Il Green Pass di Sean Penn: tornerà sul set di Gaslit di StarzPlay solo se tutti saranno vaccinati

Sean Penn e Julia Roberts sono i protagonisti di Gaslit una miniserie StarzPlay sul caso Watergate

Dopo le parole di ieri sera del Presidente del Consiglio Mario Draghi il Green Pass è diventato un aspetto fondamentale del ritorno alla socialità e al contenimento della pandemia da Covid-19, un modo per far comprendere il più possibile come solo con il vaccino potremmo tornare a ritrovare una forma di “normalità”. Una tranquillità post Covid che anche il mondo dell’intrattenimento fatica a riacquisire, come dimostrano le recenti chiusure di set di diverse produzioni seriali dopo l’emersione di alcuni casi di positività come capitato a Bridgerton (qui i dettagli).

A favore della vaccinazione obbligatoria (o quasi) si schiera Sean Penn. Reduce dal passaggio a Cannes per la presentazione di Flag Day, Sean Penn ha annunciato che tornerà sul set della miniserie Gaslit sul Watergate con Julia Roberts, prodotta da UCP (Universal) per Starz e StarzPlay (che la distribuisce in Italia e in altri paesi del mondo), solo se tutti i membri della produzione saranno vaccinati.

La variante Delta inizia infatti a spaventare Los Angeles che ha imposto nuovamente l’obbligo di mascherina nei posti al chiuso vista la crescita di casi positivi anche tra i vaccinati con doppia dose. Penn attraverso la sua organizzazione CORE si è proposto per aiutare gli sforzi della campagna di vaccinazione nono solo nelle produzioni cine-tv ma per coprire tutta la popolazione.

NBCUniversal, lo studio che produce la serie, ha imposto la vaccinazione obbligatoria per chi lavora in quella che è stata definita la “zona A” di un set, intesa come quella zona dove ci sono gli attori che per recitare girano senza mascherina, offrendo anche possibilità di scelta del vaccino e una clinica mobile gratuita per la vaccinazione e per il richiamo. Questo però a Sean Penn non basta. L’attore, che ha già completato tutto il ciclo di vaccinazione vorrebbe che l’obbligatorietà fosse per tutti i membri del set, proprio per proteggere tutti e i potenziali contatti di chi lavora sul set.

La presa di posizione di Sean Penn farà sicuramente scuola in un periodo in cui sui set americani e non solo si discute di introdurre la vaccinazione obbligatoria proprio per evitare potenziali blocchi improvvisi delle riprese. Sean Penn è il protagonista della miniserie, che in Italia vedremo su StarzPlay, ambientata nel periodo del Watergate.

In Gaslit Penn è John Mitchell procuratore generale di Nixon mentre Julia Roberts interpreta la moglie Martha, elegante signora repubblicana dell’Arkansas che, nonostante il rapporto del marito, fu tra le prime ad accusare Nixon per i suoi legami con il caso Watergate. La miniserie è prodotta da Sam Esmail, scritta da Robbie Pickering e tratta dal podcast Slow Burn. Naturalmente con alcune scene ancora da girare, se Sean Penn manterrà fede alla sua decisione, questo comporterà uno slittamento dei tempi di produzione.