La serie tv Jupiter’s Legacy di Netflix chiude dopo una stagione, al suo posto lo spinoff Supercrooks

Secondo alcune fonti americane la serie sarebbe costata oltre 200 milioni di dollari

La capacità di gestire una crisi in ottica positiva è un’abilità necessaria per chi si occupa di comunicazione. Se l’imprevisto è imprevedibile e quindi più complesso da gestire, una crisi controllata è la situazione più vantaggiosa. Una capacità che sicuramente hanno sia Netflix che Mark Millar. Sono riusciti a trasformare la dolorosa e sorprendente cancellazione di Jupiter’s Legacy in una scelta creativa e propositiva.

Scorrendo i titoli dei principali siti americani in pochi usano il termine cancellazione, la maggior parte preferisce virare in positivo la notizia puntando sull’annunciata nascita di una nuova serie tv, Supercrooks, inserita nello stesso universo narrativo di Jupiter’s Legacy, quasi uno spinoff. Al tempo stesso si parla di “cast principale lasciato libero” invece di mancati rinnovi del contratto. Il senso è lo stesso il messaggio è diverso.

Sicuramente la serie Jupiter’s Legacy, prima produzione live-action all’interno dell’accordo tra la piattaforma di streaming e Millaworld la società di Mark Millar autore del fumetto cui tutto è ispirato, ha avuto diversi problemi in fase di sviluppo. Arrivata dopo oltre due anni di preparazione, a settembre 2019 quando 4 puntate erano già state girate, Steven S. DeKnight (già dietro Daredevil) ha lasciato il suo ruolo di showrunner per divergenze creative, dopo aver anche scritto e diretto il primo episodio. L’arrivo di Sang Kim come nuova guida per la serie ha portato anche a successive scene da rigirare che hanno fatto notevolmente salire le spese.

Secondo alcune fonti, riportate da un giornalista di The Hollywood Reporter, la serie sarebbe costata 200 milioni di dollari (includendo tutto dai contratti alle scene da rigirare). Una spesa molto alta a fronte di un riscontro che evidentemente da parte di Netflix non è stato sufficiente per portare avanti una serie tv che si conclude con un grosso cliffangher e che era stata pensata per più stagioni.

Proprio per salvare il materiale della serie e la reputazione dello stesso Miller, non viene usato il termine cancellazione ma lo stesso autore del fumetto si è speso per presentare la decisione creativa di dar vita a un universo “Jupiter’s Legacy” in cui il cast principale, in particolare i più costosi adulti Josh Duhamel, Leslie Bibb e Ben Daniels, potrebbero tornare in futuro.

Parlando di Supercrooks Millar ha spiegato come sarà la storia dei “cattivi” di come si organizzano, di come collaborano per sconfiggere gli eroi.

“Ho sempre amato le storie di tipo crime, tipo quelle di Scorsese e Tarantino e i supercattivi sono sempre la parte più divertente delle storie dei supereroi. Immaginare una serie solo sui cattivi è sicuramente qualcosa di nuovo e diverso per raccontare com’è la vita di un cattivo in un mondo pieno di buoni che vogliono fermarti. L’universo di Jupiter’s Legacy è ricco e pieno di personaggi quindi sono felice di annunciare che il nostro prossimo passo è l’adattamento di Supercrooks che ho creato con Leinil Francis Yu”.

Resta aperta la possibilità che qualche eroe di Jupiter’s Legacy magari tra i più giovani possa far capolino anche nella nuova serie tv. Intanto l’impegno tra Netflix e Millaword prosegue, non solo con una versione anime dello stesso Supercrooks che dovrebbe essere rilasciata in autunno ma anche con nuove serie come The Magic Order, American Jesus, Empress e altri ancora.