• Tv

Rai Documentari, palinsesto 2021/2022: tutta l’offerta

Presentata alcune ore fa in conferenza stampa, tutta l’offerta della direzione Rai Documentari per la prossima stagione televisiva

Proprio con la partenza della prossima stagione televisiva la direzione Rai Documentari, attualmente guidata da Duilio Giammaria, festeggerà il primo anno di vita. Oggi, martedì 22 giugno, nel corso della conferenza stampa in cui sono stati presentati i palinsesti per l’annata televisiva 2021/2022 è intervenuto anche Giammaria, che è andato a raccontare i progetti a cui sta lavorando la squadra da lui capitanata. Cerchiamo ora di riassumerli, vedendo nel dettaglio a quali reti saranno destinati i vari prodotti.

RAI DOCUMENTARI PER RAI 1

I prodotti consegnati all’ammiraglia Rai da parte di Rai Documentari hanno come minimo comune denominatore il racconto di grandi personaggi dei nostri tempi e di accadimenti epocali, come ad esempio l’attentato alle Torri Gemelle.

  • Diana’s Decades: la serie documentaristica britannica, in tre episodi da 60 minuti ciascuno, ripercorre i due decenni segnati dalla Principessa del Galles, ovvero gli anni ’80 e ’90, attraverso testimonianze inedite di persone che l’hanno conosciuta e filmati d’archivio straordinari, raramente mostrati. Diana’s Decades è un produzione televisiva Spun Gold per ITV, filmata e diretta da Nick Angel, i cui diritti per la messa in onda sono stati acquisiti dalla Rai;
  • 9/11: un lungometraggio documentaristico, diretto da Arthur Cary, frutto di una coproduzione internazionale lanciata dalla BBC per raccontare in occasione del ventesimo anniversario le due ore in cui vennero attaccati dai terroristi le Torri Gemelle, il Pentagono e il volo United Airlines 93. Il documentario metterà in luce gli effetti che si sono ripercossi nelle vite di coloro che più o meno direttamente sono stati coinvolti in quei terribili fatti, tentando inoltre di analizzare come quei tragici eventi abbiano ridefinito la storia contemporanea e lo scenario geopolitico mondiale;
  • Sotto il Vulcano, documentario scientifico-antropologico che parlerà della nostra Penisola, osservando la vita delle varie popolazioni che abitano sotto ai principali vulcani attivi in Italia;
  • Sofia Loren sarà la protagonista di un documentario che racconterà la straordinaria carriera e vita di una delle più grandi attrici del cinema internazionale attraverso le immagini contenute nei ricchi archivi delle Teche Rai e in quelli internazionali di Lapresse;
  • un biopic su Sergio Marchionne, manager che con il proprio operato alla FIAT ha trasformato l’industria dell’automobile. La sua figura verrà ripercorsa grazie a dalle testimonianze inedite ed esclusive di uno studente universitario premiato in passato da Marchionne stesso;
  • Bella Ciao ripercorrerà le origini della straordinaria popolarità di questo canto popolare italiano, divenuto ormai da diversi decenni legato alla ricorrenza della Festa della Liberazione.

RAI DOCUMENTARI PER RAI 2

Rai 2 dal prossimo autunno sarà la prima rete ad ospitare uno spazio in daytime fisso di Rai Documentari: Mompracem-L’isola dei documentari sarà tutte le domeniche pomeriggio la vetrina di un viaggio costante che avrà come fil rouge il tema dell’avventura umana. Ogni settimana verranno proposti ai telespettatori scenari diversi per esplorare nuovi percorsi, uscendo dalla routine quotidiana.

La proposta di prima serata sarà all’insegna di documentari dalla coloritura crime, anche se nell’intera offerta di Rai Documentari per la rete diretta da Ludovico Di Meo non mancheranno anche generi diversi, con una particolare attenzione ad esempio al mondo del cinema:

  • Menti criminali, un ciclo di coproduzioni che ripercorrerà alcune delle principali storie delittuose del nostro paese, come quella della Uno Bianca o quella legata a Marta Russo;
  • coproduzione internazionale sulla dittatura fascista e su Benito Mussolini;
  • Novecento: Oltre il muro… D’Annunzio!, il racconto dell’eccezionale poeta aprirà un ciclo dedicato a una narrazione originale su alcuni dei più importanti personaggi dello scorso secolo;
  • il racconto del Novecento passerà anche attraverso un documentario sulla figura di Enzo Ferrari e un altro dedicato a Cinecittà, che introdurrà due progetti tutti dedicati a due grandi personaggi del cinema;
  • Monica Vitti, che il prossimo 3 novembre compirà 90 anni, sarò omaggiata con un documentario in cui si ripercorrono i suoi successi e l’intera sua carriera da anti-diva;
  • le parole della figlia racconteranno un altro grande attore, Marcello Mastroianni, del quale verranno riproposti alcuni frammenti delle intervista da lui rilasciate.

RAI DOCUMENTARI PER RAI 3

Le produzioni che Rai Documentari garantirà alla terza rete del Servizio Pubblico avranno come principale scenario la storia contemporanea, con l’unica eccezione di due prodotti su Dante:

  • Una coproduzione che trae spunto dai dieci anni dalla morte di Gheddafi per inquadrare il conflitto libico ancora in corso, segnato ancora profondamente dalla figura del dittatore;
  • La costruzione del primo tunnel per fuggire da Berlino Est a Berlino Ovest, realizzata da due italiani, Luigi Spinna e Domenico Sesta, sarà al centro di un’altra produzione di Rai Documentari;
  • Giorgio Strehler e Eugenio Scalfari saranno i protagonisti di due racconti monografici;
  • Le due produzioni su Dante porranno sguardi diversi e complementari fra loro sulla vita del Sommo Poeta: la prima, una coproduzione internazionale con l’americana PBS, mostrerà alcuni recenti scoperte storiche sulla vita dell’autore della Divina Commedia, mentre la seconda avrà la finalità di raccontare Dante ai più giovani grazie alla voce di Pif.