• Tv

Amarcord 2008 – Guida alla Tv U.S.A.

Amarcord 2008 Tengo molto a questa Guida che e’ servita a me per primo a capire meglio molti aspetti e meccanismi della tv americana. Come ho già detto, è sempre importante buttare un occhio al di là del proprio “orticello italico” per vedere anche cosa combinano gli altri. Non è detto che facciano sempre meglio,

di corbetz

Amarcord 2008 Tengo molto a questa Guida che e’ servita a me per primo a capire meglio molti aspetti e meccanismi della tv americana. Come ho già detto, è sempre importante buttare un occhio al di là del proprio “orticello italico” per vedere anche cosa combinano gli altri. Non è detto che facciano sempre meglio, l’importante è farsi un’idea personale e guardare sempre a qualcosa che è (almeno in apparenza) “nuovo” e/o “diverso”.
Corbetz


indice indexSi e’ concluso con la puntata numero 15 il nostro viaggio alla scoperta della tv americana: un modello cosi’ diverso dal nostro a livello organizzativo, ma cosi’ vicino alla tv italiana per via dei tantissimi diversi prodotti che inevitabilmente finiscono poi con l’andare in onda nelle nostre reti.

Per agevolare chi si fosse perso qualche puntata, vi ripropongo qui – in un unico post – l’ indice generale di tutti gli argomenti che sono stati trattati. Dopo il salto anche qualche consiglio bibliografico per approfondire meglio alcune tematiche.

1) I Mercati e il sistema Network-Affiliate
2) La Struttura Organizzativa di un Network
3) Costi e Revenue Pubblicitarie
4) LPTV e Transizione al Digitale
5) Cable Tv
6) Satellite Tv
7) Ascolti Tv: Ratings e Share
8) Segmentazione Demografica degli Ascolti
9) DVR: ovvero come la tecnologia cambia la misurazione degli ascolti
10) Syndication e Vendita dei Programmi
11) Principali Media Company
12) Public Television
13) Programmazione: Intrattenimento in Prima Serata
14) Programmazione: le News
15) Programmazione: Sport

Se volete approfondire meglio il sistema di funzionamento della tv statunitense (economico-legale-contenutistico) vi consiglio vivamente il volume (in lingua inglese): “This Business of Television – The Standard Guide to the Television Inustry” di H. J. Blumenthal e Oliver R. Goodenough, reperibile su internet anche dall’Italia. 567 pagg. – 35$. Da questo volume sono tratte alcune delle informazioni e dei dati che avete trovato nelle diverse puntate (soprattutto i dati economici e di mercato).

Ci sarebbero altre decine di argomenti da approfondire ma ovviamente non e’ possibile farlo in questa sede: non avrebbe senso. Nelle prossime settimane comunque nella mia quotidiana corrispondenza continuero’ a darvi notizie sull’evoluzione dello status della tv americana (ora pero’ abbiamo maggiore cognizione di causa su cosa si parla), con magari un approfondimento canale per canale sulla storia, i prodotti di particolare successo e gli eventi principali. Se avete qualche altra curiosita’ particolare scrivetelo nei commenti e cerchero’ di esaudire le vostre richieste via via nei prossimi giorni.

Spero che darvi un’idea generale di come funziona il sistema sia anche servito a tracciare un parallelo tra la tv italiana e quella americana. Ovviamente non tutti i modelli o le strategie televisive americane sono direttamente importabili o assimilabili dal nostro modello culturale: i paesi sono diversi, le tradizioni anche, le abitudini di linguaggio e di gusto pure. L’obiettivo, come ho gia’ detto in passato, e’ sempre quello di curiosare all’estero o comunque in qualcosa di diverso da quello a cui siamo abituati per trarre degli insegnamenti tanto dai successi quanto dai fallimenti.

I Video di TvBlog