Scomparsa, una sfilza di personaggi e situazioni già viste per una fiction allungata

Scomparsa propone situazioni e personaggi che sanno di già visto, per una trama allungata a piacere per coprire più episodi, mettendo da parte l’attenzione per altri dettagli che avrebbero potuto migliorare la fiction

Tanto melò, tanto mistero, tanta comunità: Scomparsa, la nuova fiction di Raiuno, cerca di combinare questi tre elementi cercando trovare la chiave giusta per una storia nuova. L’originalità viene un po’ a mancare, ma sicuramente il racconto affascina gli appassionati di gialli familiari.

L’idea è quella di portare anche su Raiuno il modello Endemol che ha fatto il successo, su Canale 5, di una serie come Le tre rose di Eva, prodotta dalla stessa casa di produzione. Per allungare una trama facilmente risolvibile in due episodi, basta inserire una sfilza di personaggi, anche non direttamente connessi con il caso principale, per trovare tante sottotrame da sfruttare per distrarre l’attenzione dal caso con cui si apre la serie. Il tutto, per riuscire ad arrivare all’ultima puntata con ancora qualcosa da dire.

Un modello applicato da tante fiction, non solo italiane, che però ormai è facilmente identificabile, al punto da dare anche fastidio ai telespettatori: se vogliono scoprire che fine abbiano fatto Camilla e Sonia, questo è il messaggio, devono anche scoprire i misteri di tutti gli altri personaggi, anche se la cosa non vi interessa.

Non si punta, insomma, ad un livello qualitativo particolarmente alto, quanto piuttosto alla massimizzazione di una trama per produrre tante prime serate quante ne sono richieste. Inevitabile che, se si ragiona così, si perde il gusto di una trama che, alla base, avrebbe offerto degli spunti interessanti.

Scomparsa, da giallo generazionale, si tramuta così in una sfilata di personaggi stereotipizzati (dal padre che non riesce a comunicare con il figlio, alla candidata sindaco sempre in campagna elettorale, al ragazzo sbandato, al padre fintamente innocente, e via dicendo) per un racconto lento e poco accattivante, che non s’inventa nulla di nuovo e che ripete schemi già visti in tv.

Di seguito, il liveblogging della puntata del 20 novembre 2017 di Scomparsa.

  • 21:33

    Camilla e Sonia prendono il sole. Camilla strappa una lettera scritta a mano.

  • 21:36

    La mattina, Nora sveglia la figlia, che si deve preparare per l’assemblea scolastica ed andare a scegliere un vestito per la festa di quella sera.

  • 21:39

    Ma Nora deve scappare: Lorenzo Nemi, a scuola, sembra volersi minacciare di buttarsi. Il giovane ha appena rivisto la madre, che lo ha abbandonato da un anno con il padre.

  • 21:42

    La psicologa decide di sporgersi sul cornicione con lui, per salvarlo. Giovanni, il padre, corre a scuola. L’uomo non vuole raccontarle tutto.

  • 21:45

    Ma l’uomo riesce comunque a raccontare i suoi problemi a Nora: si sente in colpa per non essere stato a fianco del figlio.

  • 21:47

    Camilla sta giocando a pallavolo.

  • 21:48

    Ugo, sponsor della squadra, sembra dispensare consigli non graditi.

  • 22:00

    Giovanni parla con la moglie, che non riesce a vedere Lorenzo perchè si è addormentato. L’uomo prova a chiamare Nora, ma riattacca subito.

  • 22:02

    Camilla e Sonia vanno alla festa. Dopo aver scritto un messaggio rassicurante alla madre, Camilla sale sull’auto di Andrea, a cui passa della droga.

  • 22:09

    La mattina dopo, sulla spiaggia si trova una scarpa di Camilla, mentre una persona butta in mezzo ad un prato la sua borsa.

  • 22:05

    La madre di Sonia cerca la figlia, che non è casa di Camilla, come le aveva detto. Al telefono, però, Camilla non risponde.

  • 22:07

    Nora va a casa di Pasini, padre di Andrea, che non sa dove siano andate le ragazze. Ricorda, però, che hanno incontrato due ragazzi che non frequentano la scuola e che Camilla ha baciato uno di loro, Armadillo.

  • 22:10

    La protagonista e Fausto, padre di Sonia, vanno nel bar frequentato di solito da Armadillo. Il ragazzo, però, lo aggredisce.

  • 22:12

    Annalisa, intanto, pranzo con Giovanni ed il figlio che, però, non crede alle promesse della madre.

  • 22:15

    Nora va a casa di Armadillo: da una foto scopre che è Arturo Trasimeni, ragazzo di cui si occupò in passato. la madre, però, non vuole che lo veda.

  • 22:17

    Un agricoltore trova la borsa di Camilla, con il suo cellulare.

  • 22:18

    Nora ricorda la storia di Arturo: era stato allontanato dal padre, perchè lo narcotizzava per poter vendere la droga in casa.

  • 22:19

    Armadillo raggiunge Nora: le spiega che dopo aver baciato Camilla, questa gli ha detto che non potevano stare insieme. Arturo, però, riconosce Nora.

  • 22:22

    Nora raggiunge l’agricoltore per recuperare la borsa. Arriva anche Giovanni: è incaricato delle indagini.

  • 22:23

    Due giorni prima della scomparsa, Sonia e Camilla avevano dato a Mr. K. delle loro foto, in cambio della droga. Sonia progetta di andarsene a Milano.

  • 22:25

    Giovanni prova a ricostruire il trasferimento di Nora e Camilla da Milano a San Benedetto del Tronto, che è avvenuto tranquillamente. Il padre di Camilla è a Roma, ma non sa di avere una figlia.

  • 22:29

    Nora ha conosciuto il padre di Camilla mentre era al terzo anno di Medicina, lui era assistente universitario.

  • 22:30

    Arianna, in radio, lancia un appello per ritrovare Camilla e Sonia.

  • 22:37

    Davide collabora alle ricerche con la Protezione civile. Sua figlia Alice sospetta che sia colpa di Sonia se le due sono scomparse.

  • 22:40

    Giovanni, intanto, controlla la stanza di Camilla. La Polizia trova la droga che le aveva dato Sonia, con una foto di Armadillo.

  • 22:43

    Il Vicequestore va dal ragazzo, che nega di avergliela data lui. Gli fa il nome di Luca Rebeggiani.

  • 22:46

    Amir va in Commissariato. La notte in cui le ragazze sono scomparse, sono state nel suo locale.

  • 22:50

    Nora è scioccata di quello che è stato trovato in camera di Camilla.

  • 22:52

    Luca ha usato il telefono di Sonia come ricompensa per della droga. Ma la Polizia, quando lo accendono, scopre dove si trova e raggiungono il ragazzo.

  • 22:59

    Luca viene arrestato. Il padre cerca di farlo liberare, ma non ci riesce. Nora ricorda di averlo avuto in cura, per la sua aggressione.

  • 23:03

    Anche Luca ha visto le due ragazze alla kebabberia, mente discutevano. E’ li che ha rubato il telefono di Sonia.

  • 23:05

    Sonia aveva chiamato anche Ugo, che spiega a Giovanni di aver incontrato la ragazza per portarla a dei provini per la pallavolo, di sera. Il vicequestore non gli crede.

  • 23:10

    Annalisa convince Giovanni a portare il figlio a fare una gita in barca con il suo nuovo compagno.

  • 23:15

    Alla radio, un uomo chiama per chiedere di poter parlare solo con Nora. E’ Riccardo, padre di Armadillo. La puntata finisce.

Scomparsa, puntata 20 novembre 2017, anticipazioni

C’è un giallo familiare, alla base di Scomparsa, la fiction in onda da questa sera alle 21:25 su Raiuno. La serie tv, infatti, affronta una misteriosa sparizione di due ragazza dal punto di vista della madre di una di loro, svelando segreti ed intrighi di tutta una comunità.

Protagonista è Nora Telese (Vanessa Incontrada), giovane psicologa che da poco si è trasferita da Milano a San Benedetto del Tronto con la figlia Camilla (Eleonora Gaggero), che ha praticamente cresciuto da sola, dal momento che non ha mai rivelato al padre della figlia che fosse sua. Le due hanno un ottimo rapporto, fatto di sincerità ed affetto, ma evidentemente c’è qualcosa che Camilla nasconde alla madre.

Dopo una festa, infatti, Camilla scompare insieme alla sua migliore amica Sonia Iseo (Pamela Stefana), figlia di Fausto (Luigi Di Fiore), gestore di un hotel sul lungomare, e Marianna (Fiorenza Tessari). Sulle tracce delle due si mette subito il Vicequestore Giovanni Nemi (Giuseppe Zeno), che deve anche affrontare l’abbandono da parte della moglie Annalisa (Elisabetta Pellini), che ha lasciato sia lui che il figlio Lorenzo (Niccolò Calvagna).

A contribuire alle ricerche anche alcuni personaggi della cittadina: Davide Giuliano (Simon Grechi), maestro di windsurf ed amico di Giovanni, nonchè sposato con Monica (Clotilde Sabatino), candidato sindaco che la sera della scomparsa delle due ragazze stava tenendo un comizio.

Anche Ugo Turano (Alberto Molinari), proprietario di una catena di farmacie e sponsor della squadra di pallavolo in cui giocano Camilla e Sonia, e sua moglie Olga (Euridice Axen), che gestisce una boutique d’alta moda, si mettono alla ricerca delle giovani, così come anche Amir Ikri (David Sef), capo di un ristorante etnico molto frequentato, contribuisce alle indagini, rivelando che Camilla e Sonia erano state avvistate nel suo locale. Anche la speaker radiofonica Arianna Guarienti (Germana Botta) dà il suo sostegno alle ricerche, mentre la madre Gilda (Sandra Ceccarelli), sensitiva, sostiene di essere in contatto con loro.

Le indagini toccano anche i giovani adolescenti della cittadina, come Luca Rebeggiani (Federico Russo), spacciatore con problemi psicologici; Andrea Pasini (Romano Reggiani), amico d’infanzia di Sonia che vive in soggezione del padre Aurelio (Michele De Virgilio), primario di Chirurgia dell’ospedale di San Benedetto del Tronto, ed Arturo Trasimeni, detto “Armadillo” (Saul Nanni), il cui passato difficile è legato a quello del padre Riccardo (Fabio Camilli). Un caso su cui lavorerà anche la stampa, ed in particolare il giornalista Giancarlo Ferrari (Marco Cocci).

Prodotto da Rai Fiction e da Endemol Shine Italy, Scomparsa è scritto da Peter Exacoustos e da Maddalena Ravagli, per la regia di Fabrizio Costa. Una storia che, a giudicare anche dal cast, vuole arrivare ad un’ampia fascia di telespettatori, come detto dal direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta durante la conferenza stampa:

“Si rivolge ad un pubblico adulto, ma anche ad un pubblico di giovani; é una storia corale, ma mette anche l’accento sul mondo degli adolescenti e dei più giovani; ha un perno fondamentale: Vanessa Incontrada, amatissima dal pubblico; il suo personaggio riesce ad esprimere grande forza, fascino ed eleganza. Il suo personaggio è una mamma che lotta quando la figlia scompare, combatte per ritrovarla. Al suo fianco c’è il vice questore interpretato da Zeno; anche lui è un genitore rimasto solo; le loro solitudini si mettono insieme per risolvere l’enigma ma anche i loro problemi”.

Scomparsa, puntata 20 novembre 2017: come vederlo in streaming

E’ possibile vedere Scomparsa in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull’app per tablet e smartphone, mentre da domani sarà possibile vederlo su Guida Tv/Replay o nella sezione Fiction.

Scomparsa, puntata 20 novembre 2017: Second screen

Si può commentare Scomparsa sulla pagina ufficiale della Rai e su Twitter, all’account @ScomparsaSerie. L’hashtag è #Scomparsa.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

I Video di TvBlog