Fabrizio Frizzi risponde a Del Noce sull’access time: “Quest’anno partiamo dal 13% mentre Striscia parte al 18% e diamo il testimone alla rete al 21% quando va male”

La risposta di Fabrizio Frizzi a Fabrizio Del Noce sul traino basso dei Soliti ignoti al prime time di Rai1

di Hit


Sabato scorso nel corso del programma di Rai3 “Tv Talk”, il direttore di Raifiction Fabrizio Del Noce, ospite in studio assieme al responsabile della fiction di Mediaset Giancarlo Scheri, nel corso di un dibattito sulla fiction nostrana (QUI il nostro speciale sulla fiction italiana) ha dato le sue spiegazioni sugli ascolti piuttosto bassi di alcune fiction targate Rai in questo inizio di stagione. A suo parere i motivi sarebbero: «Lo spegnimento delle reti durante l’estate» e secondo “Un problema strutturale. L’access prime time di RaiUno ci fa partire molto bassi”. Su questo secondo fattore, è arrivata attraverso le pagine di Facebook la risposta del conduttore dell’access time di Rai1 Fabrizio Frizzi che in questi giorni ha così scritto sul suo profilo :

Ho letto che il mio caro vecchio amico Fabrizio del Noce ha dichiarato che una delle due cause dei risultati non altezza delle sue fiction sarebbero gli scarsi ascolti dell’access prime time… Come dire “andiamo male perchè Soliti Ignoti va male e ci fa un pessimo traino”.
Prima di tutto va premesso che l’andazzo generale delle generaliste è di un ridimensionamento degli ascolti perchè l’effetto satellite e digitale è evidente a chi ha occhi per guardare e studiare i cambiamenti… salvo pochissime eccezioni come Don Matteo, Toh! una fiction, curiosamente non danneggiata dall’access (ma comunque non c’ è più Anno Zero che sugli ascolti non scherzava affatto…). Ai distratti come Del Noce ricordo che l’anno scorso Soliti Ignoti da marzo a dicembre ha tenuto testa e battuto spesso il fortissimo programma concorrente… E che quest’anno la battaglia è impari perchè, dopo il nuovo programma che ci precede, noi partiamo mediamente al 13 mentre Striscia parte al 18… E comunque in 28 minuti portiamo la Rete su di 8/9 punti dando il testimone al programma che segue al 21% quando va male… Una curva meravigliosa se solo qualcuno ci desse un’occhiata, parlo degli addetti ai lavori, naturalmente.

All’esempio di “Don Matteo” , che il conduttore romano cita nella sua dichiarazione, va aggiunto anche quello relativo alla fiction “Cenerentola” in onda proprio in questi giorni sulla prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo, sempre preceduta dai Soliti ignoti e che ha ottenuto ottimi risultati di audience, evidenziando quindi come forse il problema non sia l’access, o non solo quello, ma anche la fiction stessa. Per quando riguarda invece le curve, i lettori di TvBlog le conoscono molto bene, visto che le pubblichiamo tutti i giorni e sanno quindi da dove deve partire Frizzi dopo il programma che lo precede, oltre al fatto che la curva delle altre digitali sommate alle pay ormai è una realtà che non si può trascurare.

Ultime notizie su Fabrizio Frizzi

Tutto su Fabrizio Frizzi →