Serena Rossi, è nata una nuova stella della fiction Rai (e Mediaset starà a guardare?)

L’attrice napoletana ha intrapreso una carriera in cui studio e lavoro le hanno permesso di arrivare lontano, tanto da essere un volto della tv del futuro

La sua è una di quelle storie in cui l’impegno e lo studio alla fine ripaga con successi ed apprezzamenti. Perché Serena Rossi, ad oggi, si può tranquillamente considerare uno dei volti di punta della fiction Rai, traguardo che ha raggiunto senza sgomitare e facendo le giuste scelte.

L’affetto del pubblico di Raiuno verso la giovane attrice napoletana è stato dimostrato anche con la prima puntata de La Sposa: quasi 6 milioni di telespettatori ed il 26,8% di share per una miniserie che fin dal titolo vede Rossi protagonista nei panni di Maria, calabrese costretta alla fine degli anni Sessanta al trasferimento al Nord Italia dopo un matrimonio per procura.

Prima ancora, esattamente un anno fa, era stata Mina Settembre a conquistare il pubblico di Raiuno: ed a questo proposito va detto che le avventure dell’assistente sociale di Napoli torneranno nella prossima stagione tv, tant’è che in questi mesi Rossi ed il resto del cast sono sul set per girare i nuovi episodi della seconda stagione, tratti dai romanzi di Maurizio De Giovanni.

Possiamo dire che è nata una nuova stella della fiction generalista? Assolutamente sì: il percorso di Serena Rossi è stato tale da permetterle di spaziare tra i vari generi televisivi, raggiungendo il pubblico più variegato. Dalla soap (Un Posto al Sole) ai film-tv (la sua interpretazione di Mia Martini fu vista nel 2019 da oltre 7 milioni di telespettatori), senza rinunciare alla conduzione (Canzone segreta e più di recente Danza con me). In mezzo, un po’ di teatro, tanto cinema ed il doppiaggio: è la voce di Anna di “Frozen” nonché della protagonista de “Il ritorno di Mary Poppins”, nella parte cantata. Perché sì, Serena Rossi sa anche cantare.

Se dovessimo pensare ad un altro volto così versatile tra tv e fiction ci verrebbe in mente Vanessa Incontrada: anche lei, su Raiuno, si è data volentieri alla conduzione ed alle serie, sempre con risultati lusinghieri. Poi, è avvenuto il passaggio a Mediaset: succederà anche con Serena Rossi?

Stiamo facendo fanta-tv, ma in effetti l’azienda di Cologno Monzese (dove Rossi ha già lavorato, in Ris Roma e Squadra Mobile) negli ultimi mesi ha messo a segno una serie di colpi per cui si è ritrovata ad avere delle fiction con alcuni volti amatissimi dal pubblico Rai: Anna Valle, Giuseppe Zeno ed, appunto, Incontrada. Serena Rossi potrebbe finire nella lista dei desideri di Mediaset, anche se non sarà così facile esaudire questo desiderio.

Da una parte, Mina Settembre sembra destinato ad andare in onda ancora a lungo (e ci sembra difficile che la protagonista di una serie di successo possa diventarlo anche di una serie della concorrenza); dall’altra, come detto, Rossi ha una versatilità tale per cui in quel di Viale Mazzini potrebbero offrirle ben altro oltre alla sola fiction. Insomma, una serie di opportunità professionali che sancirebbero un patto tra artista ed azienda.

Intanto, però, a Raiuno non resta che godersi l’affetto che il pubblico sta riversando su Serena Rossi e fare in modo che quest’ultima resti in Rai: sarà anche lei uno dei volti di quella tv del futuro e del ricambio generazionale, di cui si deve parlare anche quando si fa fiction.