La Rai querela Fedez per diffamazione e danno d’immagine

La Rai passerebbe alle vie legali dopo le accuse di Fedez di censura da parte della televisione di Stato nel Concerto del primo maggio

di Hit

 

Il “caso” è ormai noto, il rifermento è a Fedez e al Concerto del Primo Maggio andato in onda su Rai3, con relativo codazzo di polemiche. A margine di quell’evento musical-televisivo il popolare cantautore denunciò la presunta censura messa in campo dalla Rai,  pubblicando la telefonata intercorsa fra di lui e gli organizzatori del Concertone qualche ora prima dell’evento ed in cui intervenne fra gli altri anche la vice direttrice della terza rete Ilaria Capitani, registrazione poi che è stata successivamente pubblicata nella sua interezza. In sede di commissione di vigilanza poi il direttore della terza rete Franco Di Mare spiegò le ragioni della televisione pubblica a proposito della presunta censura che Fedez denunciò, parlando di una manipolazione dei fatti da parte dell’artista e respingendo quindi le sue accuse di censura. Nelle scorse ore lo stesso Fedez ha chiesto di essere sentito dalla Commissione e su questo il suo Presidente Alberto Barachini  ha inviato una lettera al cantante chiedendogli di fornire all’organismo parlamentare:

 “ove lo ritenesse opportuno una memoria in cui siano evidenziati ulteriori fatti o circostanze che abbiano un elemento di novità rispetto a quanto già reso pubblico fino ad oggi, in modo da mettere in condizione la Commissione di esprimersi compiutamente in relazione alla sua richiesta.”

 

Nel frattempo, secondo quanto apprendiamo in queste ore,  la Rai avrebbe dato mandato al suo ufficio legale di avviare querela contro Fedez per diffamazione aggravata e per grave danno d’immagine a seguito delle vicende di cui sopra. La querela, secondo le indiscrezioni che abbiamo raccolto,  dovrebbe essere depositata nei prossimi giorni. Per altro, proprio durante l’audizione in Commissione di Vigilanza è stato consigliato più volte al direttore della terza rete di procedere a querela a seguito delle sue affermazioni sulla “manipolazione” operata dallo stesso Fedez alla registrazione telefonica, la prima pubblicata dal cantautore lombardo. Ma su quello, come detto dallo stesso dirigente in quella sede,  doveva essere la Rai a decidere di procedere e stando a quanto apprendiamo la decisione da parte dell’azienda radiotelevisiva pubblica sarebbe arrivata proprio in queste ultime ore. Il caso Fedez-Rai dunque si arricchisce di nuovi tasselli e sembra davvero molto lontano dall’essere considerato chiuso.