MasterChef Italia 10, i finalisti

Undicesimo doppio appuntamento con MasterChef Italia 10, che stasera celebra la sua ultima Esterna e sceglie i 5 che andranno alla Finale.

Cosa è successo nel penultimo doppio appuntamento di giovedì 25 febbraio 2021?

Una Mystery Box piena di affetto, con un regalo dai propri cari. E la missione è quella di dedicare il piatto alla persona che ha mandato loro un pensiero, una lettera, un abbraccio virtuale.

A gara iniziata e a spesa fatta, però, vengono consegnati ai concorrenti gli ingredienti principali, portati dai mittenti delle lettere: lacrime a profusione mentre si abbracciano madri, padri e figli. A Irene il papà porta il piccione, ad Antonio sempre il padre porta le cozze,la mamma porta la quaglia a Federica, ad Aquila arrivano le patate dal padre (tale e quale a lui), ad Azzurra la mamma porta le vongole, a Monirla mamma ha portato i faglioli.

All’assaggio Irene, Azzurra e Monir, ma il piatto migliore è di Irene, al quale vanno tutti i complimenti dei giudici. Ma sono stati tutti bravi e i genitori sono tutti orgogliosi. La lacrima scende.

Nella Master Room Irene incontra chef Riccardo Canella.

Sotto la cloche Irene trova 12 ingredienti davvero innovativi, incluse le formiche: ha modo anche di vedere tre piatti realizzati dallo chef con alcune combinazioni degli ingredienti disponibili. Toccherà poi a Irene assegnarne due a ogni concorrente. Intanto Cannavacciuolo assaggia tutti i piatti dello chef… e mica è fesso! Irene assegna Formiche e Garum di manzo ad Antonio; Garum di ostriche e Tamari di peperone rosso a Federica; olio di coniglio e garum di calamaro ad Azzurra; più semplice l’accoppiata garum di ali di pollo, pigne candite e olio di aghi di pino che va a Monir;sale d’alga arrostito e il kogi d’orzo per Aquila; Irene per sé ha scelto Olio di legno di Rosa e Olio di gemme di ribes nero. “Per me la cucina è un linguaggio e voglio sentire la vostra voce” dice chef Canella.

All’assaggio i complimenti di chef Canella per Irene; Federica invece non ha osato abbastanza; astice stracotto per Antonio, che avrebbe potuto fare di più per lo chef (ma poi controbatte dicendo che la testa del gambero poteva andar bene perché al Noma usano le teste d’anatra come piatto, per far capire, eh);un brava per Azzurra; Monir invece cuoce troppo l’agnello, anche se ha avuto delle buone idee, e infine Aquila, che riceve i complimenti per il gusto, ma non per il piatto pieno di ditate (in ogni caso un successo). I giudici tessono le lodi dei concorrenti, che sono riusciti a realizzare piatti degni di un buon ristorante. Ma la migliore, con un piatto eccellente, è Irene, che fa doppietta. I piatti peggiori sono quelli di Federica e Antonio: ma è Federica a uscire. “Sei stato un colpo rimasto in canna” le dice Barbieri.

Per l’Esterna i 5 semifinalisti (circa) vanno al Mudec per una prova ad alto tasso di perfezione nella cucina di un 3 stelle Michelin, l’Enrico Bartolini. Roba da far tremare le ginocchia. Lo chef illustra ai concorrenti i 5 piatti che dovranno essere replicati. Per sé Irene sceglie il dolce, il più difficile: una roba impensabile; assegna poi il filetto, secondo in ordine di difficoltà, ad Aquila; Aquila assegna il medio-alto ad Azzurra, che dà l’aspic a Monir (tanto a lui non ne andava bene nessuno) e ad Antonio va il più facile, il risotto.

Monir è in ritardo di 11 minuti sull’uscita e non regge la pressione, diciamocelo. Antonio sembra essere più sicuro e ha una buona presentazione anche dello chef, ma il piatto non è perfettamente equilibrato; in ritardo i bottoni di Azzurra, non eccellenti; Aquila fa una buona presentazione e si ritrova con una preparazione difficile e complessa, e viene difeso anche dallo chef (“Ha lavorato in modo brillante” dice Bartolini). Infine l’opera d’arte del dolce, replicato da Irene, che fa una presentazione corretta e non si sbilancia sull’ultimo piatto: tocca proprio a Bartolini decretare il vincitore. I giudici, però, sono soddisfatti dei risultati ottenuti. Orgogliosi. Irene e Aquila hanno fatto un grande lavoro per lo chef; ma uno solo ha raggiunto la perfezione: ai punti vince Irene, che fa tripletta. E’ la prima volta.

La tripletta di Irene nella puntata più importante di tutti merita una vittoria finale. Grandi lodi da parte dello chef. Ed è Irene la prima finalista di MasterChef Italia 10.

Per tutti gli altri c’è un Pressure Test decisivo. E Antonio rosica un pizzico. Il Pressure inizia con 12 ingredienti molto diversi tra loro, ma non devono essere usati tutti visto che prosegue in tre step: per ogni step devono scegliere 4 ingredienti e hanno 45’’ per decidere. Il primo a salvarsi è Antonio: anche lui va alla finale. Al secondo step passa, non con molta gloria, Aquila. Si contendono l’ultimo posto disponibile Monir e Azzurra. E il secondo eliminato della serata è Azzurra. Incredibile a dirsi.

In finale quindi Irene, Antonio, Aquila e Monir. Non ci avrei scommesso.

 

MasterChef Italia 10, penultimo appuntamento tra chef stellati e ultima esterna

Manca poco all’atto finale di MasterChef Italia 10, una delle migliori edizioni del format nella sua versione italiana. In gara sono rimasti in sei, ovvero Antonio, Azzurra, Federica, Francesco Aquila (per tutti ormai solo Aquila), Irene e Monir (in rigoroso ordine alfabetico) e qualcuno dovrà lasciare la cucina a un passo dal podio (e dal cucchiaio di legno).

Per questo undicesimo doppio appuntamento – in onda questa sera, 25 febbraio 2021, alle 21.25 su Sky Uno e NOW Tv – i sei concorrenti dovranno vedersela con due chef stellati di altissimo rango, oltre che con i tre giudici, Giorgio Locatelli, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri, sempre più a proprio agio nel ruolo e sempre più essenziali alla narrazione. Per i concorrenti spazio anche all’ultima Esterna: causa pandemia, la produzione non ha potuto allontanarsi molto dagli studi di MasterChef, ma ha saputo trasformare la crisi in una risorsa. Non solo è riuscita a gestire le difficoltà di una lavorazione che ha dovuto fare i conti con restrizioni, protocolli, distanze e cambiamenti di routine (davvero impercettibili nella resa finale, tanto da rendere questa stagione omogenea alle 9 precedenti, e non era facile), ma ha saputo scovare ed esaltare location vicine e piene di significato. Penso alla prima Esterna nel Villaggio Operaio di Crespi d’Adda, penso all’allestimento della tavolata sul ponte medievale di Valeggio, così come alle prove nelle cucine stellate per un primo assaggio di lavoro in Brigata. E stasera si replica proprio questo passaggio sostanziale per chi nella vita vuole fare lo chef.

Si parte come sempre con la Mystery Box, che a questo punto della gara è ad alto tasso di commozione: sotto la scatola, infatti, i concorrenti trovano un regalo da casa e proprio una persona cara indicherà l’ingrediente principale del piatto che dovranno preparare, un piatto che dovrà raccontare l’amore e che dovrà dimostrare ai giudici di essere capaci di cucinare col cuore, l’ingrediente più importante per un vero chef. La scelta dell’ingrediente da casa si è rivelata spesso infida, come ha dimostrato la stessa Mystery lo scorso anno.

Il migliore della Mystery avrà come sempre un importante vantaggio per l’Invention Test, che vedrà la partecipazione Riccardo Canella, sous chef del Noma, a Copenaghen, nonché responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo del ristorante, tra i più famosi al mondo. Il vincitore della Mystery Box, infatti, potrà conoscere per primo i 12 ingredienti portati da Chef Canella che rappresentano il futuro della cucina internazionale, e assegnerà quindi due ingredienti a testa ad ognuno dei suoi avversari. Il migliore dell’Invention avrà un bonus per l’ultima Esterna.

MasterChef Italia 10 Ultima Esterna

Ecco, l’ultima Esterna vede i cinque concorrenti reduci nelle cucine del ristorante di Enrico Bartolini, all’interno del Mudec – Museo delle Culture a Milano Chef Bartolini conta ben 8 stelle Michelin con i suoi 5 ristoranti ed è stato il primo a riportare le 3 stelle a Milano dopo 25 anni, sulle orme del maestro Gualtiero Marchesi. Non ci sono più Brigate, ormai, ma ogni concorrente lavora da sé e per sé. Ognuno dei concorrenti deve replicare un piatto dello chef in maniera perfetta, non solo nell’estetica, ma anche nel gusto e con i tempi giusti. Una prova di gran rigore che stabilirà il primo semifinalista di MasterChef Italia.

Per gli altri resta un Pressure Test determinante: uno di loro dovrà dire addio al Grembiule a un passo dall’ultima puntata. Si accettano scommesse (ma non vorremmo essere nei suoi panni).

MasterChef Italia 10, il format

MasterChefItalia è prodotto da EndemolShine Italy per Sky ed è scritto da Paola Papa e da Emiliano Eredia, Sonia Soldera, Ilaria Barosi, Alessandra Tomaselli, e con Luca Colocucci, Silvia Bizzotto, Francesca Valenti, Francesca Mazzantini, Anna Ferrajoli, Francesco Stefanucci, Maria Chiara Salvi, con la consulenza di Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli. Direttore della fotografia Flavio Toffoli, scenografie Francesco Mari, con la regia di Umberto Spinazzola. MasterChef è basato su un format creato da FrancRoddam in associazione con Ziji Productions, distribuito da Banijay Group.

Come seguirlo in diretta e in live streaming

La decima edizione di MasterChef Italia va in onda ogni giovedì dal 17 dicembre 2020 alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, DTT 455) e disponibile on demand su Sky Go e in streaming su NOW TV.

MasterChef Italia 2020, second screen

Tutte le news su MasterChef sono sul sito ufficiale del programma, mentre sui social sono disponibili l’account Twitter, la pagina Facebook, il profilo Instagram e anche uno su TikTok. L’hashtag ufficiale è #MasterChefIt.

Ultime notizie su MasterChef

MasterChef è un talent culinario nato nel 1990 sulla BBC, ma esploso su scala mondiale dopo il restyling del 2005.

Tutto su MasterChef →