Antonella Clerici: “Ti lascio una canzone sarà sempre più talent e per la primavera ne preparo uno sulla cucina”

Antonella Clerici parla della nuova edizione di Ti lascio una canzone e di un nuovo talent show sul mondo della cucina da lanciare in primavera su Rai1

di

Partenza prevista su Rai1 per sabato 8 settembre, il giorno prima dell’inizio di Miss Italia 2012, in diretta dallo studio Nomentano 5 della Dear di Roma per la nuova edizione di Ti lascio una canzone, che lascia così lo storico Auditorium del Foro Italico, con Antonella Clerici, fresca di rinnovo del contratto con la Rai (con decurtazione del compenso) in diretta competizione con Maria De Filippi ed il suo C’è posta per te. In una intervista pubblicata da “Sorrisi e Canzoni TV” in edicola domani, Antonella parla della nuova edizione di Ti lascio una canzone, ma non solo di questo, partiamo però dallo show del sabato sera che quest’anno cambia “filosofia” :

“La vera novità è che Ti lascio una canzone sarà sempre più talent. Abbiamo sempre detto che nel nostro programma vincono le canzoni e non i bambini. Invece quest’anno saranno anche i bambini a vincere, senza per questo innescare una lotta fratricida. Le esibizioni saranno valutate da tre giudici (Massimiliano Pani più altri due, ndr). Il loro voto si sommerà con quello del pubblico a casa. Abbiamo introdotto un podio che ospiterà i tre bambini più votati e che cambierà col meccanismo delle sfide. Chi rimarrà più a lungo sul podio avrà più possibilità di accedere alla finale. Avremo poi brevi filmati sulla vita quotidiana dei concorrenti”

Un cambio di marcia questo forse che non piacerà molto a chi ha collaborato all’ideazione di questo programma e che ora non ne fa più parte. Ma ecco cosa dice Antonella Clerici sulla sua vicina di palinsesto Maria De Filippi:

“E’ buffo che con Maria siamo dirimpettaie anche qui al mare (Ansedonia, ndr). Ormai siamo abituate a sfidarci. Lei ha “C’è posta per te” un prodotto fortissimo. Anche il mio “Ti lascio una canzone” è molto forte, ma nel tempo è stato indebolito dalla sua fotocopia di Canale5”

E a proposito della gara degli ascolti con la moglie di Maurizio Costanzo la conduttrice della Prova del cuoco aggiunge :

“Ci sentiamo sempre la domenica mattina. Quando perdo con un grosso distacco la chiamo io perché lei non osa. E’ chiaro ognuno fa il suo gioco e cerca di vincere ma si possono avere rapporti leali e di rispetto: lei è un avversario tosto perché è brava e fa dei buoni programmi”

Della Prova del cuoco, nuovamente abbinata alla lotteria Italia con la finale in diretta prime time il 6 gennaio su Rai1 ne abbiamo già parlato, ma a proposito di cucina Antonella lancia una anticipazione su un probabile nuovo programma in arrivo nella prossima primavera in un territorio che per certi versi ha già esplorato con il vecchio reality di Rai1 “Il Ristorante” :

“Sarà un talent show sulla cucina in prima serata non didattico come “Masterchef” ma più da tv generalista. L’esperimento su cui lavorare potrebbe essere il mio vecchio “Ristorante”, ma quello era un reality, mentre l’idea è di fare un vero e proprio talent tra i fornelli, una novità per Rai1. Questo potrebbe andare in primavera e poi c’è da collocare la seconda edizione di E’ stato solo un flirt”

Sul suo futuro Antonella Clerici chiosa :

“Mi manca solo Miss Italia poi ho fatto tutto e poi mi piacerebbe fare anche l’autrice di format per altri conduttori. Sono in Rai dal 1986 credo di poter dire di essere una delle “vecchie glorie”, dunque largo ai giovani. Ma il ricambio generazionale non deve essere fatto in modo superficiale e indiscriminatamente. Buttare ragazze di 25, 26 anni in prima serata non va bene. Io ci sono arrivata a 38 anni, magari un po’ tardi, ma prima di trenta non si può avere l’esperienza, la solidità, l’autorevolezza che la prima serata richiede. Allora ben venga la gavetta nei programmi di day time o di nicchia”

Foto apertura | © TM News

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Antonella Clerici

Antonella Clerici è una conduttrice televisiva di Legnano classe '63.

Tutto su Antonella Clerici →