• Tv

Pippo Baudo Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana

Pippo Baudo ha ricevuto al Quirinale l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato a Pippo Baudo l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il conduttore 85enne ha raccontato all’Adnkronos l’emozione vissuta in occasione dell’incontro al Quirinale con il Capo dello Stato:

Ieri ho avuto questo regalo da parte di Mattarella. Mi ha comunicato di avermi assegnato questa onorificenza e sono andato al Quirinale dove ho avuto con il Presidente un incontro caloroso e denso, noi siamo molto amici da anni. E’ l’ultimo grande regalo che mi ha fatto. E’ una onorificenza molto ambita, io sono il 301esimo in tutto il Paese. E’ un riconoscimento al proprio lavoro e alla propria professionalità. La cosa bella è che è arrivata a sorpresa perché io non ci ho mai puntato, quindi quando ti arriva un simile regalo sei ancora più felice.

Pippo Baudo ha definito Mattarella “uno dei Presidenti più amati della storia della Repubblica“, sottolineando il fatto che sia “sempre presente in tutte le circostanze e nella maniera migliore“. Quindi ha aggiunto:

Del resto, lui è uno studioso, un costituzionalista di grande valore. Lo conosco da tempo e ieri abbiamo ripercorso gli anni in cui facevamo politica insieme. Lui ha cominciato ad occuparsi di politica per sostituire il fratello Piersanti ucciso dalla mafia, e lo ha fatto sostenendo il carico di questo grande dolore.

Negli ultimi tempi Baudo non ha risparmiato critiche severe ai protagonisti della tv odierna (i casi più recenti riguardano Carlo Conti e Paolo Bonolis). Anche in questa occasione non si è tirato indietro quando gli è stato chiesto un giudizio sulla televisione di oggi:

Oggi ci resto male quando vedo in tv certe cose, non c’è più impegno intellettuale. Secondo me, la televisione ha il compito di andare incontro al pubblico migliorandolo, non abbassandone il livello.