L’anno che verrà: la conferenza stampa di presentazione. Le dichiarazioni di Amadeus e Stefano Coletta e le novità su Sanremo 2021

TvBlog ha seguito in tempo reale la conferenza stampa di presentazione de L’anno che verrà, in onda il 31 dicembre 2020, su Rai 1.

12:30 Inizio conferenza L’anno che verrà. Stefano Coletta: “Sono molto contento di essere qui con Amadeus che è stato l’uomo, dal Festival di Sanremo, che ha davvero illuminato questa rete ammiraglia. Non era facile poter gestire l’adattamento televisivo sul piano dell’organizzazione. Amadeus, con un vero Sanremo da servizio pubblico, ha illuminato Rai 1, non solo lui, ma tutti coloro che lavorano a Rai 1. Rai 1 chiude con un piccolo segno positivo, sia in prima serata che sulle 24 ore. Abbiamo variato il daytime, abbiamo avuto molte repliche, abbiamo fatto il più bel Sanremo della storia: questo segno positivo è il sintomo che la platea ha riconosciuto Rai 1 come servizio pubblico. Questo è motivo di contentezza e di grande emozione per me. Chiudiamo quest’anno con una serata di intrattenimento sobrio e intelligente. Ci lasceremo alle spalle un anno che ha davvero scompaginato la nostra vita. Questo Capodanno sarà motivo anche di commozione. Lo diceva Totò ma possiamo dirlo tutti: se c’è stata una stagione in cui siamo stati tutti uguali è stato quest’anno. La notizia della vaccinazione ci porta con uno sguardo di speranza verso il futuro ma non dobbiamo dimenticarci quello che c’è stato. Tante persone se ne sono andate via a causa di questo virus. Abbiamo lottato contro tutto e tutti per garantire sia informazione che intrattenimento. Credo che Rai 1 abbia portato tanta compagnia e leggerezza come succederà anche in questa serata finale”.

12:45 Amadeus: “Ringrazio il direttore per le sue parole. E’ stato un anno difficile per tutti. L’informazione, com’è giusto che sia, è stata al primo posto. Ma è altrettanto vero che lo spettacolo e l’intrattenimento, non solo non è calato ma è addirittura aumentato. In un anno drammatico, arrivato inaspettatamente, l’intrattenimento aiuta le persone a pensare a qualcosa di più divertente. Per noi, è come se fosse una missione. Nel momento di normalità, fai il tuo mestiere, con tante difficoltà organizzative in più, l’assenza di pubblico, i tamponi… Io ho fatto circa 25 tamponi fino ad ora. Abbiamo fatto tutto questo durante il 2020 e lo faremo anche a Capodanno. Sarà un clima di festa. Entreremo nelle case degli italiani che staranno tutti a casa. Condividerò il palco con Gianni Morandi e mi riempie di gioia. Ci saranno canzoni per tutti i gusti, dal nonno fino al nipote, trascorrere una notte di Capodanno all’insegna della voglia di stare uniti e di lasciarsi alle spalle questo 2020. Sarà una notte di festa, in uno studio, al caldo! Anche questa sarà una novità. Vogliamo riscaldare anche i cuori di tutti gli italiani”.

12:48 Amadeus sulle performance: “Gli ospiti canteranno i loro pezzi famosi. Amo trascorrere la notte di Capodanno, pensando che le persone, a casa, stiano cantando. Ma ci saranno anche cose particolari… Nino Frassica ci regalerà un oroscopo speciale. Gianni Morandi e Piero Pelù si esibiranno insieme e uniranno i loro mondi diversi. Sarà un clima di festa. Non avremo un pubblico, saremo noi il pubblico. Vogliamo regalare un Capodanno importante”.

12:51 Stefano Coletta su Sanremo 2021: “I dubbi sono legittimi. Siamo tutti preoccupati. Stiamo lavorando alacremente per far sì che Sanremo vada in onda dal 2 al 6 marzo. Ci stiamo attenendo a tutte le procedure. Mi sento di dire che è ovvio che del domani, non vi è certezza ma continuiamo ad organizzare il Festival”. Amadeus: “Quando partono i tir, si va ad organizzare il Festival di Sanremo. Se a febbraio e a marzo, ci troveremo in una situazione drammatica, penseremo al da farsi. Gli esperti ci hanno rassicurato. Faremo un Sanremo di “quasi” normalità”.

12:54 Amadeus sempre sul Festival: “Tutta l’area di Sanremo sarà riorganizzata. La nave è un’ipotesi. Trovo che sia un’idea bellissima. Fare un Sanremo-COVID, con l’Ariston vuoto, non può accadere. La musica in un luogo vuoto non è fattibile. Dobbiamo essere bravissimi a mettere in sicurezza tutta l’area. Creare una “bolla” per gli spettatori e creare altre strutture per la sicurezza di tutte le altre persone, dagli addetti ai lavori ai giornalisti. Gli sponsor hanno tutti aderito a coprire questa situazione, con grande entusiasmo, perché il Sanremo che andremo a fare sarà ancora più storico di quello dell’anno scorso. Sarà un Sanremo che deve aiutare tutta la nazione a rinascere, non solo il mondo della musica. Io, con l’aiuto della Rai, siamo portati a far sì che tutto questo accada. Do due notizie certe al 100%: una donna che sarà presente con me sul palco sarà Elodie. E’ una ragazza che ha tante qualità. La seconda notizia riguarda l’ospite fisso che ci regalerà 5 “quadri”. Stiamo parlando di Achille Lauro”. Stefano Coletta: “Questo sarà il Sanremo della rinascita. Mi dispiace quando nella comunicazione, si creano delle turbative che possono anche esasperare le idee. E’ importante, a volte, fare anche un po’ di silenzio altrimenti il rigore con il quale stiamo affrontando tutto viene un po’ scalfito. Sul tavolo, ci sono tante idee ma hanno bisogno di essere serbate nel silenzio altrimenti ogni elemento diventa distrattivo”.

13:05 Amadeus: “A L’anno che verrà ci sarà Viktorija Mihajlovic. Conosco suo papà molto bene. La sua presenza garantirà la trasversalità del pubblico. Come la presenza di J-Ax, Boomdabash e Shade. Per i più piccoli, ci saranno i protagonisti dei 44 Gatti”.

13:08 Amadeus sul pubblico dell’Ariston: “La nave è un’ipotesi che va valutata in ogni aspetto insieme all’azienda. Ancora non sappiamo, chi saranno le 500 persone che saranno presenti a tutte e 5 le serate. Saranno 500 persone che avranno la fortuna di coronare il sogno”. Stefano Coletta: “Anche sulle procedure, la creatività può fare il suo ma la norma sanitaria è al primo posto. Gli spettatori saranno soggetti monitorati costantemente e tamponati. Anche il fattore anagrafico sarà importante per non mettere a rischio le persone in là con l’età”.

13:10 Stefano Coletta: “Cosa mi auguro per il 2021? Io vivo di relazioni umane e tanti colleghi, ancora, non li ho potuti conoscere. C’è una collega preziosa, che sceglie per la Rai tutti i documentari divulgativi, che ha perso il marito per il COVID ed è rimasta sola con due figli. La penso tantissimo. Il dolore degli altri non ha possibilità di conforto. E’ stata una pagina orrenda. Mi auguro che le persone vicino a noi nel quotidiano, che hanno avuto perdite assurde, possano tornare a sorridere. Noi ci mettiamo il cuore in questo lavoro ma dobbiamo ricordarci che la vera vita è altrove”. Amadeus: “Per il 2021, mi auguro solamente il ritorno alla normalità. E’ la cosa che più mi manca: abbracciare un amico, io sono una persona molto fisica, la normalità di stare in un bar, in un ristorante, al cinema… La normalità come non avere più paura di andare a trovare i tuoi genitori che vivono in un’altra città. Tornare alla normalità, non dimenticandoci di quello che abbiamo vissuto”.

13:15 Amadeus: “La prima cosa al quale ho pensato quando abbiamo formato il cast è che L’Anno che Verrà deve essere davvero la festa di tutti. Non sarà un Capodanno di sottofondo, com’è stato negli anni scorsi, ma un Capodanno da trascorrere con il volume alto”.

13:17 Stefano Coletta sempre sulla nave di Sanremo: “Capisco che il love boat colpisca molto il nostro immaginario… Qualunque persona arriverà all’Ariston seguirà il protocollo, con un periodo di quarantena, se sarà necessario”.

13:25 Stefano Coletta su Morgan e Bugo: “Non ho selezionato gli artisti e le canzoni. Rispondo prima di Amadeus. Amadeus ha sempre privilegiato le canzoni. Al primo posto, ci sono le canzoni. La canzone di Bugo è stata ritenuta tra le 26 canzoni più belle, interessanti e proiettive in una gamma contenente più generi possibili. Riguardo Morgan, il nostro affetto per lui non muta. E’ un artista di grande valore e di grande sensibilità. Quando, però, si realizzano programmi per il servizio pubblico, un criterio importantissimo è quello di rispettare sempre anche il codice etico. Io ho condiviso la scelta del direttore artistico di escluderlo da Sanremo Giovani. Non è dignitoso far finta di niente quando non c’è più l’educazione. Su Morgan, non c’è nessuna rimozione riguardo la possibilità futura di lavorare in Rai. In questo caso, è stato necessario escluderlo. Alcuni Big non li conoscevo. Amadeus mi ha spiegato la scelta di questi artisti. Scendere a 26 artisti è stata anche una fatica per lui. Nessun “risarcimento” a Bugo”. Amadeus: “Sottoscrivo quello che ha detto il direttore. Ho semplicemente valutato le canzoni al di là dei cognomi che firmano i brani. Morgan, l’ho voluto personalmente ad AmaSanremo. Non gli ho fatto mai nessuna promessa. Il direttore artistico può fare degli inviti a presentare una canzone. E’ successo anche con altri artisti. Io ascolto e poi valuto secondo il mio gusto e la mia idea di Sanremo. E’ andata così”.

13:30 Amadeus risponde ad una nuova domanda sulla nave: “Gli hotel avranno modo di lavorare a prescindere dalla nave. Questa non è una preoccupazione per il sindaco, né per gli alberghi”.

13:32 Amadeus su Gianni Morandi: “Per il bene degli italiani, è meglio che io non canti! Mi limiterò ad ascoltarli…”. Stefano Coletta ancora su Sanremo: “Piazza Colombo sarà uno dei set esterni extra-Ariston e lo sarà sempre con le misure che dovranno essere prese”.

13:34 Stefano Coletta: “Investimenti pubblicitari su L’Anno che Verrà? Gli investimenti si chiudono a ridosso della messa in onda. Nonostante la concorrenza, L’Anno che Verrà sta mantenendo il proprio appeal”.

13:35 Amadeus: “Nino Frassica sarà con noi tutta la notte, ha preparato cose divertenti, alcune me le sta tenendo segrete!”. Stefano Coletta: “Riguardo gli ascolti, non sono ipocrita, nonostante stia terminando un anno nel quale gli ascolti non devono essere la priorità, io resto un agonistico e credo che Amadeus realizzerà una serata di intrattenimento diretta a tutti i target. Ieri sera, il GF, in sovrapposizione, è andato sotto un film bellissimo, La Bella e la Bestia, sono convinto che Rai 1 potrà vincere”. Amadeus dà una terza notizia su Sanremo: “Ufficializzo la presenza di Zlatan Ibrahimovic in tutte le sere. Non salterà una partita del Milan. Da interista, ci ho provato! Questa è una notizia importante per chi segue Sanremo da ogni parte del mondo”.

13:36 Fine conferenza.

La presentazione

Oggi, martedì 29 dicembre 2020, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della diciottesima edizione de L’anno che verrà, l’evento con il quale Rai 1 accoglie l’anno nuovo per salutare quello vecchio, che andrà in onda, ovviamente, durante la notte di San Silvestro, a partire dalle ore 21 o subito dopo il consueto messaggio di fine anno da parte del Presidente della Repubblica.

Mai come quest’anno, la notte di San Silvestro è particolarmente attesa, soprattutto perché non si vede l’ora di mettersi alle spalle un 2020 funesto, caratterizzato dalla pandemia di COVID-19 che ha stravolto le nostre vite.

Il Coronavirus, superfluo sottolinearlo, ha stravolto i programmi anche per quanto riguarda L’anno che verrà. L’edizione 2020, infatti, avrebbe dovuto tenersi in Umbria, presso le Acciaierie di Terni, ma a causa delle misure di contenimento della diffusione del virus, la location sarà lo Studio 5 degli Studi Televisivi Fabrizio Frizzi di Roma.

Per il sesto anno consecutivo, sarà Amadeus a condurre l’evento di fine anno di Rai 1. In quest’edizione, al fianco del conduttore che a marzo condurrà il suo secondo Festival di Sanremo, come anticipato da TvBlog, ci sarà Nino Frassica.

Gli ospiti musicali saranno Gianni Morandi, Arisa, Ricchi e Poveri, Annalisa, Piero Pelù, Umberto Tozzi, Rocco Hunt, J-Ax ed Erminio Sinni, vincitore della prima edizione di The Voice Senior.

Quest’anno, L’anno che verrà si scontrerà a distanza con il Capodanno firmato Grande Fratello Vip che andrà in onda, ovviamente, su Canale 5.

L’anno scorso, il countdown per il 2020 fu seguito da 4.772.000 telespettatori, con uno share pari al 31,11%.

Durante la conferenza stampa, interverranno Stefano Coletta, direttore di Rai 1, e il conduttore Amadeus.

TvBlog seguirà in diretta la conferenza stampa a partire dalle ore 12:30.