Morgan: “X Factor mi ha tolto la voglia di fare tv. Amici è una baracconata”

Il giudice del talent show di Sky è netto: “Sono costretto, specie se questa diventa l’unica possibilità. Dico di sì perché voglio lavorare e la sola chance sembra essere quella di fare tv. E, invece, vorrei elegantemente sfilarmi.”

“La televisione va spenta”, “il pubblico in studio deve pagare il biglietto” e comunque esso si merita ben altri programmi più bassi. Peraltro “in Rai era tutto finto“, mentre su Sky tutto è vero. Parole e musica di Marco Castoldi, in arte Morgan. Il giudice di X Factor con un’intervista rilasciata a Il Messaggero ha ribadito, alla vigilia della finalissima di stasera, che lascerebbe volentieri il talent show che “mi ha tolto la voglia di fare televisione”. Eppure a noi non pare sia costretto da qualcuno a prendervi parte peraltro da protagonista:

Invece sono costretto, specie se questa diventa l’unica possibilità. Dico di sì perché voglio lavorare e la sola chance sembra essere quella di fare tv. E, invece, vorrei elegantemente sfilarmi. Ho voglia di tornare allo studio che è l’unico modo per essere competenti. Proprio ora mi sono rimesso a suonare in modo profondo Debussy e Ravel. Poi, però, arrivano le lusinghe.

Un ragionamento probabilmente persino condivisibile. Ma i fatti dicono che l’ex cantante dei Bluvertigo ha presenziato a tutte le edizioni di X Factor, tranne una:

C’è voluta la necessità di uno scandalo (in seguito alle sue dichiarazioni sulla droga, Ndr) per fermarmi, per farmi tornare coi piedi per terra, solo che sono finito sottoterra. Poi mi hanno ripreso per la mia competenza musicale e per la mia capacità di esprimermi, perché ad arricchire il pop con la mia cultura musicale sono molto bravo. Nel mio campo sono come Maradona che viene messo a fare l’allenatore quando ancora può giocare.

Quando gli viene chiesto se questo sarà il suo ultimo X Factor, la risposta non può che essere un “e che ne so” per “ora mi gioco questa ultima puntata”. Se pensate che le bordate di Morgan siano finite vi sbagliate di grosso. Alla domanda sulla sua eventuale partecipazione in gara a Sanremo la risposta è stata:

Finché c’è il regime De Filippi io non posso esserci.

Che, francamente, detto così non significa molto. Ecco dunque la spiegazione:

Che aleggia un torpore defilippico, c’è un regime nell’ombra. Amici, l’ho sempre detto, per me è un po’ una baracconata. Ricordo che il mio scandalo è nato dopo una mia intervista in cui parlavo male di quel talent. La De Filippi mi rispose dicendo di non conoscermi.

Parole fortissime che non faranno di certo piacere alla ‘madre’ di Amici che nei confronti di X Factor ha sempre mostrato rispetto.
Tornando a Morgan, ecco quale sarebbe la soluzione per permettergli di non essere ‘costretto’ a tornare dietro il bancone di X Factor il prossimo anno:

Penso che a X Factor dovrebbero chiamare un altro come Mika, così io posso riposare. Anzi ci vorrebbe una specie di Mirkan, uno un po’ Morgan e un po’ Mika.

Dunque, considerato che Mirkan non esiste, l’anno prossimo Morgan ce lo ritroviamo a X Factor, più insofferente che mai?

Ultime notizie su X Factor

Tutto su X Factor →