La Fuggitiva 2 ci sarà?

Buoni gli ascolti dell’action thriller con Vittoria Puccini e diretti da Carlo Carlei

La fuga proseguirà o si fermerà? Sicuramente saranno numerosi i misteri che saranno svelati nell’ultima puntata de La Fuggitiva, ma non è detto che sia anche l’ultima volta che vedremo Arianna (Vittoria Puccini), la protagonista dell’action thriller diretto da Carlo Carlei.

Sebbene sia stata concepita come miniserie, i buoni ascolti ottenuti potrebbero infatti far cambiare idea a Rai Fiction, che potrebbe quindi ordinare un’altra stagione della serie co-prodotta con Leone Compagnia Cinematografica. Le prime tre serate andate in onda (in tutto sono quattro) hanno raccolto una media di 5,1 milioni di telespettatori (21,2% di share).

Lo stesso Carlo, durante l’incontro con la stampa per presentare la serie, aveva in effetti lasciato intendere che La Fuggitiva 2 non gli dispiacerebbe:

“L’ho pensata come quella che gli americani chiamerebbero una limited series. La risposta la darà il pubblico, come sempre, che si affezionerà a questi personaggi, sarà difficile dimenticarsi di Arianna e Michela. Noi ci siamo lasciati una porta aperta, per poter eventualmente riproporli in una fase successiva delle loro esistenze. Abbiamo tracciato le linee per una seconda stagione, la più evidente è rappresentata dalla loro potenza, quello è sempre un ottimo seme da piantare. Poi, ovviamente, ci sono tante logiche produttive”.

Logiche produttive, ma anche disponibilità degli attori protagonisti: Puccini, in queste settimane, è impegna sul set di Non mi lasciare, nuove serie tv destinata sempre a Raiuno; Pina Turco (Michela) sta iniziando a girare “Non ti pago”, secondo film-tv tratto dall’opera di Eduardo De Filippo, con Sergio Castellitto e la regia di Edoardo De Angelis. Eugenio Mastandrea (Marcello), invece, è a Los Angeles, dove sta girando la serie From Scratch con Zoe Saldana.

1

Se La Fuggitiva 2 si farà, bisognerà aspettare che loro tre siano disponibili a tornare sul set per nuovi episodi ad alto tasso d’azione e con nuovi travestimenti per la protagonista, ma soprattutto servirà una storia convincente ed una nuova motivazione che spinga la protagonista a rimettersi in fuga per scoprire nuove risposte a nuovi misteri.