Bake Off Italia 2020: la distanza non raffredda il clima, ma di imprevedibile c’è poco…

Bake Off Italia torna su Real Time con la sua ottava edizione.

Sarà un’edizione imprevedibile” dice Benedetta Parodi aprendo l’ottava edizione di Bake Off Italia che fin da subito mostra le procedure anti-Covid abbandonando gli ormai impossibili assembramenti e disponendo i 16 concorrenti a distanza di sicurezza fin dalla loro presentazione. Giudici sempre disposti a più di un metro di distanza, dove possibile, tra loro e con i concorrenti, assaggi al tavolo (lunghissimo), nessun abbraccio, nessun high five, banconi più lunghi e più distanziati del solito e di certo un discreto impegno per la regia, chiamata a disporre le camere in modo da avere dei totali utili, in grado di mantenere il clima caldo e festoso del programma nonostante le distanze che avrebbero potuto raffreddarlo. E devo dire che, anche se con un poì di fatica, ci riesce: lo sforzo si vede tutto.

Il format non cambia. Come l’anno scorso, peraltro, i 16 concorrenti sono stati divisi di due batterie per presentare ai giudici la loro Torta Curriculum, un modo per presentarsi ai giudici con una creazione che li rappresenti e per mostrarsi al pubblico con le loro clip riassuntive. Un’escamotage che rende ovviamente la prima puntata un ‘unicum’, poco interessante sul piano delle dinamiche, ma utile per inquadrare i personaggi, più che gli aspiranti pasticcieri. Inutile dire che il baffetto da sparviero di Fedele da Castrovillari conquista (e stanca anche) subito, insieme al trucco perfetto di Peperita, la drag queen che doveva essere il pizzico di sale (e pepe) in più di questa edizione. E invece la tanto attesa vera novità di Bake Off Italia lascia il tendone ancor prima di potersi mettere ai forni per infortunio: un vero peccato. Se questa è l’imprevedibilità di questa edizione, direi che è in linea con il 2020. E non è un bene.

Per il resto Bake Off Italia mantiene sì la solarità della messa in scena, la vivacità della coralità di giudizio (arricchita dall’apporto un pizzico più snob di Csaba), il generale tono cameratesco, ma anno dopo anno il programma perde un po’ di spontaneità. Tutto appare fin troppo scritto, studiato, pulito, ‘leccato’, anche quando c’è un fuori programma come quello dell’uscita di Peperita: sarà forse per quel certo modo di indugiare sulle presentazioni, quella tendenza crescente a parlarsi addosso anche nei giudizi, che vedo figli soprattutto della maggiore durata da coprire. Le parole diventano così i principali ingredienti, là dove invece si vorrebbe soprattutto conoscere la pasticceria dei maestri e degli allievi, le preparazioni e le difficoltà, senza concentrarsi sempre e solo sui disastri, sulla rabbia, sulle reazioni. Un po’  più di procedimento, un po’ meno ‘dramma’ individuale: nelle prime edizioni quelli venivano fuori con facilità, già solo scegliendo gli ingredienti per il dolce. Ecco, forse la dimensione più ‘ruspante‘ vien fuori con Damiano Carrara nel suo commentare anche un po’ rudemente il lavoro di Elena (che diventa così il viatico per scoprire la sua storia di disturbi alimentari) e paradossalmente con Csaba, che non esita a dare giudizi tranchant se serve (e vivaddio).

Per il resto è una ricetta già vista, già assaggiata, sempre buona, ma sempre meno ‘fragrante’. E arrivati all’ottava edizione certo una rinfrescata alla grafica e l’introduzione di un nuovo giudice possono aiutare, ma non innestare il turbo-boost. E’ pur vero che abbiamo visto solo la prima puntata, quella meno rappresentativa dell’edizione. Vedremo come procederà soprattutto nelle prove, che in genere danno una certa soddisfazione. E come saranno gestiti i concorrenti, se come aspiranti pasticcieri o sempre più come aspiranti personaggi tv.

Bake Off Italia 2020, prima puntata in diretta

  • 21.18

    Siamo quasi pronti…

  • 21.20

    Pre-sigla in tema esplorazione… Pure troppo lunga.

  • 21.22

    Pubblicità.

  • 21.27

    E si comincia con Knam che invita alla danza: insomma si balla per dare soddisfazione a Radio Italia. Perché questa presentazione così lunga…

  • 21.29

    “Questa edizione sarà imprevedibile” dice la Parodi fiorita. E tutti distanziati.

  • 21.30

    Vengono divisi in due batterie: MasterChef docet.

  • 21.29

    Alessia, Giovanni, Donato, Arturo, Fedele, Monia, Peperita, Elena primo gruppo.

  • 21.30

    Gli altri potranno seguire la prova fuori dal tendone.

  • 21.31

    Entrano nel Tendone e si ritrovano Csaba: non se l’aspettavano.

  • 21.33

    Prima prova, la Creativa: devono presentare una Torta Curriculum, una torta che racconti loro, come persone e come pasticceri. E hanno 120 minuti di tempo.

  • 21.34

    Tutti distanziati: chapeau alla regia…

  • 21.37

    La Torta Curriculum è il modo migliore per introdurre le clip di presentazione dei concorrenti.

  • 21.37

    Si cerca di mantenere la distanza anche tra i giudici (tutti sottoposti a tampone praticamente ogni giorno o quasi…)

  • 21.38

    Dicevamo, cambiata la grafica: il tema è tropical, come la scenografia dell’edizione.

  • 21.39

    Questa la grafica scelta anche per i dolci..

  • 21.48

    Fedele si conferma un ottimo personaggio, al netto della pasticceria.

  • 21.50

    Elena si commuove raccontando i suoi problemi di bulimia e anoressia: il suo dolce è in difficoltà, come in fondo è stata la sua vita.

  • 21.51

    Una volta usciti dai forni, i dolci vengono decorati dai concorrenti che ora indossano mascherina e guanti. Sacrosanto.

  • 21,52

    Cambia il set dell’assaggio: i giudici non sono più in piedi e vicini, ma seduti lungo un tavolo infinito. Il disegno per il posizionamento delle camere deve essere stato complicatuccio.

  • 21.53

    Gli assaggi proseguono. Non tutti sono soddisfatti, né in giuria né tra i concorrenti. Fedele per esempio poteva farla meglio…

  • 21.59

    A rischio eliminazione Arturo (e lo fanno dire a Csaba), che raccoglie il grembiule rosso, tra Amici e Masterchef; con lui Valeria, Fedele, Elena. Quindi 4 su 8, che andranno alla prova Salvezza.

  • 22.01

    Il secondo gruppo si mette ai forni il giorno dopo. Anche loro fanno la Torta Curriculum, il che mi fa pensare che anche il primo gruppo era a conoscenza di quello che li aspettava per la prima prova.

  • 22..03

    Peperita è già fuori da Bake Off: è caduta e ciao. MA COME, IL PEZZO PIU’ ATTESO. Ed entra Maria al suo posto: da Vairano Patenora (CE):

  • 22.22

    La seconda batteria si presenta al giudizio: Philippe, Sara, Elisabetta, Matteo, Alessandra, Gino, Maria, Chiara.

  • 22.31

    A rischio eliminazione Elisabetta, Gino, Chiara, che si uniscono a Valeria, Fedele, Elena e Arturo.

  • 22.33

    E siamo alla Prova Salvezza: devono fare una torre di Macarons di almeno 30 cm. Mica poco.

  • 22.42

    Elena cerca di recuperare con dei macarons che dice di non aver mai fatto, ma che invece Damiano loda. Non ci crede che sia la prima volta…

  • 22.43

    GIno Pasticcino fa volare la sua sac-a-poche: si rompe e lui la lancia via. La calma proprio….

  • 22.44

    Vedo torri pericolanti… e anche brutte.

  • 22.46

    La piramide di Elisabetta: 18 cm, ma buoni per Knam, anche se brutti per Csaba (che nota come il cioccolato fuso sopra non avrebbe permesso alle signore di mangiarli senza sporcarsi i guanti…).

  • 22.46

    Neanche a Gino riesce l’opera dei 30 cm. Ma buoni anche i suoi.

  • 22.48

    Arturo sale a 18 cm con la sua torre. “Mi si è incollato il palato. E’ tutto…” dice Csaba.

  • 22.49

    Niente torre e sapore troppo formaggioso per quelli di Chiara. “Il cheese frosting non si usa mai con i macarons” la sentenza di Knam”.

  • 22.50

    21 cm per Valeria, ma senza slanci.

  • 22.51

    15 cm per Elena: piacciono nel gusto.

  • 22.52

    Fedele prova a girarla sui maccheroni al capretto della domenica: fare il simpatico a forza non è simpatico. Csaba lo ‘smorza’ subito… Grossolani per Knam

  • 22.54

    Salvi Elena, Valeria, Gino, Elisabetta.. A rischio Chiara, Fedele e Arturo. Ma la decisione arriva dopo la pubblicità.

  • 2258

    La prima eliminata è Chiara, che voleva aprire una pasticceria per umani e cani.

Bake Off Italia 2020, al via l’ottava edizione

Tempo di debutto per l’ottava edizione di Bake Off Italia: va in onda questa sera, venerdì 4 settembre, alle 21.15 su Real Time (DTT, 31) la prima puntata della nuova stagione che vede anche una new entry in giuria, Csaba dalla Zorza, direttamente da Cortesie per gli ospiti.

Il baking show di Discovery trova la sua padrona di casa, Benedetta Parodi, le sue colonne – ovvero Ernst Knam, Clelia d’Onofrio e Damiano Carrara -, e il suo tendone, allestito sempre a Villa Borromeo d’Adda. Occhi puntate sulle prove, che restano nella forma quelle canoniche, ovvero la Creativa, la Tecnica e quella a Sorpresa, ma puntano sempre a sorprendere concorrenti e pubblico. E sono annunciati, infatti, meccanismi ‘inediti’.

La prima puntata della nuova stagione solitamente serve a prendere dimestichezza con i concorrenti: i 12 aspiranti pasticcieri di questa edizione sono ormai diventati già volti familiari visto che Real Time li ha presentati a loop in queste ultime due settimane negli interstizi della sua programmazione. Ma vederli al bancone fa sempre un altro effetto.

Sarà anche l’occasione per vedere come la produzione ha ‘recepito’ nel racconto le misure anti-Covid: di certo non impedirà la presenza di ospiti. Tra i nomi attesi in questa edizione tanti volti del gruppo Discovery, peraltro adatti per festeggiare i primi 10 anni di Real Time che si celebrano proprio in questi giorni. A far visita a Benedetta Parodi & co. ci saranno, tra gli altri, Federico Fashion Style, Imma Polese e Matteo Giordano dal Castello delle Cerimonie, Enzo Miccio, Chiara Maci e Gino D’Acampo.

Bake Off Italia 2020, come seguirlo in diretta e in streaming

Bake Off Italia 8 – Dolci in forno è composto da 14 episodi da 90′ ed è prodotto da Banijay Italia per Discovery Italia. Va in onda ogni venerdì alle 21.15 su Real Time  (DTT, 31) e in streaming sul portale DPlay, dove saranno poi disponibili on demand dopo la prima visione.

L’hashtag ufficiale è #BakeOffItalia.