Apple Tv+, dal 1 novembre lo streaming della Mela parte con Jennifer Aniston e Jason Momoa

Le serie tv in arrivo il 1 novembre anche in Italia su Apple Tv+

Come state leggendo in questi giorni tra le pagine di TvBlog, la tv italiana si sta pian piano riaccendendo con show, fiction e programmi politici. Negli Stati Uniti la stagione autunnale riparte il 22 settembre (quando è effettivamente autunno) con la serata degli Emmy che tradizionalmente chiude un'annata e ne apre un'altra.

Ma tutto intorno a questa tv in chiaro, gratuita, che segue "le stagioni" il mondo sta cambiando. Negli Stati Uniti la tendenza in atto è il passaggio dalla tv cable a pagamento allo streaming, sempre a pagamento ma con meno vincoli e più economico. Grazie allo sport anche l'Italia sta viaggiando in questa direzione e, come evidenzia uno studio dell'Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano, in un anno si è passati da una percentuale dell'8% di utenti internet fruitori di piattaforme di streaming, al 19%, con un valore di mercato che nel 2018 era di 177 milioni.

E dal 1 novembre ci sarà un nuovo concorrente. Infatti durante il tradizionale mega evento di presentazione dei propri prodotti, Apple ha chiarito diversi aspetti della sua nuova piattaforma video che partirà il 1 novembre in 100 paesi tra cui anche l'Italia, come è ben evidente dal sito dedicato in cui sono disponibili i trailer delle varie serie in arrivo. Apple anticipa Disney+ che negli USA (e pochissimi altri paesi) partirà il 12 novembre, mentre in Italia è attesa tra fine 2019 e inzio 2020.

Il costo iniziale è di 4,99 € (dollari negli USA) gratis per un anno per chi acquista un prodotto Apple e attiva il servizio entro tre mesi, con una settimana di prova gratuita per tutti gli altri; viene specificato che in "una famiglia" sarà possibile l'accesso fino a sei utenti, con sottolineatura familiare che si rifletterà anche sulle produzioni rilasciate, pensate per essere viste in famiglia o per lo meno da tutti i membri della famiglia. Ci saranno prodotti per ragazzi, cartoni animati come Snoopy, serie tv più impegnate come For All Mankind o The Morning Show ma che non avranno contenuti eccessivamente vietati ai minori.


Attenzione alle differenze


Apple gioca con le parole e spesso un + fa la differenza. Apple Tv+ è infatti parte di Apple Tv, la rinnovata App di Apple in cui è possibile noleggiare film, ma anche vedere i contenuti di StarzPlay naturalmente abbonandosi al servizio di streaming del gruppo Lionsgate arrivato da poco anche in Italia e disponibile solo attraverso Apple Tv. Quindi Apple Tv+ è fruibile tramite Apple Tv che al momento è scaricabile su Mac, iphone, iPad e altri dispositivi Apple ma che in autunno si aprirà anche a Smart Tv Samsung e a chiavette (Fire, Chromecast) e box per lo streaming, ma anche direttamente sul sito tv.apple.com . Un modo per uscire dall'alveo del mondo Apple troppo limitato anche a livello globale per rendere sostenibile un progetto di rilancio della società che non punta più solo sul lancio di nuovi device ma sulla produzione di contenuti. E per farlo deve vendere abbonamenti che non possono essere solo degli utenti Apple.


Cosa ci sarà su Apple Tv+?


Alla fine quello che interessa lo spettatore è cosa potrà vedere con Apple Tv+. E anche su questo fronte non si resterà delusi. Apple promette il rilascio di nuovi contenuti originali ogni mese, ma non ha ancora chiarito come saranno rilasciati. Secondo le indiscrezioni dovrebbe abbandonare Per molte produzioni sarà abbonata la formula binge-watching, con tutti gli episodi lo stesso giorno, a favore di un rilascio con tre episodi il primo giorno e gli altri settimanalmente. Non tanto per un'operazione nostalgia, quanto per una ragione pratica ed economica: 8 episodi in un giorno vuol dire avere settimane di vuoto, 5 episodi su 5 settimane vuol dire tenere affezionato l'abbonato.

Il 1 novembre l'utente (forse, speriamo, non solo Apple) che ha scaricato l'App Apple Tv e ha attivato la settimana di prova gratuita di Apple Tv+ si troverà davanti:


  • See, un fantasy epico, scritto da Steven Knight di Peaky Blinders, con Jason Momoa e Alfre Woodard, ambientato tra 600 anni in un mondo in cui l'umanità ha perso il senso della vista. Quando nasceranno due bambini capaci di vedere, il mondo si dividerà tra chi vuole proteggerli e chi vuole ucciderli. In apertura di articolo il trailer (a questo link con sottotitoli italiani).

  • The Morning Show, una serie già ordinata in due stagioni con Reese Witherspoon, Jennifer Aniston e Steve Carell che racconta il dietro le quinte degli show del mattino (a questo link con sottotitoli italiani). 

  • Dickinson, il racconto vivace, divertente e trasgressivo della vita della poetessa Emily Dickinson (a questo link con sottotitoli italiani

  • For All Mankind, creata da Ronal D. Moore che ci porta in un mondo parallelo in cui la corsa allo spazio non si è mai fermata e i sovietici sono arrivati per primi sulla Luna (a questo link con sottotitoli italiani

  • Helpsters, una serie per bambini dai creatori di Sesame Street con al centro Cody e una squadra di mostri che risolvono problemi

  • Snoopy in Space una nuova serie con i personaggi dei Peanuts

  • Ghostwriter serie reboot di uno show per bambini degli anni '90 con al centro 4 ragazzini che dovranno risolvere alcuni misteri legati al passato di un fantasma che inizia a rilasciare personaggi dei romanzi da una libreria di quartiere.

  • The Elephant Queen, un documentario su una mamma elefante.

  • Oprah Winfrey, un nome che non ha bisogno di presentazioni.


Ma non finisce qui perchè nei mesi successivi sono in arrivo Servant, thriller psicologico di M. Night Shyamalan; il drama Truth Be Told con Aaron Paul e Octavia Spencer; Little America una comedy legata al tema dell'immigrazione; The Banker un film con Samuel L. Jackson; Hala un film presentato al Sundance Film Festival. E tanto altro ancora in arrivo.

 

  • shares
  • Mail