• Tv

Amazon Prime Video Italia presenta le novità del 2020: la prima serie di Carlo Verdone, Celebrity Hunted e il docufilm di Tiziano Ferro

Celebrty Hunted, un docu-film su Tiziano Ferro, Vita di Carlo con Carlo Verdone e Dinner Club con Carlo Cracco tra i prodotti annunciati

Quali sono le novità del 2020 che ci aspettano su Amazon Prime Video Italia? Lo spot con Fedez appena realizzato ne anticipa una, di cui sarà protagonista, il reality game Celebrity Hunted che vedrà anche la partecipazione di Francesco Totti.

Per presentare tutte le novità di Amazon Prime Video Italia del 2020 la società americana ha fatto le cose in grande stile portando a Roma i vertici della società e alcune delle celebrità italiane che saranno parte integrante dell’anno targato Amazon. Tra gli ospiti della conferenza stampa di presentazione a Roma oggi giovedì 23 gennaio, sono intervenuti Jennifer Salke Head of Amazon Studios, James FarrellVice President International Original Series Georgia BrownDirector of European Amazon Originals Nicole MorgantiHead of Unscripted Originals Italy, Amazon Studios.

Le novità del 2020 di Amazon Prime Video

Georgia BrownDirector of European Amazon Originals “Il nostro obiettivo è realizzare produzioni che possano funzionare nei diversi luoghi ma anche piacere al nostro sofisticato pubblico in tutto il mondo“, la dirigente degli Amazon Originals spiega che ci spiegheranno alcuni dettagli sui progetti futuri specifici per l’Italia.

Un video di presentazione mostra alcune scene di Utopia, Upload, Them, The Wilds, Hunters (in arrivo a febbraio) delle nuove stagioni di The Expanse, di The Boys.

Jennifer Salke e James Farrell salgono sul palco. Farrell: “Due anni fa siamo arrivati in Italia e ora vogliamo mostrarvi la nostra strategia”. Salkein questa guerra dello streaming noi abbiamo un audience globale legata ai nostri clienti Prime, che alla fine della giornata, in cui Prime è stata sempre parte della nostra giornata, hanno solo voglia, e io lo so bene in quanto Prime member, di prodotti di qualità“. I due dirigenti raccontano l’importanza dei prodotti dedicati al mondo della moda perchè c’è un legame con quanto venduto su Amazon.

Salkeil nostro obbligo è realizzare show prodotti appetibili in tutto il mondo e non avere degli obiettivi di quantità. Vogliamo che il pubblico locale possa essere interessato a realizzare prodotti di qualità e a vedere questi prodotti, pensando poi di portarli in tutto il mondo. Con Citadel dei fratelli Russo, siamo partiti dall’idea di come realizzare davvero un prodotto globale. Così abbiamo deciso di unire dei prodotti locali che saranno satelliti rispetto a quello globale, possono vivere da soli ma anche essere legati a quello generale. Ci saranno quindi show locali in Italia (con Cattleya), in India, in Messico per iniziare che possono piacere al pubblico locale e globale, vivere in modo indipendente, ma comunque legati. I fratelli Russo, responsabili di Avengers, guideranno gli show, avranno la supervisione“.

Farrell: “quando abbiamo pensato a questo evento in Italia abbiamo sorriso tutti” Salke “ovvio è l’Italia, vengo sempre qui in Italia“.

Celebrity Hunted

Dante Sollazzo Head of Unscripted di Endemol Shine porta il primo teaser trailer di Celebrity Hunted in arrivo il 13 marzo, il reality/talent con come concorrenti Fedez, Francesco Totti, Claudio Santamaria tra gli altri. “Siamo orgogliosi di essere i primi a produrre un originale Unscripted per Amazon e abbiamo vissuto questa produzione consapevoli che stavamo facendo qualcosa di diverso. E’ un reality ma è anche un game, ha elementi comedy, di thriller, ha anime diverse. Abbiamo dovuto allestire una sorta di Grande Fratello per l’Italia. Avevamo come obiettivo di alzare sempre l’asticella abbiamo così realizzato un unicum nel mondo perchè nessun Endemol ha potuto realizzare un Celebrity Hunted con questo cast e questa produzione.”

Nicole Morganti gli domanda “come hanno reagito il cast quando li avete incontrati?” Sollazzo “la prima cosa che abbiamo chiesto loro è ‘ti piaceva giocare a nascondino? ecco pensa che potresti farlo per tutta Italia e con ex poliziotti, ex cacciatori di uomini’. E subito erano galvanizzati ma poi è iniziata un po’ di paranoia perchè ogni drone, ogni telecamera, ogni uomo con gli occhiali sembrava qualcuno che li seguisse”. Morganti “Totti è il più strategaSollazzoFrancesco è partito da tre aspetti la famiglia, il calcio, la città ha quindi costruito una rete di relazione. Santamaria e Francesca Barra non hanno avuto una strategia, vivevano giorno del giorno“.

Dinner Club

Programma di food unito alla comedy, perchè il cibo è tradizione, convivialità e per noi italiani è una religione. Carlo Cracco e Fabrizio Ievolella (Banijay Italia) presentano Dinner Club. Ievolella:di programmi di cucina in Italia ce ne sono tanti dovevamo trovare una chiave diversa. Partendo da Carlo dovevamo trovare un universo televisivo diverso, con un mondo di celebrità, grandissimi del loro campo ma che non hanno idea della ristorazione. Sarà un programma di viaggio in cui Cracco porta una celebrità in un posto diverso, scoprendo il cibo locale, la cultura e ogni puntata porta a una cena in cui la celebrity con l’aiuto di Cracco realizzerà un menù per gli altri commensali, le altre celebrity delle altre puntate. ”

Cracco: “l’esploratore è la mia prima passione, ho scelto di fare il cuoco perchè mi piaceva viaggiare, andare a conoscere territori e tradizioni diverse. Si va per vedere, per capire e scoprire delle cose che magari diamo per scontato ma hanno una loro storia. Io sarò lo chef ma loro, le celebrity faranno gli aiutanti.” Il cast sarà rivelato successivamente, ci sono 4 attori che non hanno mai partecipato a un programma tv, vengono presentate due attrici con un video saluto: Luciana Littizzetto e Sabrina Ferilli, che suggerisce mangia molto e “sarà lui a imparare da lei”. Dinner Club sarà lanciato nella seconda metà del 2020.

Ferro – Documentario

Morganti introduce un nuovo prodotto di non fiction, un docu-film su una star internazionale che ha deciso di realizzare un esperimento a cuore aperto: Tiziano Ferro. Con un video Tiziano Ferro saluta la stampa dice di essere “fan delle serie di Prime Video” e che racconterà “un pezzo della sua storia che non è ancora riuscito a raccontare finora”. Il docu-film si intitolerà semplicemente Ferro.

Francesco Lauber CCO di Banjay: “il progetto nasce da un’esigenza di Tiziano di comunicare, è un uomo complesso, si arricchisce, cambia. Un artista che ha la necessità di raccontarsi con la musica ma anche comunicare qualcosa di più sulla sua vita“. Ci saranno contenuti inediti dei due matrimoni quello a Los Angeles e quello a Sabaudia. Ferro sarà rilasciato a fine giugno.

Bang Bang, Baby – Serie Tv.

Georgia Brown presenta le novità serie tv. “Questa storia parte 4 anni fa quando Lorenzo Mieli mi ha mandato una foto di una bambina con una pistola in mano, diventata poi una delle più importanti capi della mafia. “ e questa sfida è diventata Bang Bang, Baby.

Lorenzo Mieli (The Apartment): “Tutto parte da una storia vera, da una donna che ha scoperto che il padre era il figlio di una boss criminale e ha così deciso di entrare in questo gruppo criminale e scoprire le sue origini. Ci è sembrata una grande storia e interessante per raccontare l’Italia e gli anni ’80. Cercavamo poi una componente più pop e dal sapore più internazionale e Andrea Di Stefano ha portato questa nuova idea, trovando la giusta chiave di volta.

Andrea di Stefano (creatore): “Sono partito con l’idea di cosa potessi portare in più. Subito mi ha colpito che il personaggio è nato nel mio stesso anno, è cresciuta negli anni ’80, ha un bagaglio fatto da film e serie tv con immagini che arrivavano dall’America. Io come lei ogni giorno dalle 14 in poi sapevo quale serie trovavo in tv. Quindi abbiamo creato un punto di vista di Alice, che entra nel mondo della criminalità a Milano negli anni ’80, la prende e rilegge quel mondo attraverso la cultura pop americana. Un gruppo di creativi di enorme talento hanno lavorato insieme a noi come Luca Canfora il costumista. Abbiamo cercato il giusto mix tra i meridionali che arrivano a Milano e la Milano da bere, una città ricca che ha portato anche la criminalità. C’è quindi questo contrasto tra la Calabria riportata a Milano e la città alla moda. Alice viaggia tra questi due mondi, è quasi onirico.

Brown:So che non è stato facile trovare la protagonista“. “Sapevamo che avremmo dovuto prendere un’adolescente” ha spiegato di Stefano “tre/4 anni in più fanno molto la differenza. Abbiamo trovato questa attrice Arianna Becheroni, che ci ha colpito subito al primo provino, al secondo era ancora più brava e stiamo lavorando costruendo la storia intorno a lei“. Mieli conferma lo stupore verso la bravura di questa attrice “credo abbia trovato una star“.

Mieli:Credo davvero che sia uno dei progetti più importanti e complessi che abbia mai prodotto, uno fra i più ambiziosi. Una crime story ma è un crime alla rovescio, visto attraverso gli occhi di un’adolescente con la voglia di trovare un padre, è molto pop e divertente, ma senza diventare grotteschi e questo era complesso. La criminalità è vista dal punto di vista femminile, con la nonna che era quella che ha portato la cocaina a Milano. L’idea è un mafia teen.”

Vita da Carlo (Verdone)

Carlo Verdone, Luigi e Aurelio De Laurentiis presentano Vita da Carlo. Brown: “siamo onorati che porterà la prima serie tv su Amazon Prime Video“, Verdone:ringrazio Amazon per questa grande novità, bisogna guardare al futuro c’è una nuova fruizione del prodotto filmico e mi affaccio volentieri a questo prodotto. E’ un’idea di Nicola Guaglianone e Menotti e insieme a me e Pasquale Plastino scriveremo la sceneggiatura. Sento di avere una grande libertà, sento di poter raccontare davvero il mio privato. Me ne capitano di tutti i colori che anche se mi seguiste con una telecamera fareste semplicemente uno show. Ho un taccuino pieno di cose che mi capitano. Sarà facile scrivere. L’altra settimana mi suonano alla porta, suonano due volte, apro pensando fosse il portiere e mi trovo 5 addetti dell’Enel che iniziano a fare i video alla casa e gli chiedo di fare un video saluto alla mamma ricoverata. Ecco me ne capitano sempre di tutti i colori. La sfida è che siano traducibili anche a livello internazionale. Devo riuscire a entrare nella simpatia di tutti. Ogni tanto con Guaglianone ci scambiamo idee via whatsapp. Ringrazio i De Laurentiis che mi hanno supportato”.

Aurelio De Laurentiisringrazio anche io Amazon per la fiducia. Con Amazon te puoi parlare di tutto, di cibo, di calcio, di film, di fiction generale e con mio figlio siamo da anni affascinati da questo twist della comunicazione. In un film di 90 minuti te non puoi raccontare tutto e ci sono personaggi che non riesci a raccontare. Quindi quando ti accorgi che quel linguaggio del cinema è stato portato in casa, con queste serialità che durano molto più ore e ti permette di portare e raccontare ancora più personaggi. In Vita da Carlo ci saranno tanti possibili camei, impossibili ora da anticipare. Lui in 40 anni ha raccontato tutte le tipologie di italiano, incontrate giorno dopo giorno.

Luigi De Laurentiis:ringrazio Amazon con cui stiamo lavorando da un anno e mezzo. Carlo è stato pop per 40 anni e questo lo trasformerà in pop per sempre, con questo prodotto che a tratti potrà sembrare unscripted per quanto sembrerà davvero la vita di Carlo Verdone. Per noi produttore l’evoluzione delle piattaforme è fondamentale perchè cambia la modalità con cui ricevere il prodotto”.

Verdone:Vita da Carlo è un modo per raccontare quello che mi è successo nell’ultimo periodo, negli ultimi 10 anni, ci sono episodi divertenti, intriganti. Questa serie aiuterà a far capire meglio chi sono io. Raccontare io e gli altri. Tutta la mia vita è stata sempre un rapporto tra me e gli altri.” I De Laurentiis e Brown lo spingono a fargli svelare qualcosa di più e Verdone racconta un evento accaduto recentemente “il portiere mi avverte sempre quando posso uscire,  c’è sempre qualcuno che vuole darmi qualcosa, un copione, una poesia. Vedo due uomini uno più giovane e uno anziano. Il giovane mi fa “lei c’ha bisogno di un papa?” “ma no” “guardi che je porto” e c’era un uomo anziano, un po’ pelato “non je sembra Papa Wojitlia” poi ne chiama un altro dalla macchina “non le serve Ratzinger” e fa uscire da una macchina un altro anziano che fa “io posso parlare anche tedesco” a quel punto mi inalbero un po’ “ma che film devo fare, mi hai portato un papa morto, uno che non è più papa”. Essendo un appassionato di medicina, che studia da solo sugli atti dei congressi. Avendo azzeccato 5-6 diagnosi, addirittura mi hanno dato la laurea honoriis causae in farmacia. Quindi ogni cena ricevo una telefonata di qualcuno che ha bisogno di suggerimenti e quindi rispondo sempre “no non mi disturba affatto”. Su mammografia e ginecologia non posso aiutare ma in altri ambiti sono più bravo”.

Fedez

Fedez sarà Brand Ambassador (a partire dal video che trovate in apertura) e arriva a sorpresa. “Sei il primo social media brand ambassador in Europa“, Fedez: “la prima cosa sarà alfabetizzare l’utente“. Morganti ha spiegato che ogni mese Fedez farà dei post video sia realizzati da solo che insieme ad Amazon,

Cos’è Amazon Prime Video

Compreso nell’abbonamento Amazon Prime, che permette di avere i pacchi a casa senza spese di spedizione, la spesa in giornata c’è anche un servizio di streaming con un ricco catalogo di film e serie tv, sia del passato che in prima visione. Amazon è molto attenta alla produzione di qualità con film come The Aeronauts e tante serie tv come le pluri-premiate Fleabag, The Marvelous Mrs. Maisel, ma anche Carnival Row o Tom Clancy’s Jack Ryan. Nel futuro della piattaforma sono in arrivo produzioni attese come Il signore degli anelli e Jack Reacher. Il costo di Amazon Prime che include anche lo streaming video è di 36 € l’anno o 3,99€ al mese.