Mediaset, sul tavolo la questione risparmi per la prossima stagione televisiva

La crisi economica all’ordine del giorno a Mediaset che procede ad un piano di risparmi per la prossima stagione televisiva

di Hit,

Sarà un autunno difficile e ancora di più un inverno complicato per tutti noi quelli che vivremo da settembre in poi, con tutta una serie di problematiche cui avremo a che fare per colpa di una delle crisi economiche più pesanti che il nostro paese sarà costretto ad affrontare. Naturalmente tutto questo coinvolgerà anche il mondo della televisione e proprio da queste colonne vi abbiamo dato conto di ciò che Mediaset, la principale emittente commerciale d’Italia, sta predisponendo per affrontare la crisi economica d’autunno.

Il tema è assolutamente centrale di questi tempi sui tavoli dirigenziali dell’azienda fondata da Silvio Berlusconi e una delle decisioni praticamente già prese e di cui vi abbiamo dato già conto, è quella di allungare il più possibile il Grande fratello vip 7, che oltre ad andare in onda due volte la settimana, il lunedì ed il venerdì, si protrarrà fino agli inizi del mese di maggio, per una edizione per cui è ormai è sempre più difficile trovare aggettivi per poterla definire.

Ma quella di allungare il Grande fratello vip 7 è solo una delle decisioni che si stanno prendendo di questi tempi a Mediaset, come vi abbiamo già detto è stata deciso il rinvio a data da destinarsi della nuova serie dello spettacolo di varietà Michelle impossible, ma non solo, sempre parlando di intrattenimento è stato deciso il taglio di una puntata del varietà della domenica sera di Canale 5 Scherzi a parte. Enrico Papi, che non sarà più alla guida dello sfortunato varietà Big show, sarà in onda dunque anche una domenica in meno con il suo Scherzi a parte, che passa dunque da sei e cinque emissioni. Rinvio anche per il nuovo varietà di Canale 5 con protagonisti i bambini Talentissimo me,  diretto e condotto da Piero Chiambretti, al momento appoggiato a gennaio. Del casting di questo programma si sta occupando la società “SDL 2005” di Sonia Bruganelli.

Non è tutto, pure la ventilata e annunciata celebrazione in quattro prime serate su Canale 5 del varietà della Gialappa’s band Mai dire gol è a rischio (o qualcosa di più) e si annunciano prossimamente altri tagli nel settore intrattenimento dell’azienda di Cologno Monzese, con il dipartimento informazione guidato da Mauro Crippa più tranquillo, visti i costi decisamente inferiori delle sue produzioni rispetto a quelle della struttura guidata da Massimo Porta.