Rai Fiction 2022/2023, ecco tutte le serie tv in onda nella prossima stagione

Come sarà la fiction Rai 2022/2023? Qui di seguito trovate tutti, ma proprio tutti, i titoli annunciati durante la presentazione dei palinsesti della prossima stagione della tv di Stato.Ovviamente, a fare la parte del leone è Raiuno, con numerosi titoli tra serie (nuove che di ritorno), film-tv, docufiction ed eventi. Davvero difficile riassumere tutto in

Come sarà la fiction Rai 2022/2023? Qui di seguito trovate tutti, ma proprio tutti, i titoli annunciati durante la presentazione dei palinsesti della prossima stagione della tv di Stato.

Ovviamente, a fare la parte del leone è Raiuno, con numerosi titoli tra serie (nuove che di ritorno), film-tv, docufiction ed eventi. Davvero difficile riassumere tutto in poche righe: lasciamo a voi la curiosità di scoprire trame e cast dei vari progetti, alcuni dei quali debutteranno già a settembre, mentre per altri dovremo attendere il 2023.

Facciamo solo alcune segnalazioni: per quanto riguarda Raiuno, l’arrivo dopo quattro stagioni su Raidue di Rocco Schiavone, una promozione che era già stata annunciata (con anteprima su TvBlog) tre anni fa, di cui poi non se ne fece più nulla. E poi l’annunciato addio di Elena Sofia Ricci da Che Dio Ci Aiuti 7 e di Daniele Liotti da Un Passo dal Cielo 7: nel primo caso, a prendere le redini del Convento degli Angeli Custodi sarà Azzurra/Francesca Chillemi, mentre nel secondo Manuela/Giusy Buscemi sarà promossa a protagonista. Una delle notizie del giorno riguarda Noi-La serie: la seconda stagione non si farà, nonostante gli annunci dei mesi scorsi.

Su Raidue, due attesissimi ritorni: Mare Fuori, con la terza stagione, e La Porta Rossa, anch’essa in arrivo con la terza -ed ultima stagione-. La seconda rete Rai ospiterà anche due produzioni all’interno dell’Alleanza Italia-Francia-Germania. E se su Raitre resta straconfermato Un Posto al Sole, le novità di RaiPlay riguardo soprattutto il pubblico adolescente.

Fiction Rai 1, autunno 2022

Mina Settembre 2

Da un’idea di Maurizio de Giovanni
Scritto da Fabrizio Cestaro, Fabrizia Midulla, Silvia Napolitano, Costanza Durante
Con Serena Rossi, Giuseppe Zeno, Giorgio Pasotti
Regia di Tiziana Aristarco
Una coproduzione Rai Fiction-Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano
Serie in 6 serate – Dramedy
Dopo il successo della prima stagione torna Mina Settembre, l’assistente sociale del Rione Sanità di Napoli che vive il suo lavoro con passione ed è quindi sempre impegnata a risolvere i problemi degli altri. Alla fine della precedente stagione Mina ha scoperto che la sua migliore amica Irene è stata l’amante di suo padre e che Gianluca, il figlio di Irene, è suo fratello. Mentre la vita sentimentale di Mina è in stallo, anche la sua convivenza con la madre sta per concludersi. Olga, infatti, parte inaspettatamente per un viaggio intorno al mondo e così Mina rimane sola, proprio nel momento cruciale in cui ha deciso di dare una seconda possibilità all’ex marito Claudio. L’arrivo della zia Rosa, però, spariglia di nuovo le carte in tavola e anche il ritorno dell’affascinante ginecologo Domenico promette di rendere la vita di Mina tutt’altro che semplice.

Imma Tataranni 2

Scritto da Mariolina Venezia, Salvatore De Mola, Pier Paolo Piciarelli, Michele Pellegrini, Luca Vendruscolo
Tratto dai romanzi Come piante fra i sassi, Maltempo, Rione Serra Venerdì, Via del riscatto, editi da Einaudi
Con Vanessa Scalera, Alessio Lapice, Massimiliano Gallo, Barbara Ronchi, Alice Azzariti, Carlo De Ruggieri, Ester Pantano, Monica Dugo, Dora Romano, Lucia Zotti, Cesare Bocci, Paolo Sassanelli, Francesco Foti, Piergiorgio Bellocchio e con la partecipazione di Carlo Buccirosso
Regia di Francesco Amato
Una coproduzione Rai Fiction-IBC Movie, prodotta da Beppe Caschetto e Anastasia Michelagnoli
Serie in 4 serate – Giallo
Torna -con gli ultimi quattro episodi della seconda stagione, inizialmente previsti per la primavera 2022- Imma Tataranni col suo modo di fare schietto e intelligente, pronta a colpire le ingiustizie in Procura come in famiglia, ad andare controcorrente e a guadagnarsi come sempre la scena. Nell’ultima puntata l’abbiamo vista mentire a Pietro mentre è fuori con Calogiuri. Si riparte quindi dall’amaro risveglio di Pietro che riceve sul suo cellulare una foto in cui Calogiuri ha le labbra pericolosamente vicine a quelle di sua moglie. In realtà, Imma è stata con Calogiuri nella casa che il ragazzo condivide con Jessica da quando stanno insieme, ma solo per raccogliere la deposizione di Giulio Bruno, l’architetto che ha deciso di collaborare con la giustizia e che fornisce la prova della relazione tra Saverio Romaniello e la cosca ‘ndranghetista dei Mazzocca. Nel frattempo, anche Vitali ha ricevuto la stessa foto che rappresenta il primo atto della macchina del fango messa in moto proprio da Romaniello per fermare le indagini di Imma. Per Imma, nel lavoro come nella vita privata, la situazione si complica. Pietro crolla sotto il peso del possibile tradimento, nonostante Imma gli giuri e spergiuri di non ricambiare il sentimento del giovane maresciallo e di non averlo baciato. La crisi sembra risolversi quando grazie a un incontro casuale Calogiuri chiede scusa a Pietro, aggiungendo anche che sta per sposarsi con Jessica e che nella sua vita c’è una grande novità. Pietro quindi si rilassa; Imma invece va su tutte le furie perché suo marito ha creduto al suo assistente e non a lei. Come se non bastasse, le giornate della PM sono gravate dall’immancabile conflitto con la figlia e dalla preoccupazione per la madre, rimasta sola dopo la partenza improvvisa del badante. Alla fine, è Imma a fare il passo decisivo con Pietro e a impegnarsi per risolvere i problemi di tutti. Anche quelli di Calogiuri, al quale sta per succedere qualcosa di inaspettato.

Vincenzo Malinconico-Avvocato d’insuccesso

Scritto da Diego De Silva, Massimo Reale, Gualtiero Rosella, Valerio Vestoso
Tratto dai romanzi di Diego De Silva, editi da Einaudi
Con Massimiliano Gallo, Denise Capezza, Francesco Di Leva, Teresa Saponangelo
Regia di Alessandro Angelini
Una coproduzione Rai Fiction-Viola Film, prodotta da Alessandro Passadore
Serie in 4 serate – Giallo, commedia
Vincenzo Malinconico, personaggio nato dalla penna di Diego De Silva, è un avvocato semi-disoccupato, un marito semi-divorziato e soprattutto un grandioso, irresistibile filosofo naturale. Avvocato d’insuccesso -forse più psicologo che avvocato- Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. Il suo portafoglio clienti ha un profilo decisamente leggero, si occupa di contenziosi non particolarmente impegnativi e non sempre porta a casa delle vittorie. C’è solo una cosa che sa fare davvero: filosofeggiare. Vincenzo ha sempre un pensiero in testa. Generalmente, un pensiero fuori tema. Il precariato professionale di Vincenzo va di pari passo con quello privato: Nives, la sua ex moglie, affermata psicologa, lo ha lasciato da tempo per sposare un architetto e
tuttavia non riesce a non tradire il nuovo marito con l’ex. Malinconico vorrebbe ricostituire l’unità famigliare ma viene puntualmente respinto. Eppure, quando Vincenzo inizierà una relazione con la bella collega Alessandra Persiano, Nives dimostrerà che non ha nessuna intenzione di farsi da parte. Vincenzo e Nives hanno due figli: Alfredo e Alagia, figlia di un precedente compagno di Nives. Per via della separazione, Vincenzo coltiva la colpa di non sentirsi un padre all’altezza ma è una convinzione solo sua, perché sia Alagia sia Alfredo gli sono profondamente legati. Rassegnato ormai alla sua triste routine, Malinconico viene chiamato d’ufficio a difendere un certo Mimmo ‘O Burzone, squallido macellaio di camorra su cui pende l’accusa di fare a pezzi cadaveri scomodi. In
un primo momento, Malinconico vorrebbe rifiutarsi di difenderlo, appellandosi a principi deontologici. Poi, convinto dalla figlia di Burzone, Brooke, che gli ricorda la sua Alagia, accetta l’incarico. Quest’avventura nei meandri della camorra, a cavallo tra commedia e giallo, darà a Malinconico l’occasione di conoscere Amodio Tricarico, surreale tuttofare della malavita che da un momento all’altro si autoproclama suo braccio destro e non lo lascia più, nella buona e nella cattiva sorte. Ed è proprio la cattiva sorte a dare il via all’indagine made in Malinconico, la notte in cui Brooke viene trovata assassinata senza un apparente motivo.

Il giro del mondo in 80 giorni

Scritto da Ashley Pharoah, Caleb Ranson
Con David Tennant, Ibrahim Koma, Leonie Benesch, Jason Watkins, Peter Sullivan, Lindsay Duncan, Dolly Wells, Richard Wilson, Faical Elkihel, Anthony Flanagan, Gary Beadle, Victoria Smurfit, Giovanni Scifoni
Regia di Steve Barron, Charles Beeson, Brian Kelly
Una serie dell’Alleanza Europea. Una produzione Slim Film + TV et Federation Entertainment in collaborazione con France Télévisions, ZDF, Rai Fiction
Serie in 4 serate – Avventura
Una nuova grande coproduzione internazionale, liberamente ispirata al capolavoro di Jules Verne, realizzata in seno all’Alleanza Europea tra Rai, France Télévisions e ZDF. Londra, 1872. Dopo aver speso oziosamente una vita su un’elegante poltrona del Reform Club, il gentiluomo Phileas Fogg sembra ridestarsi dal suo torpore esistenziale. A scuoterlo è l’ennesima cartolina ricevuta da un suo antico e perduto amore con un testo a dir poco schietto ed essenziale: “codardo”. È per codardia, infatti, che Fogg aveva rinunciato all’amore per Estella, donna appassionata e avventurosa che lui aveva rifiutato di seguire in uno dei suoi viaggi attorno al mondo, perdendola per sempre. Questa volta Fogg reagisce decidendo di realizzare un’impresa quasi impossibile: circumnavigare il mondo in soli ottanta giorni, grazie agli entusiasmanti progressi della tecnologia e dei trasporti decantati da un articolo appena pubblicato sul Daily Telegraph dal titolo “Il giro del mondo in 80 giorni”. Prima di partire, Fogg scommette con uno dei soci del club un’ingente somma di denaro sulla riuscita dell’impresa; recluta come valletto, l’arguto francese Passepartout e parte precipitosamente tenendo continuamente d’occhio orologio e calendario per non perdere la scommessa. Si unisce a loro Abigail Fix, l’autrice dell’articolo che lo ha catturato e gli ha suggerito la sfida. Il giro del mondo in 80 giorni è molto più di un viaggio romantico. È una storia senza tempo che racconta differenze culturali e sociali che metteranno a dura prova i tre protagonisti, lontani da casa e dalle loro sicurezze. Attraverso molte avventure Fogg, Fix e Passepartout comprenderanno il valore della tolleranza, della compassione e dell’empatia. E soprattutto dell’amore. Un viaggio nell’amicizia e una dichiarazione d’amore per il mondo, passando per Parigi, la Toscana, l’India, l’America e tanti altri bellissimi luoghi da scoprire insieme.

Fiction Rai 1 2022-2023, film-tv, docufiction e daily

Non ti pago

Tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo
Scritto da Massimo Gaudioso, Edoardo De Angelis
Con Sergio Castellitto, Maria Pia Calzone, Pina Turco, Giovanni Ludeno, Gianluca Di Gennaro, Angela Fontana, Maurizio Casagrande
Regia di Edoardo De Angelis
Prodotto da Roberto Sessa per Picomedia in collaborazione con Rai Fiction
Evento – Commedia
Non ti pago è il nuovo titolo della collection tratta dai capolavori di Eduardo De Filippo che impegna la Rai nel suo ruolo di Servizio Pubblico dedicato a custodire e rinnovare la memoria del nostro Paese. Ferdinando Quagliolo, gestore di un Banco Lotto, appassionato del gioco, ma eterno perdente, caccia di casa in malo modo Mario Bertolini, suo impiegato venuto in visita amorosa alla figlia Stella e che, al contrario di Ferdinando, non fa che vincere. L’ultima vincita è addirittura una quaterna, combinazione fortunata ricevuta in sogno dal defunto padre di Ferdinando. Dopo disquisizioni con il parroco, Don Raffaele Console, e liti furiose con la famiglia, segnate perfino da un colpo di pistola, Quagliolo cede il biglietto, ma nel farlo si reca davanti al ritratto del defunto padre e lancia un anatema: “Ogni volta che Bertolini tenterà di incassare la vincita, gli capiterà una disgrazia”. Dopo una serie di incidenti, Bertolini decide di rinunciare al biglietto. Soddisfatto, Ferdinando “ritira” la maledizione e lascia che il suo sottoposto sposi Stella. La vincita così rimane in famiglia.

Tutto per mio figlio

Scritto e diretto da Umberto Marino
Con Giuseppe Zeno, Antonia Truppo, Tosca D’Aquino
Una coproduzione Rai Fiction-Compagnia Leone Cinematografica, prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia
Tv movie – Civile
Raffaele Acampora non è un magistrato, un giornalista o un poliziotto; non è un personaggio importante. Raffaele Acampora è un uomo come tanti. Ha una moglie che ama, Anna, e quattro figli, di cui il più grande, Peppino, ha quattordici anni e come molti ragazzi della sua età comincia a cercare la sua strada nel mondo. Ma non è facile farlo quando vivi in un territorio dove le organizzazioni criminali dettano legge. Raffaele è un allevatore che “fa” i mercati, mestiere che ha ereditato da suo padre. Tutti i giorni si sveglia prima dell’alba e percorre decine di chilometri per vendere gli animali che lui stesso ha allevato. Una vita dura, che però affronta a testa alta con il piglio di chi sa di far bene il suo lavoro. Purtroppo, però, i tentacoli della camorra non risparmiano nemmeno il suo settore. Ogni settimana Raffaele e i suoi colleghi sono vittime del racket criminale, che impone loro il pizzo e vessazioni di ogni tipo. Fino a quando Raffaele decide di ribellarsi. Fonda un sindacato e, con la sua forza d’animo contagiosa, convince i suoi colleghi ad aderirvi. Collabora con la polizia e la magistratura, denuncia, fa nomi. È consapevole del rischio che corre. Sa che Anna e i suoi familiari sono preoccupati per lui, ma ormai non può e non vuole tornare indietro. La camorra cerca in ogni modo di farlo smettere, prima con offerte e poi con minacce e intimidazioni. Ma Raffaele ha detto agli iscritti del sindacato che avrebbe difeso i loro interessi e ha una parola sola: quella che gli detta la coscienza con l’impegno di essere un esempio per Peppino.

Arnoldo Mondadori. I libri per cambiare il mondo

Scritto da Francesco Miccichè, Gloria Giorgianni, Salvatore De Mola
Con Michele Placido, Flavio Parenti, Valeria Cavalli e con la partecipazione di Brenno Placido
Regia di Francesco Miccichè
Prodotta da Gloria Giorgianni per Anele in collaborazione con Rai Fiction
Docufiction – Biografico
Una docufiction che ripercorre la storia esemplare di uno dei più importanti pionieri dell’industria editoriale italiana, un “self-made man” figlio di un ciabattino di Ostiglia, costretto all’età di dieci anni ad abbandonare la scuola, che con la sua straordinaria visione imprenditoriale ha creato una delle maggiori industrie culturali d’Europa, partendo da un grande sogno: portare i libri e la lettura nelle case di tutti gli italiani. Intrecciando narrazione fiction, documenti di repertorio e interviste a importanti testimoni, la docufiction racconta la grande storia imprenditoriale e umana di Arnoldo Mondadori: l’infanzia segnata dalla deprivazione, gli esordi come ragazzo di bottega in una tipografia, l’incontro con la moglie Andreina Monicelli e, infine, la maturità e il successo come editore. Una storia che si intreccia con le vicende dell’intero Paese, coprendo un arco narrativo che parte dall’ultimo decennio dell’Ottocento fino agli anni del boom economico, con l’ideazione nel 1965 degli Oscar Mondadori che rendono la lettura accessibile a tutti.

Fernanda Wittgens

Scritto da Dario Carraturo, Guglielmo Finazzer
Con Matilde Gioli, Eduardo Valdarnini, Maurizio Marchetti
Regia Maurizio Zaccaro
Una coproduzione Rai Fiction-Red Film, prodotta da Mario Rossini
Tv movie – Biografico
Fernanda Wittgens è stata la prima direttrice della Pinacoteca di Brera e la prima donna in Europa a ricoprire un ruolo così prestigioso. Fin da bambina trascorreva le domeniche visitando i musei di Milano in compagnia del padre e sognava di diventarne la “Direttrice”. Il suo sogno si avvera nel 1928, quando viene presentata dal prof. D’Ancona, suo docente in Accademia, ad Ettore Modigliani, direttore della Pinacoteca di Brera. Un incontro che le cambia la vita: la sua bravura e la sua alacrità vengono subito notate. Poi, quando Ettore Modigliani, essendo ebreo, viene sollevato da ogni incarico, mandato al confino e perseguitato, Fernanda prende il suo posto, diventando la prima donna a ricoprire un ruolo così importante. Quando l’Italia entra in guerra salvaguardare le opere d’arte della galleria diventa un imperativo: nel giugno del 1940, Fernanda partecipa al trasferimento di alcune delle opere ospitate in Pinacoteca. È il primo di molti altri organizzati da Fernanda, scortando personalmente le preziose opere in giro per l’Italia e realizzati con l’aiuto di Giovanni, un uomo di fatica che appare ruvido al primo contatto e con cui invece troverà un’intesa crescente. Ed è con la stessa dedizione che Fernanda, dopo aver visto come le persecuzioni razziali hanno ridotto il professor D’Ancona, si impegna in una missione ancora più rischiosa: mettere in salvo numerosi ebrei destinati ai campi di concentramento. Tradita da un giovane collaborazionista che cercava di aiutare, viene arrestata e rinchiusa a San Vittore. Fortunatamente la guerra è agli sgoccioli e la sua famiglia riesce a farla scarcerare nel 1945. Un tv movie che affronta temi diversi: affermazione femminile, Resistenza, impegno civile e Liberazione, sacrificio per l’arte e per le vite altrui, l’esemplarità di una vita che tutte le comprende.

Purché finisca bene-Se mi lasci ti sposo

Scritto da Davide Barletti, Carlo D’Amicis, Giampaolo Simi, Wilma Labate
Con Sara Lazzaro, Alessio Vassallo, Marina Massironi, Paolo Calabresi, Bebo Storti
Regia di Matteo Oleotto
Prodotto da Agostino Saccà per Pepito Produzioni in collaborazione con Rai Fiction
Tv movie – Commedia
Giulia e Marco sono una coppia in crisi come tante; si trascinano per inerzia e sembrano non avere energia neppure per dire basta. Anche perché separarsi costa caro e non solo per il prezzo emotivo: due case, spese multiple, il doppio delle bollette… Insomma, bisogna poterselo permettere e Giulia e Marco, trentenni precari e affaticati, sono in crisi anche economica. Ma ecco che Giulia ha un’idea strampalata e geniale: se non hanno soldi per separarsi, potrebbero sposarsi e approfittare così dei regali dei generosi parenti. Sì, ma come? Marco rilancia con la sua creatività e capacità di creare storie: ci sposiamo per finta! Chiesa sconsacrata, musicisti sgangherati, buffet molto radical e poco chic e il gioco è fatto. Poi si scappa e si dividono finalmente le strade oltre al bottino. Peccato che a furia di far finta vengono strane idee…

Purché finisca bene-La fortuna di Laura

Scritto da Pietro Seghetti, Eleonora Fiorini, Anna Mittone
Con Lucrezia Lante della Rovere, Andrea Pennacchi, Emanuela Grimalda
Regia di Alessandro Angelini
Prodotto da Agostino Saccà per Pepito Produzioni in collaborazione con Rai Fiction
Tv movie – Commedia
Laura Trabacchi è un’arredatrice di successo che ha cresciuto da sola la figlia Emma viziandola e mandandola a studiare all’estero. Quando la relazione con il marito della sua cliente più importante viene scoperta, in un istante Laura perde la casa, la reputazione e il lavoro. Ad aiutarla è la sua ex domestica Agnese Santini che la ospita a casa sua dove già vive il fratello Fabrizio, separato e con un figlio. Per sdebitarsi e garantire economicamente il mantenimento della figlia universitaria, Laura propone ad Agnese di sostituirla nel lavoro di colf, così Agnese potrà dedicarsi al nipote Nicola. Curando le case dei suoi ex “amici”, le stesse che ha arredato, Laura rivede la sua scala di valori, trova il coraggio di avere un rapporto sincero con sua figlia e scopre l’amore.

Purché finisca bene-Diversi come due gocce d’acqua

Scritto da Maurizio Careddu, Antonia Ruggiero
Con Alessio Lapice, Chiara Celotto, Thomas Trabacchi, Monica Nappo, Susy Del Giudice, Giovanni
Esposito, Gianluca Di Gennaro
Regia di Luca Lucini
Prodotto da Agostino Saccà per Pepito Produzioni in collaborazione con Rai Fiction
Tv movie – Commedia
Gaetano, giovane rampollo della nobile famiglia partenopea Heglen deve salutare le amate zie, gli amici e l’adorata Napoli per la fredda Francoforte, dove lo attende un prestigioso lavoro deciso da suo padre Giorgio, convinto di sapere quale sia il bene del ragazzo che, da parte sua, non riesce a opporsi. Quasi ad assecondare un suo inconsapevole desiderio, un incidente compromette la partenza: Gaetano investe la bella Sharon, di estrazione assai più umile ma di carattere deciso, e distrugge la preziosa auto d’epoca a cui suo padre è morbosamente legato perché appartenuta alla moglie scomparsa. L’auto non è assicurata e, per tenere nascosto il disastro, Gaetano è costretto ad esaudire le richieste di Sharon sostituendola nei suoi due lavori: cameriera in un ristorante e inserviente al mercato del pesce. A movimentare il tutto le amorevoli zie Matilde e Margherita, alle prese con Alfonso, disonesto e maldestro amministratore dei beni di famiglia che sta mandando in rovina il patrimonio degli Heglen. Inaspettatamente, questo incidente si rivelerà un’opportunità unica per entrambi i giovani: per Sharon che -oppressa da una famiglia parassitaria e da Salvatore, un fidanzato appiccicoso del quale non è più innamorata- non ha mai avuto il tempo di sognare e di dire quel che pensa e sente; e per Gaetano, anche lui troppo impegnato a dire sì a suo padre e quasi niente a se stesso. Riusciranno Sharon e Gaetano, così diversi, ad avere il coraggio di cambiare e perfino innamorarsi?

Il Paradiso delle Signore 7

Soggetto di serie di Paolo Girelli, Monica Mariani, Dante Palladino, Francesca Primavera
Con Alessandro Tersigni, Roberto Farnesi, Vanessa Gravina, Antonella Attili, Massimo Poggio, Emanuel Caserio, Giulia Arena, Francesca Del Fa, Pietro Genuardi, Pietro Masotti, Chiara Russo, Lara Komar, Grace Ambrose, Giulia Vecchio, Filippo Scarafia, Lucrezia Massari, Elisa Cheli, Valentina Bartolo, Moisé Curia, Gaia Bavaro, Gabriele Anagni, Chiara Baschetti, Clara Danese, Elvira Camarrone
Direttore creativo ed esecutivo Daniele Carnacina
Regia di Andrea Canepari, Marco Maccaferri, Francesco Pavolini
Una coproduzione Rai Fiction-Rai Com-Aurora Tv Banijay, prodotta da Giannandrea Pecorelli
Serie daily
Il Paradiso delle Signore torna a farci sognare con nuove storie romantiche e avventure emozionanti. Milano, metà anni ‘60: i cambiamenti culturali sono forti e nuove tendenze si vanno affermando. Al timone del grande magazzino Vittorio Conti, che ora deve dividere il comando con Adelaide di Sant’Erasmo. Dopo aver ottenuto le quote di Umberto Guarnieri con l’inganno, la contessa è entrata a pieno titolo nella gestione del Paradiso. Il suo unico obiettivo è naturalmente la vendetta: vuole boicottare il lavoro di Flora Gentile, la talentuosa stilista che le ha portato via Umberto, e farla licenziare. Vittorio si trova così a dover gestire questa guerra fredda che mina la produttività del magazzino e il clima famigliare e di fiducia che ha instaurato con i suoi dipendenti. Ad affiancare Adelaide nella gestione del Paradiso arriva anche Matilde Frigerio di Sant’Erasmo, una donna volitiva con una storia da imprenditrice, in fuga da un passato doloroso. Vittorio e Matilde si ritrovano a lavorare fianco a fianco e tra conflitti e simpatie tra i due nasce un rapporto inaspettato. Anche le Veneri si arricchiscono di due nuovi volti, Clara Boscolo ed Elvira Gallo. La prima proviene da un mondo rurale e sarà difficile per lei ambientarsi nel tempio della moda. Per Elvira, invece, l’inserimento è più facile e da subito stringe un ottimo rapporto con le colleghe. Il suo sogno è sposarsi, ma non ha ancora trovato l’uomo della sua vita. In magazzino viene assunto Alfredo Perico, vecchia conoscenza del Paradiso, che aiuterà Armando anche in ciclofficina, vista la sua passione per le biciclette. Guascone e dongiovanni, inizia a corteggiare una delle Veneri, che sembra però ignorarlo. In caffetteria ritroviamo Salvatore e Marcello, anche loro in nuove vesti. Salvatore si gode il suo matrimonio con Anna, fin quando lei riceve una telefonata improvvisa ed è costretta a partire. Marcello è un uomo nuovo: ha passato l’estate in Svizzera a studiare finanza ed economia e torna a Milano intenzionato a raggiungere una importante posizione sociale per riconquistare Ludovica.

Fiction Rai 1 2022/2023, gli altri titoli

IN ARRIVO NEL 2023

Che Dio Ci Aiuti 7

Rai Fiction 2022-2023 fotoScritto da Elena Bucaccio, Umberto Gnoli, Silvia Leuzzi, Francesco Arlanch, Alessandro Zullato
Con Elena Sofia Ricci, Francesca Chillemi, Pierpaolo Spollon, Valeria Fabrizi, Fiorenza Pieri, Federica Pagliaroli, Emma Valenti, Ileana D’Ambra
Regia di Francesco Vicario, Isabella Leoni
Prodotto da Matilde e Luca Bernabei per Lux Vide, società del gruppo Fremantle, in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 serate – Commedia
Alla fine della precedente stagione avevamo lasciato Azzurra e Suor Angela più unite più che mai: l’una pronta finalmente ad accettare il suo ruolo di Madre Superiora e l’altra a prendere i voti e diventare suora. In questa nuova stagione dovranno affrontare una prova difficile e dolorosa: a separazione. Suor Angela, in seguito a un errore commesso, sarà costretta a lasciare il suo amato convento. Non solo, con la partenza di Nico, Monica, Penny, Ginevra ed Erasmo, Azzurra si ritroverà sola per la prima volta. Sola si fa per dire … Perché al Convento degli Angeli Custodi non si è mai davvero soli. Arriveranno Sara, esuberante romana con la passione per acconciature e make-up che, dietro unghie laccate e abiti provocanti, nasconde un’anima ferita; Catena e Ludovica, l’una col desiderio di cantare, l’altra con la voglia di diventare un’avvocata di successo, entrambe ignare che, forse, quello che sognano non è quello di cui hanno realmente bisogno; Ettore, il nuovo barista alto, bello e palestrato (che ci fa uno così in un convento?) inconsapevole che lì dentro si nasconde una sua “nemica”; il piccolo Elia, che troverà la forza per superare un grande lutto grazie a Sara, che diventerà sua amica e confidente. E ancora non sappiamo (e nemmeno loro) che c’è un filo che li unisce indissolubilmente. Dei “vecchi” amici, invece, resterà Emiliano che, in seguito a una delusione amorosa, deciderà di dire basta all’amore. E, come se non bastasse, dovrà trasferirsi in convento e avere a che fare tutti i giorni con Sara con cui proprio non riesce ad andare d’accordo, lui che è così preciso e perfettino. Ma presto entrambi capiranno che, forse, non sono poi così diversi.

Un Passo dal Cielo 7

Scritto da Mario Ruggeri, Carlo Mazzotta, Alberto Vignati, Edoardo A. Gino, Andrea Valagussa, Paolo Girelli, Elena Santoro
Con Giusy Buscemi, Enrico Ianniello, Gianmarco Pozzoli, Giorgio Marchesi, Marco Rossetti, Leonardo Pazzagli
Regia di Enrico Ianniello, Lazlo Barbo
Prodotto da Matilde e Luca Bernabei per Lux Vide, società del gruppo Fremantle, in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 serate – Giallo, commedia
Un passo dal cielo arriva alla settima stagione. Nelle nuove puntate molte novità, senza tradire gli elementi più amati della serie: le splendide montagne del Cadore, la natura fragile e imponente e lo sguardo sempre rivolto al cielo. In questa stagione si fronteggeranno per imparare a convivere due punti di vista opposti e complementari: quello maschile e più tradizionale di Vincenzo e quello femminile e più empatico di Manuela. La loro sarà una convivenza relazionale, professionale e famigliare. A partire dal loro rapporto la riscoperta di tutto il mondo che li circonda fatto di natura, indagini, commedia, calore e storie d’amore. Grazie a Manuela scopriremo due nuovi personaggi maschili: il misterioso Nathan, l’uomo degli orsi, e Gregorio Masiero, uno scultore solitario che nasconde profonde ferite di cui Manuela si sente responsabile. Intanto, sullo sfondo, la natura incantata della valle sembra minacciata dell’espansione di un potente allevatore locale, Luciano Paron. L’ambiente e la famiglia rimangono tematiche centrali di Un passo dal cielo. Ritroveremo Vincenzo e Carolina appena trasferiti con i rispettivi figli nella loro nuova casa, alle prese con un nuovo vicino, l’inossidabile Huber, e con dinamiche famigliari inedite. È sufficiente vivere tutti sotto lo stesso tetto per potersi definire una famiglia? Proveranno a capirlo insieme.

Mai più come prima

Da un’idea di Maurizio de Giovanni
Scritto da Donatella Diamanti (head writer), Mario Cristiani, Giovanni Galassi, Fabrizia Midulla, Angelo Petrella, Tommaso Renzoni
Con Francesco Arca, Laura Adriani, Antonio Milo, Maria Pia Calzone, Arturo Muselli, Raffaella Rea, Liliana Bottone, Mario Di Leva, Chiara Celotto, Amedeo Gullà, Angela Ciaburri, Claudia Tranchese
Regia di Monica Vullo
Una coproduzione Rai Fiction-Palomar, prodotta da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra
Serie in 8 serate – Poliziesco
La vita sorride ad Alessandro Scudieri, brillante Vice Questore in forza alla Mobile di Napoli: una moglie che ama, il primo figlio in arrivo, una carriera in crescendo, una banda insidiosa sulle cui tracce finalmente è riuscito a mettersi. Andrebbe tutto bene, se non fosse che a volte bisognerebbe non spingersi oltre i limiti stabiliti e sfidarli. La sua vita cambia per sempre quando viene coinvolto in una sparatoria insieme alla moglie Paola, Giudice presso il Tribunale dei minori. Sarà il loro matrimonio a pagare il prezzo più alto e a spezzarsi: Paola, dopo avere scoperto che Alessandro stava seguendo di nascosto una pista e che è stata proprio questa indagine a metterli in pericolo, lo lascia. Catturare la banda, che si muove soprattutto nel sottosuolo, e riconquistare Paola diventano i suoi obiettivi e, per raggiungerli, sceglie una strada che sembra al contrario allontanarlo da entrambi: si trasferisce nell’Unità di Intervento, una squadra speciale che lavora solo dal tramonto all’alba. Imparando a districarsi nel mondo della notte, con le regole e le vite insolite che nasconde, Alessandro spinge la propria indagine fino a capire che i malviventi stanno per portare a segno un colpo eccezionale. Come impedire che accada l’irreparabile e giocare d’anticipo? Possibile che nelle file della polizia si muova qualcuno che tenta di sabotarne le mosse? Servirà tutta la sua abilità per riuscire a far luce sui tanti misteri e riprendersi, forse, la propria vita.

Lolita Lobosco 2

Scritto da Daniela Gambaro, Massimo Reale, Vanessa Picciarelli, Chiara Laudani
Liberamente tratto dai romanzi di Gabriella Genisi, editi da Sonzogno e Marsilio Editori
Con Luisa Ranieri, Filippo Scicchitano, Giovanni Ludeno, Jacopo Cullin, Bianca Nappi, Maurizio Donadoni, Camilla Diana, Giulia Fiume, e con Mario Sgueglia, con la partecipazione di Lunetta Savino
Regia di Luca Miniero
Una coproduzione Bibi Film Tv-Zocotoco, prodotta da Angelo Barbagallo e Luca Zingaretti, in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 6 serate – Giallo, commedia
Dopo una prima stagione in cui si è fatta amare per la sua grinta nel lavoro e per le rocambolesche avventure sentimentali, Lolita Lobosco torna a indagare a capo della questura di Bari sui crimini della città, con la collaborazione preziosa dei fidi Forte ed Esposito. Parallelamente Lolita, non riuscendo a darsi pace sulla ricostruzione dell’assassinio del padre Petresine, prosegue la sua indagine privata, scoprendo nuovi indizi e piste che sembrano portarla a scoprire la verità. Chiarito infatti che l’omicidio di Petresine è opera della malavita organizzata che operava nel porto di Bari, rimane da scoprire chi sia stato l’esecutore materiale del suo investimento. L’indagine si rivela tuttavia molto complessa, sia perché sono trascorsi molti anni e le persone allora implicate risultano morte o emigrate, sia perché qualcuno sembra avere interesse a non far avvicinare Lolita alla verità. Le cose non sono semplici per Lolita nemmeno sul piano sentimentale, visto che Danilo, il giovane giornalista col quale è felicemente fidanzata e ha finalmente deciso di convivere, riceve una proposta di lavoro irrinunciabile all’estero. Lolita, seppure spirito libero e indipendente, donna emancipata abituata a contare soltanto su se stessa e sul proprio lavoro, dovrà confrontarsi con le difficoltà di un rapporto a distanza, proprio mentre si riaffaccia nella sua vita una vecchia conoscenza: Angelo Spatafora, apprendista contrabbandiere di Petresine, ora diventato un affascinante uomo d’affari. L’amica Marietta starà accanto a Lolita, dispensando consigli basati sulla propria esperienza, come anche la sorella Carmela e la madre Nunzia, quest’ultima alle prese con la riscoperta dell’amore. Forte ed Esposito, invece, dovranno attraversare gli ostacoli e le difficoltà che insidiano le loro relazioni di coppia con Porzia e Caterina, donne che, nelle loro idiosincrasie, si rivelano tanto diverse dai loro compagni. Riuscirà Lolita a trovare l’assassino del padre e ad essere trovata dall’amore?

Sei donne

Scritto da Ivan Cotroneo, Monica Rametta
Con Maya Sansa, Alessio Vassallo, Ivana Lotito, Denise Tantucci, Isabella Ferrari, Maurizio Lastrico
Regia di Vincenzo Marra
Una coproduzione Rai Fiction-IBC Movie, prodotta da Beppe Caschetto e Anastasia Michelagnoli
Serie in 3 serate – Drama, giallo
Anna, Michela, Alessia, Viola, Aysha, Giulia sono sei donne di oggi, ciascuna con una storia, ciascuna legata all’altra da un segreto: la scomparsa di Leila e del suo patrigno Gregorio. Anna Conti è il Pubblico Ministero al quale è stata affidata l’indagine, colei che senza tregua cercherà di risolvere il caso che, suo malgrado, la costringerà a fare i conti con il proprio passato e il proprio presente, intrecciando la sua storia intima a quella delle altre cinque donne. Michela, la zia di Leila, è un cardiochirurgo che lavora in ospedale ed è oggetto di mobbing; Alessia, l’allenatrice di atletica, che rivive un abuso subito in famiglia in giovane età; Viola, la vicina di casa di Leila, che ha avuto una relazione extraconiugale con Gregorio; Aysha, una ragazzina pakistana compagna di classe di Leila, e infine Giulia, la madre di Leila, la cui morte nasconde una rivelazione che è anche la chiave di volta dell’indagine. Il mistero diventa il luogo delle indagini e le indagini il luogo naturale del racconto dei segreti più intimi delle protagoniste.

Il Commissario Ricciardi 2

Scritto da Maurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli, Doriana Leondeff
Tratto dai romanzi della serie de Il commissario Ricciardi di Maurizio de Giovanni, editi da Einaudi
Con Lino Guanciale, Antonio Milo, Enrico Ianniello, Serena Iansiti, Maria Vera Ratti, Mario Pirrello, Fabrizia Sacchi, Nunzia Schiano, Adriano Falivene, Marco Palvetti, Peppe Servillo
Regia di Gianpaolo Tescari
Una coproduzione Rai Fiction-Clemart-Rai Com, prodotta da Massimo Martino e Gabriella Buontempo
Serie in 4 serate – Giallo, period
Fra i caratteristici vicoli di Napoli degli anni ‘30 continuano le indagini e le vicende sentimentali di Luigi Alfredo Ricciardi, commissario della Mobile. Catturare gli assassini è la sua ossessione ed è afflitto da una maledizione ereditata dalla madre: vede i fantasmi delle persone morte in modo violento e ne ascolta l’ultimo pensiero. A questo dolore si è aggiunto anche quello per la recente perdita della tata Rosa, sostituita impeccabilmente dalla giovane Nelide. Per il timore di tramandare la sua ereditaria sofferenza, Ricciardi ha deciso di rinunciare all’amore, soprattutto quello per la timida Enrica, sua dirimpettaia. La ragazza, che intimamente ricambia il sentimento, è ora corteggiata da Manfred, un maggiore tedesco in missione in Italia. L’aura di mistero che circonda Ricciardi ne fa però un uomo desiderato dalle donne: alla sensuale Livia -che ormai da tempo prova a scalfire il suo cuore- si aggiunge la contessa Bianca Palmieri di Roccaspina. Per lui il tempo delle scelte è alle porte. Se nell’amore Ricciardi appare introverso, nel lavoro – per cui nutre
una vera vocazione -risolve con decisione i casi di omicidio più difficili grazie alle sue straordinarie doti intuitive, aiutato dal fedele brigadiere Maione e dal medico legale Bruno Modo. Una potente contaminazione di generi -poliziesco, mystery e melò- per un racconto coinvolgente che, sullo sfondo di una Napoli in chiaroscuro, indaga sul senso della vita e del dolore.

Il Maresciallo Fenoglio

Scritto da Gianrico Carofiglio, Doriana Leondeff, Antonio Leotti, Oliviero Del Papa
Tratto dai romanzi della serie de Il maresciallo Fenoglio di Gianrico Carofiglio, editi da Einaudi
Con Alessio Boni, Paolo Sassanelli, Giulia Bevilacqua, Michele Venitucci, Giulia Vecchio, Francesco Foti, Alice Azzariti
Regia di Alessandro Casale
Una coproduzione Rai Fiction-Clemart, prodotta da Massimo Martino e Gabriella Buontempo
Serie in 4 serate – Crime
Dalla trilogia di Gianrico Carofiglio, diventata un best-seller internazionale. Bari, 1992. Nella città sono giorni di fuoco. Agguati, uccisioni, casi di lupara bianca stanno creando un clima di terrore che culmina con l’incendio doloso del Teatro Petruzzelli, cuore vitale e pulsante della società civile. Il maresciallo Pietro Fenoglio, un piemontese che presta servizio da dieci anni a Bari, non riesce a decifrare le ragioni dell’esplosione di violenza senza precedenti che sta insanguinando la città. Fino a quando non emerge un fatto inatteso: il figlio di Nicola Grimaldi, potente e spietato boss al vertice dell’associazione mafiosa denominata Società Nostra, è stato sequestrato. Fenoglio e l’appuntato Pellecchia, uno sbirro vecchia maniera i cui modi spicci si scontrano con il senso delle regole del suo superiore, scoprono che è stato pagato un riscatto ma
che il bambino non è mai tornato a casa. I sospetti si concentrano su Vito Lopez, ex braccio destro di Grimaldi: la fortissima amicizia che li ha legati per anni è infatti entrata in crisi ed è sfociata in una lotta fratricida e mortale. Tutti, forze dell’ordine e criminalità organizzata, per diversi motivi gli danno la caccia finché, del tutto inaspettatamente, Lopez si presenta al Comando dei Carabinieri annunciando di voler collaborare con la giustizia. Attraverso la sua deposizione emerge la storia dell’amicizia criminale tra lui e Grimaldi sullo sfondo della nascita delle mafie pugliesi, avvenuta all’interno delle carceri nei primi anni ’80. A Bari Fenoglio ha conosciuto Serena, la sua compagna, giovane insegnante di Lettere dal temperamento passionale e ribelle. Il loro rapporto attraverserà fasi alterne, crisi profonde e tentativi di riavvicinamento, nel sentimento profondo che li unisce. Con la collaborazione della giovane ed energica PM Gemma D’Angelo, Fenoglio e Pellecchia riusciranno ad assestare un colpo micidiale al potere criminale di Grimaldi. Il sequestro del bambino rimarrà però un mistero: se non è stato Lopez, chi ha avuto la temerarietà di rapire il figlio di un temutissimo capo mafia? La domanda ossessiona Pietro Fenoglio, mentre a distanza di pochi mesi, sul livido orizzonte delle vicende nazionali, si consuma l’attacco di Cosa Nostra al cuore dello Stato, con i massacri mafiosi di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e delle rispettive scorte.

Fiori sopra l’inferno

Scritto da Donatella Diamanti, Mario Cristiani, Valerio D’Annunzio, Carlo Carlei
Tratto dal romanzo Fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti
Con Elena Sofia Ricci, Gianluca Gobbi, Giuseppe Spata
Regia di Carlo Carlei
Una coproduzione Rai Fiction-Publispei, prodotta da Verdiana Bixio
Serie in 3 serate – Thriller
Dall’omonimo best-seller di Ilaria Tuti.
Un piccolo paese di montagna, paradiso apparente che nasconde tra i suoi vicoli silenzi e inconfessabili segreti. Un killer che si lascia alle spalle una efferata scia di sangue per difendere un gruppo di bambini ignorati e maltrattati da chi dovrebbe proteggerli. Teresa Battaglia è un’esperta profiler di quasi sessanta anni, arrivata dalla città assieme alla sua piccola squadra, la sua famiglia, alla quale si è appena aggiunto un nuovo membro, il giovane Ispettore Massimo Marini, in fuga da se stesso e dal proprio passato. Forte, tagliente e caparbia, trovare le risposte è il mestiere di Teresa. Ma cosa accade quando, a causa dei primi sintomi dell’Alzheimer, sono le domande a sparire? E se Teresa, il cacciatore, scopre di avere più di un motivo per empatizzare con la sua preda, pur non potendola in alcun modo assolvere? Le rarefatte atmosfere delle Dolomiti friulane fanno da cornice alla prima avventura di Teresa Battaglia che deve combattere due nemici: il killer a cui dà la caccia e il mostro che rischia di rubarle tutto ciò che ha: il suo intuito, la sua mente cristallina, i suoi ricordi. Se stessa.

Rocco Schiavone 5

Scritto da Antonio Manzini, Maurizio Careddu
Tratto dai romanzi e racconti di Antonio Manzini, editi da Sellerio Editore
Con Marco Giallini, Miriam Dalmazio, Valeria Solarino, Francesco Acquaroli, Lorenza Indovina
Regia di Simone Spada
Una coproduzione Rai Fiction-Cross Productions-Beta Film, prodotta da Rosario Rinaldo e Maddalena Rinaldo
Serie in 4 serate – Poliziesco
Rocco Schiavone -per la prima volta su Raiuno- torna ai propri compiti di vicequestore di Aosta. Il colpo di pistola sparato per errore dall’agente D’Intino gli ha lasciato un profondo senso di vuoto e di solitudine che condivide con il fantasma della moglie Marina, unica certezza della sua vita. Con il trasferimento di Gabriele e Cecilia a Milano, Rocco ha perso ogni legame affettivo, nulla sembra potergli riscaldare l’anima: il rapporto con Sandra non prende il volo e di Sebastiano nessuno sa più nulla. Persino il suo fiuto nelle indagini inizia a vacillare, al punto da portare Rocco a compiere uno sbaglio, il primo. Sarà il ritorno di Baiocchi e dei fantasmi del passato a far tremare ulteriormente la terra sotto i suoi piedi, niente è come credeva che fosse e tutto ciò che lo legava alla sua vita romana sembra sgretolarsi. Ormai Rocco è costretto ad arrendersi alla realtà aostana tanto detestata, ma che forse rappresenta il suo unico vero rifugio sicuro.

Vivere non è un gioco da ragazzi

Una serie creata da Fabio Bonifacci
Con Stefano Fresi, Nicole Grimaudo, con la partecipazione di Claudio Bisio
Regia di Rolando Ravello
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie in 3 serate – Coming of age
Il 18enne Lele, bravo ragazzo di umili origini, frequenta il liceo con i figli dell’élite bolognese ed è innamorato di Serena, bellissima, intelligente e perfetta reginetta della scuola. Invitato una sera in discoteca da Serena e dal suo gruppo di amici, Lele per fare colpo su di lei prende una pasticca di Mdma. Risucchiato nel mondo delle discoteche e della droga, Lele rimane però presto senza soldi e, per continuare a frequentare Serena, si ritrova a comprare le pasticche nel suo quartiere e a rivenderle in discoteca al doppio del prezzo. Una sera vende una pasticca al suo amico Mirco, che viene trovato morto il giorno dopo proprio a causa della droga. Per Lele, corroso dai sensi di colpa perché convinto di essere l’assassino di Mirco, inizia un calvario che stravolge il rapporto con Pigi, suo migliore amico, con Serena e con i genitori. Anche il resto del gruppo, legato da un patto di omertà volto a custodire il segreto sull’uso di droghe, vive una profonda crisi che porta ciascun membro a fare i conti con la verità e con i propri fantasmi interiori. Dopo molte vicissitudini, dolori e scoperte, Lele decide di liberarsi dal peso delle menzogne e del senso di colpa. Perciò confessa tutto prima al padre e poi al poliziotto Saguatti. La sua confessione scatenerà una sorta di “epidemia di verità” che porta tutti i principali personaggi a fare i conti con i propri segreti.

Circeo

Da un’idea di Flaminia Gressi
Scritto da Flaminia Gressi, Lisa Nur Sultan, Viola Rispoli (head writer)
Con Greta Scarano, Ambrosia Caldarelli, Angelo Spagnoletti, Francesca Antonelli, Benedetta Cimatti, Guglielmo Poggi, e con Pia Lanciotti, con la partecipazione di Enrico Ianniello
Regia di Andrea Molaioli
Prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Francesca Longardi per Cattleya in collaborazione con Rai Fiction e Vis e Paramount+
Serie in 3 serate – Drama
1975, quartiere popolare della Montagnola: Donatella Colasanti e Rosaria Lopez, due adolescenti piene di vita e di sogni, si preparano per uscire con dei ragazzi della Roma bene, da poco conosciuti. Quando accettano di accompagnarli a una festa al mare, non si immaginano certo che quella gita presto diventerà un incubo: sequestrate, picchiate e violentate per ore in una villa al Circeo, verranno infine rinchiuse nel bagagliaio di una macchina perché credute morte. La mattina del 1° ottobre, i giornali, le televisioni, le radio aprono tutti con la stessa notizia: in un’auto a viale Pola sono state trovate due ragazze. Nude. Avvolte nelle coperte. Una è morta. L’altra è viva: Donatella. Il delitto del Circeo scuote l’Italia. Il processo che ne segue viene raccontato quotidianamente da tutti i giornali nazionali. Donne da ogni angolo del Paese si presentano al tribunale di Latina per sostenere Donatella e assicurarsi che gli assassini siano condannati all’ergastolo. Quello che però la ragazza ancora non sa è che d’ora in poi non potrà mai più essere semplicemente “Donatella”, ma sempre e solo “la sopravvissuta del Circeo”. Da quel momento, infatti, Donatella diventerà un simbolo del movimento femminista. Perché in gioco non c’è solo il suo desiderio di farla pagare ai suoi aguzzini e agli assassini di Rosaria, ma ci sono anche i diritti di tutte le donne. La posta in gioco è alta: cambiare la legge e la mentalità di un Paese in cui lo stupro non è considerato un crimine contro la persona, ma un’offesa alla pubblica morale. A difendere Donatella c’è Teresa Capogrossi (personaggio di fantasia interpretato da Greta Scarano), la giovane e ambiziosa avvocata che lavora prima per il noto penalista Fausto Tarsitano e poi per Tina Lagostena Bassi, l’“avvocato delle donne”, impegnata in prima linea per la riforma della legge sulla violenza sessuale. Teresa è una donna idealista e appassionata, mossa da una forte sete di giustizia che, come una sorella maggiore, imparerà a prendersi cura di Donatella dimostrando che si può vincere il processo e cambiare la legge. Ad ogni costo. In questo lungo viaggio verso la giustizia, le due donne apprenderanno molto l’una dall’altra, in una ricerca costante della propria identità e del proprio ruolo nel mondo.

Fiction Rai 1 2022/2023, serie evento

Esterno Notte

Scritto da Marco Bellocchio, Stefano Bises, Ludovica Rampoldi, Davide Serino
Con Fabrizio Gifuni, Margherita Buy, Toni Servillo, Daniela Marra, Gabriel Montesi, Fausto Russo Alessi
Regia di Marco Bellocchio
Prodotto da Lorenzo Mieli per The Apartment, società del gruppo Fremantle, con Simone Gattoni per Kavac Film, in collaborazione con Rai Fiction, in coproduzione con Arte France
Distributore internazionale – Fremantle;
Serie evento in 3 serate – Drama
Dopo il grande successo di pubblico e critica della première internazionale alla 75^ edizione del Festival di Cannes, accolta da dieci minuti di applausi, arriva su Rai 1 la grande serie evento scritta e diretta da Marco Bellocchio, che racconta il sequestro di Aldo Moro dal punto di vista dei protagonisti principali della vicenda. 1978. L’Italia è dilaniata da una guerra civile. Da una parte le Brigate Rosse, la principale delle organizzazioni armate di estrema sinistra, e dall’altra lo Stato. Violenza di piazza, rapimenti, gambizzazioni, scontri a fuoco, attentati. Sta per insediarsi, per la prima volta in un paese occidentale un governo sostenuto dal Partito Comunista (PCI), in un’epocale alleanza con lo storico baluardo conservatore della Nazione, la Democrazia Cristiana (DC). Aldo Moro, il Presidente della DC, è il principale fautore di questo accordo, che segna un passo decisivo nel reciproco riconoscimento tra i due partiti più importanti d’Italia. Proprio nel giorno dell’insediamento del governo che con la sua abilità politica è riuscito a costruire, il 16 marzo 1978, sulla strada che lo porta in Parlamento, Aldo Moro viene rapito con un agguato che ne annienta l’intera scorta. È un attacco diretto al cuore dello Stato. La sua prigionia durerà cinquantacinque giorni, scanditi dalle lettere di Moro e dai comunicati dei brigatisti: cinquantacinque giorni di speranza, paura, trattative, fallimenti, buone intenzioni e cattive azioni. Cinquantacinque giorni al termine dei quali il suo cadavere verrà abbandonato in un’automobile nel pieno centro di Roma, esattamente a metà strada tra la sede della DC e quella del PCI.

Il nostro generale

Una serie di Lucio Pellegrini
Scritto da Monica Zapelli, Peppe Fiore
Con Sergio Castellitto, Teresa Saponangelo, Antonio Folletto, Camilla Semino Favro, Flavio Furno, Andrea Di Maria, Romano Reggiani, Viola Sartoretto, Stefano Rossi Giordani, Alessio Praticò
Regia di Lucio Pellegrini e Andrea Jublin
Una coproduzione Rai Fiction-Stand by me, prodotta da Simona Ercolani
Serie evento in 4 serate – Civile
A quarant’anni dalla strage di Via Carini (3 settembre 1982), la serie racconta la storia del Nucleo speciale antiterrorismo creato dal Generale Carlo Alberto dalla Chiesa -interpretato da Sergio Castellitto- per combattere l’attacco delle Brigate Rosse allo Stato in quella che fu una vera e propria guerra per la difesa della democrazia. Da una parte il Generale e un gruppo scelto di giovani carabinieri sotto copertura, addestrati con metodi investigativi innovativi per l’epoca, e dall’altra ragazzi altrettanto giovani, i brigatisti, che coltivavano l’obiettivo di sovvertire lo Stato democratico attraverso sequestri, omicidi e attentati. La narrazione prende il via nel 1973, quando il Generale dalla Chiesa viene trasferito da Palermo -dove era impegnato nella lotta alla mafia- a Torino dove le Brigate Rosse stanno iniziando a rivendicare le loro prime azioni di propaganda armata: il Generale è il primo a capire l’entità del pericolo per la già fragile democrazia italiana e la necessità di contrastarlo con nuovi mezzi investigativi. Nonostante le resistenze dei vertici dell’Arma, dalla Chiesa non si arrende e, grazie alla sua ostinazione, nasce il Nucleo speciale antiterrorismo, un gruppo scelto di uomini, tutti giovanissimi, fortemente specializzato e capace di muoversi negli ambienti vicini ai brigatisti. Per i “ragazzi del generale” la lotta al terrorismo diventa un impegno totalizzante, non ci sono vacanze, pause, vita privata. La grande abilità strategica di dalla Chiesa, che non riguarderà solo la “lotta sul campo” ma anche l’intuizione dell’importanza dei pentiti, e il coraggio dei suoi ragazzi riusciranno a vincere la guerra contro le Brigate Rosse.

Sopravvissuti

Da un’idea di Sofia Bruschetta, Ivano Fachin, Giovanni Galassi, Tommaso Matano
Scritto da Viola Rispoli, Massimo Bacchini, Sofia Bruschetta, Giovanni Galassi, Ivano Fachin, Tommaso Matano
Con Lino Guanciale, Barbora Bobulova, Stéfi Celma, Vincenzo Ferrera, Florian Fitz, Giacomo Giorgio, Pia Lanciotti, Sophie Pfennigstorf, Elena Radonicich, Fausto Maria Sciarappa, Camilla Semino Favro, Alessio Vassallo, Adèle Wismes
Regia Carmine Elia
Una serie dell’Alleanza Europea. Una coproduzione Rai Fiction-Rodeo Drive-France Télévisions-Cinétévé-ZDFneo
Serie evento in 6 serate – Mistery
La nuova grande coproduzione a guida italiana prodotta dall’Alleanza Europea tra Rai, France Télévisions e ZDF. Una barca a vela di nome Arianna, elegante e moderna, salpa dal porto di Genova per una traversata oceanica, con dodici passeggeri. Ciascuno di loro sale a bordo col bagaglio della propria storia, complessa e a volte dolorosa e con la speranza che quell’avventura possa segnare un nuovo inizio. Tra legami già esistenti e nuove conoscenze, il gruppo inizia il viaggio, ignaro del destino che lo attende, così come lo sono i familiari che li hanno salutati, felici, dalla banchina. Dopo pochi giorni di navigazione l’Arianna scompare dai radar. Un anno dopo, quando ormai le speranze di ritrovarla sono state del tutto abbandonate, eccola riapparire misteriosamente, ridotta a un relitto con a bordo solo sette persone. Cosa è successo agli altri? Come hanno fatto i superstiti a restare in vita? A che prezzo? Mentre le vite dei sopravvissuti e dei loro cari riprendono a fatica, su tutti loro incombe il peso della tragedia vissuta e di una misteriosa catena di logoranti segreti che gli ex naufraghi sono costretti a mantenere. Sopravvissuti è un viaggio nei labirinti della psiche e nell’intimità delle relazioni. La storia del ritorno a una quotidianità che non ci appartiene più, cercando di ritrovare il legame con chi credevamo un compagno di vita e che ora a stento riconosciamo. Sopravvissuti è la risposta a una domanda semplice ma terribile: cosa sei disposto a fare per sopravvivere?

Il Commissario Montalbano-versione restaurata

Scritto da Andrea Camilleri, Francesco Bruni, Angelo Pasquini
Tratti dai romanzi Il ladro di merendine, La voce del violino, La forma dell’acqua e Il cane di terracotta di Andrea Camilleri, editi da Sellerio Editore
Con Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Angelo Russo, Katharina Böhm
Regia di Alberto Sironi
Una produzione Rai Fiction, prodotta da Carlo Degli Esposti per Palomar (Il ladro di merendine, La voce del violino)
Una coproduzione Rai Fiction-Sveriges Television, prodotta da Carlo Degli Esposti per Palomar (La forma dell’acqua e Il cane di terracotta)
Serie evento – Poliziesco
I primi quattro titoli tratti dai romanzi di Andrea Camilleri da cui è cominciata l’incredibile avventura televisiva di Montalbano – Il ladro di merendine, La voce del violino, La forma dell’acqua e Il cane di terracotta – tornano a splendere nella miglior definizione attualmente possibile, grazie ad un attento restauro della pellicola originale. Dopo 23 anni dall’esordio e 37 storie inedite, il commissario più amato d’Italia torna dunque sugli schermi in forma smagliante grazie al 4k.

Fiction Rai 2 2022/2023

Mare Fuori 3

Mare Fuori Netflix
© Assunta Servello

Da un’idea di Cristiana Farina
Scritto da Cristiana Farina, Maurizio Careddu
Con Carolina Crescentini, Carmine Recano, Lucrezia Guidone, Massimiliano Caiazzo, Matteo Paolillo, Valentina Romani, Nicolas Maupas, Artem, Domenico Cuomo, Serena De Ferrari, Nicolò Galasso, Kyshan Clare Wilson, Vincenzo Ferrera, Antonio De Matteo, Anna Ammirati
Regia di Ivan Silvestrini
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie in 6 serie – Coming of age, drama
Mare Fuori 3 continua ad avere al centro del suo racconto l’adolescenza e tutte le scoperte che si fanno durante questa età difficile e magica allo stesso tempo. Una delle scoperte più sconvolgenti e significative nella vita di ogni persona è quella dell’amore. Un sentimento che da bambini viene coltivato in famiglia, una famiglia che durante l’adolescenza diventa spesso un’àncora che ogni ragazzo desidera mollare per navigare da solo in mare aperto e trovare la propria personale rotta. Il motore di questa nuova direzione è spesso alimentato da un amore che non è quello filiale, ma quello passionale e totale per un’altra persona, sconosciuta sino a quel momento e improvvisamente necessaria come l’aria. Tutti i protagonisti si troveranno a sperimentare la potenza e la forza che sempre richiede un atto d’amore. Ogni detenuto affronterà la propria capacità di amare e verrà chiamato a compiere una scelta: lasciarsi travolgere, convinti che il proprio bene è anche quello dell’altro, o saper riconoscere che a volte lasciar andare chi si ama è il vero e unico atto d’amore possibile?

La Porta Rossa 3

Una serie ideata da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi
Scritto da Sofia Assirelli, Carlo Lucarelli, Davide Orsini, Giampiero Rigosi
Con Gabriella Pession, Lino Guanciale, Valentina Romani, Gaetano Bruno, Elena Radonicich, Paolo Mazzarelli, Carmine Recano, Cecilia Dazzi, Nicola Pannelli, Alessia Barela, Lavinia Longhi, Roberto Zibetti, Mauro Cardinali, Katia Greco, Eugenio Krilov
Regia di Gianpaolo Tescari
Una coproduzione Rai Fiction-Garbo Produzioni, prodotta da Maite Carpio e Maurizio Tini
Serie in 4 serate – Crime, mistery
Sono passati tre anni da quando Vanessa se n’è andata via con Federico senza voltarsi indietro, lasciando Cagliostro intrappolato tra la vita e la morte. Oggi la ragazza frequenta un’università in Slovenia, il Centro Studi di Parapsicologia. Cagliostro ha rotto ogni rapporto con lei e, quando Eleonora chiede il suo aiuto per liberarla dalle influenze di quel posto misterioso, lui si rifiuta. Anna sta per lasciare la città, ha vinto un concorso come giudice a Siena e spera finalmente in un nuovo inizio per lei e sua figlia. Il commissario Paoletto si trova ad affrontare, allo stesso tempo, i problemi della città e un mistero affettivo: nonostante il loro rapporto sembrasse andare a gonfie vele, Stella gli ha chiesto una pausa ed è scomparsa. Una notte, durante un corteo di protesta contro una centrale elettrica ad alto impatto ambientale, la città di Trieste precipita nell’oscurità. Tra gli inconvenienti del grande blackout c’è anche un brutto incidente stradale: un veicolo finisce fuori strada andando a fracassarsi in una scarpata. La persona che era alla guida muore. Si tratta di una morte eccellente, che cambia il destino di tutti i personaggi e li porta di nuovo –per l’ultima volta– a indagare insieme con sviluppi drammatici e imprevedibili. Anna e Paoletto da un lato; Vanessa e Cagliostro dall’altro, ma con una grossa novità: in questo caso entrambi potrebbero essere colpevoli.
Sospetteranno l’uno dell’altra, mentre cercano di capire quale sia l’invisibile ma fortissimo filo che li lega da sempre. Riusciranno a scoprirlo? E alla fine riuscirà Cagliostro a varcare la Porta Rossa?

The Reunion

Scritto da Marston Bloom
Tratto dal romanzo La jeune fille et la nuit di Guillaume Musso
Con Ioan Gruffudd, Ivanna Sakhno, Grégory Fitoussi, Dervla Kirwan, Vahina Giocante, Rupert Graves, Shemss Audat, Salóme Gunnarsdóttir, Cosimo Fusco, Matthias Van Khache, Natalia Dontcheva
Regia di Bill Eagles
Una serie dell’Alleanza Europea. Una produzione Make It Happen Studio in coproduzione con France Télévisions, ZDF, Rai Fiction Serie in 3 serate – Thriller
Dal best-seller La jeune fille et la nuit di Guillame Musso un nuovo progetto dell’Alleanza Europea che vede la Rai collaborare con France Tèlévisions e ZDF.
Riviera francese, inverno 1996. Quando il liceo chiude per le vacanze di Natale, la brillante studentessa Vinca Rockwell scappa con il suo insegnante di filosofia con il quale ha una relazione. Nessuno la rivedrà mai più. Gli inseparabili Fanny, Thomas e Maxime -i migliori amici di Vinca- sono legati per sempre da un terribile segreto, ma non si sono più visti dopo il diploma. Hanno commesso un omicidio e sepolto il cadavere nel muro della palestra. Dopo venticinque anni, si ritrovano per la prima volta in occasione della Reunion della loro classe e scoprono che la palestra sta per essere demolita per fare spazio a un nuovo edificio. Improvvisamente, la verità rischia di tornare a galla. Una verità inquietante, dolorosa e diabolica. Il giallo si scioglie seguendo due linee temporali dai toni molto diversi: da un lato, il ricomporsi di un’amicizia nel presente assolato della Costa Azzurra; dall’altro, il mistero della scomparsa di Vinca in un campus deserto paralizzato da una tormenta di neve.

Il Quinto Giorno

Scritto da Chris Lunt, Michael A. Walker, Steve Lally, Gemma Hurley, Marissa Lestrade
Prodotto by Frank Doelger (Showrunner) e Eric Welbers
Tratto dal romanzo Il quinto giorno di Frank Schätzing
Con Leonie Benesch, Alexander Karim, Cécile de France, Rosabell Laurenti Sellers, Joshua Odjick, Krista Kosonen, Barbara Sukowa, Klaas Heufer-Umlauf, Takehiro Hira
Regia di Barbara Eder, Luke Watson, Philipp Stölzl
Una serie dell’Alleanza Europea.
Prodotto by Frank Doelger (Showrunner) e Eric Welbers per Schwarm TV Production GmbH & Co KG, una società di Intaglio Films e ndF International Production, per ZDF in collaborazione con France Télévisions, Rai Fiction, Viaplay Group e Hulu Japan
Una nuova coproduzione dell’Alleanza europea, tratta dal romanzo “Il quinto giorno” di Frank Schätzing. Nel mondo accadono cose strane generate dagli oceani: balene che distruggono barche, granchi che prendono d’assalto spiagge, una specie sconosciuta che destabilizza le piattaforme continentali e scatena tsunami. La vita è minacciata, la situazione peggiora di giorno in giorno, eppure nessuno è ancora in grado di collegare questi attacchi apparentemente casuali. Solo un gruppo di scienziati ipotizza che potrebbe essere in gioco qualcosa di più grande. Si fanno avanti per presentare la loro teoria ai leader impegnati a risolvere la crisi globale: credono che esista una forma di vita intelligente che dimora negli abissi, capace di manipolare gli oceani e tutto ciò che vi risiede. Un essere che è stato testimone della distruzione degli oceani per mano dell’uomo. Ma le rivelazioni degli scienziati vengono ritenute quasi del tutto inverosimili. E così il gruppo è costretto a intraprendere una missione rischiosissima: individuare questa forma di vita intelligente negli abissi dell’Oceano Artico.

Fiction Rai 3 2022-2023

Un Posto al Sole, stagione 26

Scritto da Paolo Terracciano, Dario Carraturo, Guglielmo Finazzer, Sara Rescigno, Athos Zontini
Con Patrizio Rispo, Riccardo Polizzy Carbonelli, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Marina Tagliaferri, Nina Soldano, Peppe Zarbo, Maurizio Aiello, Claudia Ruffo, Alberto Rossi, Germano Bellavia, Luca Turco, Michelangelo Tommaso, Luisa Amatucci
Regia di Stefano Amatucci, Albero Bader, Cristiano Celeste, Giosuè De Falco, Bruno De Paola, Monica Massa, Bruno Nappi, Vincenzo Pirozzi
Una produzione Rai Fiction-Fremantle-Centro di Produzione TV Rai di Napoli, prodotta da Gabriele Immirzi
Serie daily
Ambientata a Napoli nell’elegante quartiere di Posillipo, la serie racconta le appassionanti vicende degli abitanti di Palazzo Palladini. Nella varietà di caratteri e aspirazioni che esprimono, i protagonisti garantiscono un racconto sempre ricco e avvincente, fortemente legato a temi sociali importanti e di stringente attualità: dalla malavita organizzata all’emergenza lavoro, sia per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza che per la diffusione del lavoro nero. Nel racconto attento e originale della nostra società, Un posto al sole esprime un mondo valoriale in cui la famiglia assume un ruolo centrale e la condivisione delle difficoltà una rassicurante consuetudine di parenti e amici che formano una solida comunità di affetti. Il consolidato impianto narrativo si articola in un singolare intreccio di generi -romance, comedy e drama- che garantisce da anni un felice esempio di gradimento e fedeltà da parte del pubblico televisivo.

Fiction 2022/2023 RaiPlay

Cinque minuti prima

Una serie creata da Luca Padrini e Simona Nobile
Scritto da Oliviero Del Papa, Laura Grimaldi (head writer), Simona Nobile, Luca Padrini
Con Tecla Marianna Insolia, Ludovica Ciaschetti, Alessandro Garbin, Simone Fumagalli, Edoardo Pagliai, Isnaba Na Montche, Laura Martinelli, Francesco Siciliano, Tatiana Lepore, Olivia Manescalchi, Vincent Calogero, Valentina Carnelutti
Regia di Duccio Chiarini
Prodotto da Riccardo Brun, Paolo Rossetti, Francesco Siciliano per Panamafilm in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 episodi da 25’ – Coming of age
La vita è un susseguirsi di prime volte, ma l’adolescenza lo è ancora di più. Il primo amore. Il primo addio. La prima scelta importante. E ovviamente la prima volta per eccellenza, quella in cui si perde la verginità. Che raramente va come la immaginiamo: arriva con la persona sbagliata o con quella giusta ma va malissimo lo stesso, viene rimandata troppo o succede troppo presto. In ognuno risiede un ricordo tragicamente comico della scoperta del sesso. Una soglia che gli adolescenti di ogni generazione aspettano di superare con trepidazione, unica tappa che non passerà mai di moda. Un passo che Nina, la sedicenne protagonista di questa storia, non riesce a fare. I suoi amici le sembrano tutti molto più grandi e ricchi di esperienze di lei: si dividono in categorie e sottoculture, scoprono identità di genere e gusti sessuali, facendo errori anche madornali, ma comunque vivendo a pieno la loro adolescenza, mentre invece lei è bloccata. Dopo numerose ricerche, l’autodiagnosi di Nina porta il nome di afefobia, paura del contatto fisico. Intanto riesce a lasciarsi andare solo nella sua immaginazione, nei disegni che butta giù nella sua stanza, fumetti che si animano e raccontano le vite che non sta vivendo. Mentre intorno a lei si dipanano le storie d’amore e di sesso dei suoi amici, Nina prova in tutti i modi a sentirsi “normale”, scoprendo che essere diversa è la cosa che davvero può aiutarla a capire cosa voglia davvero.

Shake-Shakespeare in teen

Scritta da Gianluca Bernardini, Carolina Cavalli, Caterina Salvadori
Con Giulia Fazzini, Giada Di Palma, Damiano Gavino, Greta Esposito
Regia di Giulia Gandini
Prodotta da Andrea Occhipinti, Mattia Guerra e Stefano Massenzi per Lucky Red in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 episodi da 25’ – Teen drama
Siamo tutti d’accordo: l’adolescenza è una tragedia. Eppure, a pensarci bene, è anche una commedia. E allora, per raccontarla, perché non affidarsi al più grande drammaturgo di tutti i tempi? Shake prende i protagonisti delle opere del Bardo e li shakera, attualizzandoli e catapultandoli in un contesto contemporaneo e realistico. Perché la forza di storie e personaggi diventati patrimonio comune dell’umanità è proprio quella di essere adattabili a ogni epoca, anche la più moderna. La prima stagione di questa serie antologica racconta Otello, dove il protagonista non è più il valoroso condottiero dell’esercito veneziano, ma il leader imperturbabile di una crew di parkour. Accanto a lui, il simpatico Cassio e l’arguta Iara. L’equilibrio tra i tre sembra essere solido fino a quando non fanno la conoscenza di Desdemona, la più bella ragazza del liceo, di cui sia Otello che Iara si invaghiscono. Mentre tra Desdemona e Otello nasce una profonda storia d’amore, Iara, colpita dall’invidia nei confronti del suo amico, ordirà un meticoloso piano atto a separare i due innamorati. L’infima opera di persuasione di Iara avrà i suoi effetti e le insicurezze di Otello scoppieranno in una gelosia cieca che distruggerà l’amore per Desdemona e l’amicizia con Cassio. In un finale senza vincitori, la vera tragedia per i protagonisti sarà la consapevolezza del sopraggiungere dell’età adulta e con essa del disincanto perso, ma avranno modo di indagare le loro fragilità, elaborare i loro errori o, più semplicemente, crescere.