Rai2: in arrivo un intrattenimento sperimentale nell’access estivo

Si sperimenta nel palinsesto estivo di Rai2 posizionando un programma d’intrattenimento nell’access prime time

di Hit

Si sperimenta e finalmente aggiungiamo noi. E la rete che sperimenterà di più sarà naturalmente Rai2, una rete alla ricerca della sua identità, come da queste parti abbiamo caldeggiato. Via i programmini messi lì per accontentare questo o quello e spazio alle idee, alla progettualità, a qualcosa che abbia il profumo di novità e sopratutto, come detto, di sperimentazione, senza l’obbligo degli ascolti “tutti e subito”, obbligatori per Rai1, ma fuorvianti per un canale come quello che si appresta ad essere la nuova Rai2.

In questa ottica spazio dunque alla nuova sperimentazione della domenica pomeriggio in rosa, ma prima ancora, spazio a qualcosa che nascerà nella prossima estate e che andrà a posizionarsi in una collocazione ardua, ma molto affascinante, che è l’access prime time. Un access quello di Rai2 forzatamente avanzato rispetto a quello delle altre reti, visto che il secondo canale conserverà l’edizione delle 20:30 del Tg2, magari rinnovata, ringiovanita e resa più dinamica e svelta. Un’access dunque che andrà in onda alle ore 20, dopo l’immortale (almeno ancora per l’estate) telefilm delle ore 19.

Ecco dunque alla notizia, questa estate la direzione intrattenimento prime time diretta dal buon Stefano Coletta, sperimenterà un programma, ovviamente di intrattenimento, della durata di mezz’ora circa, posizionato alle ore 20. Sarà un esperimento di una ventina di puntate per un programma che non dovrebbe avere i sapori del game, ma piuttosto di una trasmissione che avrà i profumi del talk convertito al varietà, in un caleidoscopio di colori e situazioni che inneschino interesse laterale, cercando di acchiappare l’attenzione di un pubblico solitamente lontano dal piccolo schermo. Fra le indiscrezioni che circolano c’è anche quella di una versione rinnovata dello storico Almanacco del giorno dopo, che andava in onda sulla Rete 1 prima di Che tempo fa di Bernacca/Baroni/Caroselli alle 19:45 dopo il mitico telefilm delle 19:20. Un pubblico diverso, alternativo, forse meno numeroso quello di questa fascia oraria, ma non per questo meno importante per la televisione, anzi, tutt’altro, il più appetibile possibile a Rai pubblicità.

Un pubblico insomma alto, con un livello d’istruzione elevato e quindi parecchio interessante. Per questo tipo di scopo dunque si sta pensando ad una nuova trasmissione, prodotta internamente alla tv pubblica, che non si basi solo su coordinate squisitamente pop, senza per altro abbandonarle a priori, come l’Almanacco new version di cui sopra. Uno dei nomi su cui si starebbe lavorando per questo spazio è quello di Drusilla Foer, reduce da un’ottima e abbondante partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo. Drusilla per altro resta nella mente della nuova direzione intrattenimento prime time per un nuovo progetto, sempre per Rai2, stavolta però rivolto alla seconda serata, ma nel prossimo autunno. Drusilla dunque la nuova Paola Perissi? Beh, difficile sostituire la mitica annunciatrice Rai, ma diciamo, che ci possiamo provare, almeno per 20 sere d’estate.