Pechino Express 2022: Sky non stravolge il programma. Bene così…

Con la prima puntata della nona edizione, Sky regala ai fan di Pechino Express, il programma che conoscono, evitando inutili stravolgimenti.

Pechino Express era reduce da un’edizione fortunata, l’ultima andata in onda su Rai 2 nel 2020, che beneficiò (appare assai indelicato dirlo ma è così) anche dello shock collettivo causato dal primo lockdown e dalla pandemia di COVID-19 che stravolse le nostre vite, rinchiudendoci in casa.

La prova della prima puntata targata Sky dell’adventure-game giunto alla nona stagione, quindi, assumeva un’ulteriore valenza per la tv di Comcast che, dopo X Factor e Italia’s Got Talent, portava sul proprio canale principale, Sky Uno, un altro titolo che aveva trovato affermazione sulla “vecchia” generalista.

Tralasciando il periodo di impasse che sta attraversando negli ultimi anni, X Factor ha indubbiamente beneficiato del passaggio a Sky. Anche Italia’s Got Talent si è, in un certo senso, “internazionalizzato” col trasferimento sul satellite, perdendo, però, la quota di nazional-popolare che, ad uno show trasversale di quel tipo farebbe comodo.

Riguardo Pechino Express, quindi, la curiosità era legittima perché, come scritto in precedenza, non vi era alcuna urgenza o necessità di stravolgere il programma, considerando che il lavoro visto a Rai 2, in quanto a confezione e scelta del cast, nel complesso, non aveva mai deluso.

La scelta di mantenere Costantino Della Gherardesca alla conduzione, da questo punto di vista, poteva già essere visto come un primo, sostanzioso, indizio perché sì, Sky, in breve, ha rispettato quella che è la sintassi principale di Pechino Express.

Il programma non è stato oltremisura scombinato, rimanendo, sostanzialmente, quello che è sempre stato (e non è un difetto): una scelta intelligente, considerando che sul programma, come asserito in precedenza, non vi era l’impellenza di una cura rigenerante o di un drastico cambio di rotta.

Il rischio di un’eccessiva patinatura, di quella perfezione formale che, dopo un po’, diventa stucchevole, si poteva comprensibilmente paventare alla vigilia ma, fortunatamente, tutto ciò non si è visto.

Inutile agire dove non c’è bisogno e Sky ha proceduto con la scelta più giusta da fare, dando ai fan di Pechino Express, il programma che conoscono.

Pechino Express 2022: la prima puntata

La prima puntata ha avuto inizio con un riferimento al conflitto Russia-Ucraina in corso, quasi di dovere in un programma melting pot come Pechino Express (nessuna traccia di retorica, però, in questa prima puntata):

Pechino Express è una gara ma prima di tutto un viaggio alla scoperta della bellezza del mondo. Un incontro tra culture e persone di diversi paesi che si conoscono, si aiutano, si rispettano. In pace.

Le tappe, le missioni, la prova immunità, il Libro Rosso, i bonus, i malus, i benefit, le citazioni immortalate sulle Polaroid, le usanze, i costumi, le tradizioni, gli skyline dei paesaggi e poi ancora il montaggio (nonostante una prima puntata non del tutto scorrevole e che ha impiegato un po’ per decollare), la music supervision e la suspense al momento dell’eliminazione (prima tappa eliminatoria, come due anni fa): la prima puntata di Pechino Express 2022 ha regalato ai telespettatori un viaggio andato in onda praticamente senza interruzioni, un’ora e 45 circa privo di neri pubblicitari.

Non vi sono state emulazioni, né per quanto riguarda le coppie, né per quanto concerne gli episodi vagamente trash. Da segnalare, in questa prima puntata, il massaggio ad una semi-nuda Victoria Cabello, la crisi di pianto delle Tiktoker al momento dell’addio e di Helena Prestes (dispiaciuta per la sua scarsa cultura), il “porca miseria” di Bugo e i doppi sensi di Costantino (“Gli regalò una ciocca di capelli. Ci si augura dal cranio…”).

Pechino Express è ancora Pechino Express.

Bene così.

Ultime notizie su Pechino Express

Pechino Express è un reality adventure/game prodotto da Magnolia per Rai 2.

Tutto su Pechino Express →