Linea Verde Estate: tutto è più facile quando l’entusiasmo dei conduttori è reale

La recensione della prima puntata della nuova edizione di Linea Verde Estate, in onda a partire da oggi, alle 12:20, su Rai 1.

Per quanto concerne i prodotti televisivi che si pongono il fine di raccontare il territorio e le eccellenze italiane, Linea Verde Estate è tra i migliori, per un motivo in particolare, una ragione semplice, che dovrebbe stare alla base della riuscita di qualsivoglia programma televisivo che si rispetti: il reale entusiasmo e coinvolgimento di chi ci lavora e ci mette la faccia.

Angela Rafanelli e Marco Bianchi, in questo caso: il merito della riuscita di Linea Verde Estate è principalmente da attribuire a loro.

Nei momenti in cui i due conduttori condividono la scena, si percepisce una veritiera complicità e una simpatia reciproca che si riflette automaticamente e favorevolmente sul programma, regalandogli genuinità e spontaneità.

Durante la puntata vera e propria, quando i conduttori intraprendono percorsi diversi (Marco Bianchi si occupa principalmente di eccellenze agroalimentari mentre Angela Rafanelli esplora il territorio), come scritto in apertura, il telespettatore avverte il loro sincero interesse ed entusiasmo riguardo i luoghi e i prodotti passati in rassegna.

Grazie alla loro naturalezza, anche le parti “recitate” (non c’è nulla di male nell’imbastire scene quasi da sit-com, l’importante è restare credibili) non sembrano tali e la narrazione, quindi, non ne risente negativamente.

Il lavoro di post-produzione non è degno di nota, per quanto la puntata scorra velocemente. Non si nota molta differenza tra Linea Verde Estate e altri programmi del medesimo genere per quanto riguarda, ad esempio, l’accompagnamento musicale, il montaggio o le riprese dei paesaggi dall’alto.

Finché ci sarà, però, una coppia di conduttori realmente appassionata a ciò che vede e racconta, Linea Verde Estate può tranquillamente riuscire a distinguersi.

Linea Verde Estate: la presentazione

A partire da oggi, domenica 4 luglio 2021, avrà inizio la quarantesima edizione di Linea Verde Estate, lo spin-off estivo di Linea Verde, che andrà in onda alle ore 12:20 su Rai 1.

Per la seconda edizione consecutiva, i conduttori saranno Angela Rafanelli e Marco Bianchi.

La nuova edizione ripartirà dal territorio che fu la tappa dell’ultima puntata della precedente edizione: il Cilento.

In questa prima puntata, stando al comunicato ufficiale, Angela Rafanelli e Marco Bianchi visiteranno “un’azienda agricola a conduzione familiare che pratica la coltivazione dei terreni attraverso le pratiche di agricoltura organica rigenerativa, rispettose dell’ambiente, senza l’utilizzo di pesticidi o concimi chimici di sintesi”.

La tappa successiva sarà Marina di Pisciotta, dove si pratica la pesca delle alici con la menaica, una tecnica antichissima “gelosamente custodita in pochi borghi marinari del Cilento”, e la loro conservazione sotto sale.

Per quanto riguarda il mondo animale, si parlerà di una coppia di cicogne bianche, l’unica in Italia, che, a Sala Consilina, non lontano dal fiume Tanagro, da marzo ad agosto, da oltre vent’anni, “nidifica sullo stesso traliccio, nel cuore del Vallo di Diano”.

Angela Rafanelli e Marco Bianchi, inoltre, ci mostreranno anche il santuario della Madonna della Neve e il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dal punto più alto del Cilento, sul monte Cervati.

La puntata si chiuderà con uno spazio dedicato alla mozzarella di bufala con un cuore di olio extravergine, prodotto tradizionale di Ascea.

Dopo la messa in onda della prima puntata della nuova edizione di Linea Verde Estate, su TvBlog, troverete una recensione.