• Tv

Supercoppa italiana e ottavi di Coppa Italia di Inter, Milan, Juventus e Roma in diretta su Canale 5

Su Canale 5 e Italia 1 arriva un gennaio pieno di calcio, tra Supercoppa italiana e Coppa Italia. Ecco il calendario delle partite in programma

Gennaio per Mediaset sarà un mese pieno di calcio. Infatti, la tv del Biscione trasmetterà in chiaro la finale di Supercoppa italiana e gli ottavi di finale di Coppa Italia, competizioni i cui diritti tv fino allo scarso anno erano di proprietà della Rai.

Nel dettaglio, mercoledì 12 gennaio alle ore 21.00 sarà la volta di Inter-Juventus, che si affronteranno allo stadio Giuseppe Meazza, con diretta su Canale 5. Si tratta della finale di Supercoppa italiana che mette a confronto la vincitrice dello scudetto e quella della Coppa nazionale. In caso di parità alla fine dei novanta minuti di gioco, ci saranno i tempi supplementari e i calci di rigore.

In quella stessa giornata – 12 gennaio – andranno in scena i primi ottavi di finale (gara secca) di Coppa Italia, competizione che fin qui è stata proposta da Mediaset su Italia 1 e su Italia 2. Si parte da Atalanta-Venezia (alle 14.30) e Napoli-Fiorentina (alle 17.30), entrambe in onda su Italia 1.

Il giorno dopo la competizione approderà anche su Canale 5, rete che ospiterà i match di Milan, Juventus, Inter e Roma. In particolare alle 21.00 sarà trasmessa in diretta Milan-Genoa, mentre la settimana successiva, a partire dal 18 gennaio, si completeranno gli ottavi di finale.

Martedì 18 gennaio Lazio-Udinese dalle 17.30 su Italia 1 e Juventus-Sampdoria dalle 21.00 su Canale 5, mercoledì 19 gennaio Sassuolo-Cagliari alle ore 17.30 su Italia 1 e Inter-Empoli alle 21.00 su Canale 5. Ultima partita in programma, Roma-Lecce giovedì 20 gennaio alle ore 21.00 sulla rete ammiraglia di Mediaset.

Al momento non sono stati comunicati dall’azienda di Cologno Monzese i telecronisti che racconteranno le partite fin qui elencate. In questo senso a giocarsi la finale di Supercoppa italiana – la gara più prestigiosa tra queste – ci sono Riccardo Trevisani e Massimo Callegari.