• Tv

I funerali di Paolo Rossi in tv e la fatica di trattenere le lacrime in studio

In diretta dal Duomo di Vicenza a partire dalle 10.00 di sabato 12 dicembre su Rai 2, per salutare Paolo Rossi.

Una cerimonia semplice, aperta da discorsi di chi gli ha voluto bene, dalla poesia letta da Fabio Guadagnini, dal ricordo di Antonio Cabrini e segnato dalla commozione di chi ha si è trovato a commentare la diretta: i funerali di Paolo Rossi hanno visto a Vicenza riunito il gotha del calcio anni ’80 e ’90 e soprattutto i compagni del Mondiale 1982. Tardelli, Bergomi, Antognoni, Conti, Collovati ma anche Roberto Baggio, Franco Baresi in lacrime, coperti sì dalle mascherine, ma dalla commozione difficile da trattenere.

Una commozione che invade anche lo studio. Si incrina spesso la voce di Alberto Rimedio, cui è affidata la ‘telecronaca’ di una diretta che non avrebbe certo voluto condurre: si mantiene sul filo sottile che divide professionalità ed emozione mentre ricorda il Rossi amico e calciatore, mentre commenta le immagini della moglie Federica e delle sue figlie più piccole, quando riporta le parole del primogenito Alessandro, che ha ribadito la sua volontà di stare accanto alle sorelline. E quando Alberto Rimedio fa fatica a tenere la parola interviene Enrico Varriale, in un palleggio che sarebbe piaciuto a Rossi. Con loro in studio Antonio Di Gennaro, chiamato a intervenire nei momenti più difficili per tutti.

1

Due ore di diretta in cui più delle parole hanno significato i silenzi e quel ‘tirar su col naso’ che si sentiva arrivare dallo studio mentre le immagini mostravano un Duomo di Vicenza davvero molto (forse troppo) pieno, stretto intorno alla famiglia di Paolo Rossi. E quel ‘tirar su col naso’, quel soffiarsi il naso a microfono aperto che potrebbe essere considerata una ‘gaffe’, un segno di ‘maleducazione’ verso il pubblico è la manifestazione più semplice e sincera del dolore per la perdita di uomo semplice e amato. Rimedio stesso propone l’intitolazione dello stadio Olimpico a Paolo Rossi, immaginando anche il primo ingresso degli Azzurri nell’estate 2021 nello Stadio Rossi: una ipotesi non facile da concretizzare, vista la necessità che si superino tifoserie e campanili. Nel frattempo l’emozione non trattenuta è il modo migliore, forse, per ricordarlo in diretta tv.

I funerali di Paolo Rossi in diretta tv

I funerali di Paolo Rossi si terranno sabato 12 dicembre alle 10.30 e saranno trasmessi in diretta tv su Rai 2, con un collegamento al via dalle 10. Le esequie dell’amato campione si svolgeranno a Vicenza, nel Duomo della città che l’ha visto iniziare la sua carriera professionista con la maglia biancorossa della Lanerossi. E proprio nello stadio cittadino, intitolato a Romeo Menti è stata allestita la camera ardente: una scelta nettamente simbolica, che sottolinea il rapporto di Paolo Rossi con la città, che peraltro l’anno scorso lo aveva insignito della cittadinanza onoraria.

Paolo Rossi Funerali
Candele, fiori e una foto di Paolo Rossi fuori dallo stadio Romeo Menti di Vicenza, December 11, 2020. (Photo by Marco Bertorello / AFP) (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

In questo anno senza la possibilità di esequie aperte, pubbliche, partecipate, un anno in cui l’ultimo saluto può essere solo strettamente privato – quando peraltro possibile – la tv cerca di supplire alla mancanza di contatto diretto, cerca di creare le condizioni per l’elaborazione del lutto collettivo più di quanto in passato abbia potuto fare. Una cerimonia che non si apre quindi solo ai telespettatori ‘lontani’, ma che permette anche agli amici, ai colleghi, ai rivali di essere presenti alla cerimonia, altrimenti inaccessibile. Per evitare assembramenti, infatti, sarà chiuso al pubblico anche il sagrato del Duomo, mentre in Chiesa potranno entrare solo le persone invitate dalla famiglia di Rossi.

Annunciate esequie semplici, ben lontane da quelle ‘regali’ di Gigi Proietti, che aveva visto un programma articolato di percorsi e di discorsi, in una Roma immobile che pure ha cercato di stringersi intorno al suo mattatore. Ma un’occasione ancora per ricordare il simbolo dei Mondiali ’82 dopo la programmazione speciale (e densa) proposta dalla Rai nelle scorse ore.

La diretta dei funerali di Paolo Rossi avrà inizio già alle 10.00 ed è curata da Raisport con il commento di Alberto Rimedio, Enrico Varriale e Antonio Di Gennaro, compagno di squadra in Nazionale nel Mondiale in Messico del 1986 e nel Verona, nella stagione 1986-87, ultima in campo per Pablito.