Piazzapulita e la certezza dei reportage di qualità. Formigli si fa contagiare dal DiMartedì di Floris

Piazzapulita: la prima puntata stagionale del talk show di La7 condotto da Corrado Formigli. La recensione

Il debutto stagionale “rock” (cit.) di Piazzapulita, pur influenzato dal clamoroso sforamento di Otto e mezzo che ha generato tensione a La7 (due anni fa fu l’improvviso forfait della Gruber a cogliere di sorpresa l’incolpevole Formigli), conferma una certezza: il programma di Formigli è l’unico talk italiano di prima serata a offrire reportage di grande qualità. Peraltro occupandosi, coraggiosamente, di temi ai quali il pubblico generalista è ancora oggi poco abituato, come gli esteri. A tutto ciò si aggiunga il merito di mettere in luce un attentato, quello avvenuto a luglio scorso a Bagdhad, che ha provocato 324 morti nella più o meno totale indifferenza dei media occidentali.

La parte talk resta la meno solida della articolata struttura di Piazzapulita, che rispetto alla scorsa stagione non appare particolarmente rinnovata. Confermato il format ‘Bertazzoni per strada all’inseguimento di politici/dirigenti possibilmente silenti’, la novità (sic) è rappresentata da Marco Damilano, scelto in sostituzione di Alessandro De Angelis per il commento politico con retroscena (per l’occasione ha disertato Gazebo).

Chiudiamo con due annotazioni. La mania di replicare lo spazio satirico, già praticata da Floris a DiMartedì, contagia anche Piazzapulita ,che dopo la mezzanotte e mezza ripropone il TgPorco di Sabina Guzzanti (riuscite le imitazioni di Raggi e Meloni, anche se – per usare un sofisticato giro di parole – in 8 minuti di sketch si è riso forse troppo poco) . Perché allungare il brodo (affinché lo share salga con il minimo sforzo produttivo) non è poi così complicato dalle parti di La7.

Altra tendenza ‘rubata’ da Formigli a Floris è quella di dedicare un ampio blocco (da mezzanotte in poi) a temi consumeristici (con tanto di esperta in studio a spiegare come comportarsi quando il ristorante non emette scontrino fiscale). Occhio, da qui al servizio di approfondimento sul salmone affumicato stile DiMartedì il passo è breve. Stiamo a vedere.

Piazzapulita | Puntata 22 settembre 2016

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Si tratta del primo appuntamento della sesta stagione. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 22 settembre 2016

Tra gli ospiti di Corrado Formigli Rula Jebreal, Edward Luttwak, il direttore del Tg4 Mario Giordano, Erri De Luca, Carlo Freccero, Alfonso Bonafede (M5S), Sergio Rizzo del Corriere della Sera, Annalisa Cuzzocrea de La Repubblica e Marco Damilano, vice direttore de L’Espresso (ospite fisso).

La puntata, intitolata I bastardi, si occuperà di terrorismo, guerra e immigrazione con un reportage esclusivo di Formigli dall’Iraq, del Movimento Cinque Stelle e della grande truffa dei fondi destinati alle zone terremotate.

Nel corso della serata il Tg Porco di Sabina Guzzanti.

Piazzapulita è un programma prodotto da Magnolia per La7, scritto da Corrado Formigli, Davide Bandiera, Mariano Cirino, Vittorio Zincone e Gemma Montinaro. Il produttore Magnolia è Flaminia Sacerdote. Curatore per La7, Francesco Del Gratta. La regia è di Fabio Calvi.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo

Petra, una clip del primo episodio

Ultime notizie su Piazzapulita

Piazzapulita è un talk show in onda in prima serata su La7 con la conduzione di Corrado Formigli.

Tutto su Piazzapulita →