Amadeus, da Sanremo ad Arena Suzuki: il Re Mida della musica in tv?

Amadeus, da Sanremo ad Arena Suzuki 60-70-80: quel binomio di conduzione e musica che fa breccia negli ascolti (e nel pubblico)

L’ultima prova è stata quella di sabato scorso, 25 settembre 2021. Amadeus era pronto a sfidarsi contro la corazzata di Canale 5, Tu sì que vales, da anni record di ascolti e avversario temuto e difficile da affrontare. Maria De Filippi in giuria e Sabrina Ferilli giudice popolare sono una garanzia per il sabato sera. Quest’anno, prima della partenza di Ballando con le stelle, ad accettare il rischio è stato proprio lui, con una serata dal sapore nostalgico, l’Arena Suzuki 60-70-80. E la sorpresa (per alcuni inaspettata) è stato proprio lo share del giorno dopo, che sottolineava solo un paio di punti di differenza tra i due show. Dopo Sanremo, un altro successo agguantato dal conduttore.

Arena Suzuki 60-70-80, quell’efficace e nostalgico viaggio nella memoria

Non era un risultato scontato, come già anticipato. In passato, al sabato sera, sempre contro i programmi della De Filippi, erano stati studiati anche speciali tv su cantanti italiani famosi e amatissimi. In quel caso, però, quel ciclo “A grande richiesta” fallì nel suo intento e cambiò anche programmazione. L’idea di una serata monografica non venne premiata dagli ascolti. Invece, l’evento show di Amadeus ha vinto grazie al ritmo e all’idea efficace. La musica in tv -forse ancora di più recentemente per questo stop legato ai concerti a causa del Covid-19- è stata ben accolta ma in serate sicuramente meno difficili rispetto a quella di sabato. Eppure, le performance degli Europe, Loredana Bertè ed Orietta Berti, hanno incantato e convinto il pubblico da casa, ben felice di trascorrere quelle tre ore in compagnia di classici italiani e stranieri. Un viaggio nella memoria efficace, senza tempi morti e con la musica come unica, assoluta protagonista. Amadeus, tornato dj per una sera (2 in totale, con la puntata in onda domani 2 ottobre) ha agganciato e captato la volontà degli spettatori di rivivere e riassaporare quelle hit che sono ormai veri e propri classici. Non solo per un pubblico over 40/50 ma anche più giovane: una doppia vittoria sotto gli occhi di tutti.

Amadeus e Sanremo: le scommesse vinte in attesa di ‘Ama Ter’

Per Amadeus un’ulteriore conferma. Oltre al preserale con “I soliti ignoti”, il presentatore, negli ultimi anni, è diventato una sorta di “Re Mida” della musica in tv. Sembra davvero tutto oro quello che tocca, i programmi che accetta di guidare e condurre, spesso con le sette note al centro. Proprio con i 2 Festival condotti (in attesa di Ama Ter), ha anche dimostrato di saper rischiare, portando sul palco del Teatro Ariston, nomi inizialmente non conosciuti dal grande pubblico: Madame, Aiello, Colapesce e Dimartino sono apparsi -da subito- di fama “minore” rispetto ad una Arisa o Orietta Berti. Eppure, in questo caso, la vittoria è stata duplice: artisti diventati noti al grande pubblico e una classifica di vendita che ha visto trionfare proprio i pezzi di Sanremo (e anche alcuni brani).  E il riscontro non è stato una bolla di sapone ma è perdurato nelle settimane e nei mesi a seguire dalla fine del Festival. Basti pensare ai Maneskin, rock band esplosa a X Factor, in grado non solo di vincere il Festival ma anche l’Eurovision…

“Ora o mai più” e il sogno di una terza edizione del programma…

Le avvisaglie di questo binomio fortunato si erano già intuite nel 2018-2019 quando Amadeus portò su Rai Uno lo show “Ora o mai più” che divenne subito un piccolo cult televisivo. Gli ascolti furono buoni e il meccanismo dello show incuriosiva e appassionava, puntata dopo puntata. E la giuria fu azzeccatissima: da Patty Pravo a Marcella Bella, passando per Orietta Berti e Ornella Vanoni. Un programma di cantanti pronti ad una seconda vita, alla ribalta, in una gara guidata da veterani della musica italiana. Da tempo, al conduttore viene richiesta una terza edizione, proprio a dimostrazione dell’affetto da parte del pubblico nei confronti di questo show durato anche “solo” due edizione. Ma tanto è bastato…

Ultime notizie su Amadeus

Tutto su Amadeus →