Sgarbi: “Le donne mi sfiorano il cu*o e i gay mi toccano le pa**e. Non ho mai detto niente”

Vittorio Sgarbi a Quarta Repubblica: “Le donne mi sfiorano il cu*o e i gay mi toccano le pa**e, ma non ho mai detto niente”

Vittorio Sgarbi show a Quarta Repubblica. Nel talk di Nicola Porro è stata affrontata per qualche istante la vicenda riguardante Greta Beccaglia, la giornalista palpata sabato scorso da un tifoso in diretta tv fuori dallo stadio di Empoli dopo il match tra i padroni di casa e la Fiorentina.

Oggi sono stato insistentemente toccato da due donne che mi hanno sfiorato il culo e non ho denunciato”, ha detto il critico d’arte collegato con Nicola Porro. E ha aggiunto: “Gli omosessuali che incontro mi toccano sempre le palle e non ho mai detto niente”.

Contestato da Paolo Cento, Sgarbi si è prima scagliato contro l’interlocutore (“vaffanc*lo, vaffanc*lo, vaffanc*lo, cogl**ne”), per poi proseguire con la sua valutazione: “Se un omosessuale mi tocca le palle lo prendo per una battuta e mi capita sempre. Una donna può stare al gioco, oppure può denunciare ed essere risarcita con 1000 euro. Fai una multa contro la maleducazione, non parli di violenza sessuale. Non è violenza, non è violenza, non è violenza”.

Intanto, è stato sospeso dalla conduzione Giorgio Micheletti, che guidava dallo studio il live di Toscana Tv. Nel comunicato ufficiale l’emittente ha spiegato: “Abbiamo condiviso con il giornalista di concedergli l’opportunità di un momento di riflessione e di pausa professionale nella conduzione del format ‘A Tutto Gol’, al fine di chiarire lo svolgimento dei fatti riservandoci di valutare eventuali provvedimenti disciplinari“.

Micheletti si è detto “dispiaciuto” per il provvedimento, tuttavia ha riconosciuto che “la decisione presa di comune accordo con l’emittente sia adesso la soluzione migliore”.

Ultime notizie su Quarta repubblica

Tutto su Quarta repubblica →