Sanremo 2022, le prove dei cantanti all’Ariston: ecco come sono andate

Ecco come sono andate le prove generali al teatro Ariston dei cantanti in gara a Sanremo 2022, tra inconvenienti tecnici e gag improvvisate

Dalle 14.15 alle 19.15, tanto sono durate le prove generali dei 25 cantanti in gara a Sanremo 2022, al via domani sera su Rai1.

Un’occasione per scoprire innanzitutto i look che gli artisti proporranno in diretta, considerato che, come spiegato anche da Amadeus in conferenza stampa stamattina, in caso di positività al coronavirus da parte del cantante verrà mandato in onda durante la serata il video registrato oggi.

Da segnalare alcuni momenti, a partire da quello che ha visto protagonista Fiorello, seduto in prima fila quando a provare era Iva Zanicchi. Simpatico e improvvisato siparietto tra i due, con lo showman (che aprirà la kermesse) che è salito sul palco per salutare la cantante 82enne, visibilmente divertita.

Le esibizioni più convincenti sono sembrate quelle de La Rappresentante di lista, con tanto di riuscita coreografia sul palco in compagnia di due musicisti, e di Gianni Morandi, che si è reso protagonista di una perfomance particolarmente dispendiosa fisicamente. Molto più ‘statico’ Massimo Ranieri, così come Noemi, che ha sfoggiato un bel tubino aderente bianco.

Show assicurato con Achille Lauro, che si è inginocchiato nella parte finale della sua esibizione, impreziosita dal coro gospel.

Megafono sul palco per Giusy Ferreri, occhiali da sole per Dargen D’Amico, mentre Rkomi si è presentato in maglietta a maniche corte e guanti di pelle.

Bell’affiatamento (a dispetto delle voci che raccontavano di qualche frizione) tra Donatella Rettore e Ditonellapiaga, che hanno chiuso la perfomance con un abbraccio.

Non lascerà indifferenti l’outfit di Ana Mena, ossia abito glitterato rosso e stivali alti sopra il ginocchio. Più sobrio Michele Bravi, che punta tutto sull’intensità del brano. Ottimo riscontro in sala per il duetto Mahmood-Blanco.

Piccolo inconveniente tecnico per Emma, il cui microfono ha smesso di funzionare nel bel mezzo della sua prova (che ha potuto ripetere). La cantante ha commentato con un saggio “meglio oggi che mercoledì“, ma anche con un colorito “ca*zo, ero pure partita bene“). Per lei pantaloni e camicia e chiusura di canzone con discesa delle scale verso la sua “maestra” (ha tenuto a sottolineare la declinazione al femminile, correggendo l’assistente di studio che invece l’aveva presentato usando “maestro“) d’orchestra Francesca Michielin.

Capelli sciolti, giacca di pelle e un pullulare di frange per Irama, canottiera e chitarra per Giovanni Truppi, all’esordio assoluto sul palco dell’Ariston, così come Sangiovanni e Aka7even, che non hanno sembrato tradire emozione.

Eterea Elisa, la cui esibizione impeccabile otterrà consensi. Un po’ sottotono le prove delle Nuove proposte promosse tra i Big di Sanremo 2022, con Yuman che si è però fatto notare per la grande capacità di controllo vocale, e di Highsnob e Hu.

Da segnalare, infine, l’assenza di Beppe Vessicchio, guarito dal covid. A dirigere l’orchestra quando sul palco c’erano Le Vibrazioni è stato Leonardo De Amicis.

 

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →