Marco Giallini ormai è Rocco Schiavone: e la serie non tradisce mai le sue origini

La trama della prima puntata della quarta stagione di Rocco Schiavone, in onda il 17 ed i 24 marzo 2021 su Raidue

Granitica certezza di Raidue (ma vi ricordate quando lo volevano spostare su Raiuno?), Rocco Schiavone non tradisce se stesso. Neanche nella quarta stagione, in onda da questa sera, mercoledì 17 marzo 2021. A cinque anni dal debutto televisivo, Marco Giallini ed il personaggio nato dalla penna di Antonio Manzini sono ormai diventati una cosa sola, e non hanno assolutamente intenzione di separarsi.

Lo Schiavone costruito nel corso degli anni da Rai Fiction, Cross Productions e Beta Film e diretto per la seconda volta da Simone Spada è uno di quei rari casi in cui il prodotto televisivo nutre profondo rispetto delle proprie origini letterarie. Da sempre, Rocco Schiavone si è proposto al pubblico del piccolo schermo senza cambiare di una virgola la propria natura: cinico, solitario, perennemente incaxxxxo ma anche bravo nel suo lavoro.

1

E’ il Rocco che i lettori hanno conosciuto fin dal 2012, anno in cui esordì nel racconto “L’accattone”, e che continuano a conoscere oggi. La presenza nella stanza degli sceneggiatori dello stesso Manzini (che scrive gli episodi con Maurizio Careddu), firma una sorta di garanzia nei confronti dei lettori prima che del pubblico tv.

Conoscendolo meglio di chiunque altro, Manzini non arretra di un centimetro nella trasposizione televisiva, facendo di Rocco Schiavone l’esperimento diventato successo. Un successo che, per ora, sta tenendo con i piedi per terra troupe e produttori, dal momento che i nuovi episodi sono solo due, contro i quattro delle ultime stagioni.

Il motivo sta nella mancanza di ulteriori libri di Manzini, a conferma di quanto questa serie voglia restare fortemente attaccata alla sua fonte. Ma Rocco Schiavone potrebbe vivere oltre i libri? Assolutamente sì, ma il rischio di iniziare ad immaginare il Vicequestore di Aosta solo dentro il tubo catodico e non lungo le pagine di un romanzo sarebbe troppo alto.

L’azzardo di ritrovarci davanti ad uno Schiavone differente sì dagli altri poliziotti che vediamo in tv ma anche dal se stesso letterario sarebbe grosso. E, dal momento che la fortuna di questa sera risiede proprio nel prendersi i tempi più letterari che televisivi, meglio lasciare intraprendere quella strada ad altri. Anche se questo vorrà dire avere un po’ meno di Rocco in tv.

Cosa succede nella prima puntata della quarta stagione di Rocco Schiavone

Ma scopriamo cosa accade nel primo dei due episodi della quarta stagione, “Rien Ne Va Plus”, in onda questa sera alle 21:20 (ma disponibile da lunedì su RaiPlay) e tratto dall’omonimo romanzo di Antonio Manzini, edito da Sellerio (e disponibile anche in e-book). La puntata segue in realtà gli eventi di “Fate il vostro gioco”, l’ultimo episodio della terza stagione in cui Rocco scopriva che Enzo Baiocchi (Adamo Dionisi), parlando alla Polizia, aveva rivelato che il Vicequestore non solo aveva ucciso suo fratello Luigi ma ne aveva anche nascosto il corpo a Fiumicino.

Nella quarta stagione, quindi, troviamo Rocco fuori dall’Italia, convinto che manchi poco prima di essere scoperto. Brizio (Tullio Sorrentino) e Furio (Mirko Frezza), però, lo raggiungono con una notizia: il corpo di Baiocchi non è stato trovato. Rocco può quindi rientrare in Italia, dove ad attenderlo c’è il caso Favre che aveva di fatto abbandonato.

Rocco Schiavone 4Il Vicequestore capisce subito che l’omicidio è legato al furto, avvenuto in quei giorni, di un portavalori guidato da due guardie giurate e con a bordo tre milioni di euro del Casinò di Saint Vincent. Nel frattempo, Rocco è diviso tra due donne: una è Caterina (Claudia Vismara), che continua a contattarlo senza successo, dal momento che il protagonista dopo aver saputo del suo tradimento non ne vuole più sapere. L’altra è Sandra (Valeria Solarino), che cerca di instaurare un rapporto di collaborazione (e forse non solo quello) con Rocco.

Le indagini sugli affari del casinò proseguono, ma questa volta il gruppo formato da Rocco, Pierron (Ernesto d’Argenio), Casella (Gino Nardella), Scipioni (Alberto Lo Porto), il Questore Costa (Massimo Olcese) e gli immancabili D’Intino (Christian Ginepro) e Deruta (Massimiliano Caprara), dovrà affrontare una banda di criminali disposta a tutto pur di difendere i propri affari, anche arrivare all’uso delle armi.

Rocco Schiavone 4, streaming

Rocco Schiavone 4E’ possibile vedere Rocco Schiavone 4 in streaming sul sito ufficiale della Rai e sull’app per smart tv, tablet e smartphone.

Ultime notizie su Rocco Schiavone

Rocco Schiavone è una serie tv basata sui romanzi di Antonio Manzini, prodotta da Cross Production, interpretata da Marco Giallini, diretta da Simone Spada, in onda dal 2016 su Rai2.

Tutto su Rocco Schiavone →