• Tv

Sanremo 2022, i promo in onda sulle reti Rai (VIDEO)

Ecco gli spot promozionali che ci accompagneranno verso il Festival di Sanremo 2022 da metà dicembre 2021 a fine gennaio 2022

Il Festival di Sanremo 2022 sta arrivando. Sarà in scena dal teatro Ariston dal 1° al 5 febbraio, accoglierà ben 25 artisti in gara per quella che sarà l’edizione numero 72, la terza condotta da Amadeus che riveste nuovamente il ruolo di direttore artistico.

Ormai è la tradizione: la serata della finale di Sanremo Giovani combacia con i primi passaggi degli spot promozionali in vista della nuova edizione. Il primo è avvenuto nella serata del 15 dicembre 2021.

Sanremo 2022, primo promo

Come sempre si sceglie la via della semplicità unita ad un messaggio forte, imponente, che possa sottolineare il prestigio che Sanremo porta da ormai 72 anni. Dopo essere stato bambino sognatore, direttore di un’orchestra formata da coloro che poi sarebbero diventati i campioni agli Europei di Calcio, Amadeus è ancora una volta protagonista dello spot. Possiamo vederlo mentre scruta il pubblico che riempie un teatro, ma non uno qualunque, è il teatro che tra poco sarà ancora una volta al centro dell’attenzione: l’Ariston. In sottofondo le note di un piano si incrociano a queste parole:

Da più di 70 anni quello che nasce qui, non si ferma qui dentro. E non sono solo le grandi canzoni, ma molto, molto di più. Ed è questo il motivo per cui non si può mancare. Perché tutto parte da qui.

Dopo aver ammirato la bellezza del teatro in movimento, Amadeus si porta verso un interruttore, accendendolo. Parte un effetto virtuale in cui si vedono le insegne esterne all’Ariston illuminarsi, esplodono le note di Zitti e Buoni, il fortunatissimo brano dei Maneskin. Lo spot si conclude con la fotografia dell’esterno del Teatro Ariston con la data d’inizio del Festival: 1-2-2022.

Sanremo 2022, secondo promo: il backstage

A poco più di 10 giorni dall’inizio della kermesse, dopo vari spot simili l’uno all’altro con la stessa animazione di cui sopra, si fa un passo avanti (finalmente). C’è da constatare una particolarità sin da subito: dopo aver abituato il pubblico con la gag Amadeus/Fiorello, dello showman – nonostante la voce persistente di una sua possibile presenza all’Ariston in almeno una delle 5 serate – fino ad oggi non c’è ancora traccia. Stavolta spazio alle cinque co-conduttrici: Ornella Muti, Maria Chiara Giannetta, Lorena Cesarini, Drusilla Foer e Sabrina Ferilli. L’ambiente è quello del backstage, Amadeus e le sue compagne d’avventura sono in un set fotografico per lo shooting fotografico.

Sabrina Ferilli parla affiancando il conduttore e direttore artistico: “Questo è il primo step, sono sicura che da qui al 5 febbraio… eheheh si è salita la gradinata di Trinità dei monti, capisci?”

Ornella Muti: “Sono molto emozionata e sono molto onorata. Certo, un po’ di paura ce l’ho”

Maria Chiara Giannetta: “Questa è la prima volta e penso l’ultima perché Sanremo non capita sempre. Sono emozionatissima e non vedo l’ora di iniziare.”

Lorena Cesarini: “Ci ho messo un pochino a realizzare. Molta della paura è andata via, poi non nego che forse potrebbe ritornare sul palco dell’Ariston”.

Drusilla Foer: “Mamma mia, ci siamo quasi. Ora c’è la cosa peggiore, scendere la scalinata, ora vedremo come va a finire. Mi romperò un femore di sicuro”.