova suo malgrado al centro dell’azione. Costruita come un action vecchio stampo, sulla scia dei film di genere anni ’90 in cui la differenza tra buoni e cattivi è netta ed evidente, la serie con le sue due stagioni è un piacevole intrattenimento per risvegliare chi si è addormentato sul divano dopo il pranzo di Natale.

JKRYS2_208_KI_0893.tif

Il sesto consiglio, la deroga extra dpcm, è Sneaky Pete 3 stagioni e 30 episodi prodotti da Bryan Cranston anche presente nella prima stagione imperdibile per gli amanti delle serie tv incentrati su truffe e rapine. Giovanni Ribisi interpreta un uomo che uscito di prigione tenta una truffa alla famiglia del suo ex compagno di cella di cui ruba l’identità, finendo però per lasciarsi un po’ troppo coinvolgere da questa nuova famiglia.

I Video di TvBlog