La Casa di Carta Corea: uscita, trama, cast, maschera e trailer del remake su Netflix

Il professore e la banda sono tornati, ma questa volta in Corea: ecco il remake del successo spagnolo di Netflix

A dicembre 2021 abbiamo salutato la banda del Professore. Ma ora, siamo pronti a dare il benvenuto alla banda del… Professore: nessun refuso, semplicemente La Casa di Carta Corea è il remake molto atteso dell’omonima serie tv spagnola di Netflix, diventata uno dei titoli non in lingua inglese più visti di sempre della piattaforma. Si cambia continente e lingua, ma al centro c’è sempre una rapina pianificata fino all’ultimo dettaglio. Ma basterà per farla franca? Se sentite la mancanza di Tokyo & Co., proseguite nella lettura!

La Casa di Carta Corea, quando esce?

Netflix ha annunciato l’uscita della serie tv per venerdì 24 giugno 2022, quando sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è disponibile. Attenzione, però: Netflix ha deciso di suddividere la prima stagione in Parte 1 e Parte 2, quindi per vedere gli episodi finali dovremo aspettare.

La Casa di Carta Corea, la trama

© Jung Jaegu/Netflix

La serie tv è ambientata innanzitutto nel 2025 ed immagina un mondo in cui Corea del Nord e Corea del Sud hanno avviato un processo di unificazione che parte della creazione di una moneta unica.

Per coniarla, è stata creata un’area economica congiunta, dove si trova la nuova Zecca. Proprio qui un misterioso uomo che si fa chiamare il Professore (Yoo Ji-tae) ha deciso di effettuare un’incredibile rapina, che punta non a rubare i soldi all’interno dell’edificio, ma a stamparne in grossa quantità, per poi portarseli via.

Il Professore arruola una serie di criminali con varie abilità, che non sempre vanno d’accordo, ma capaci di resistere alle pressioni che un colpo del genere richiede. Mentre dall’esterno Seon Woo-jin (Kim Yun-jin), esperta di negoziazioni di ostaggi, cerca di liberare le persone che erano all’interno della Zecca nel momento dell’irruzione.

La Casa di Carta Corea, il cast

© Jung Jaegu/Netflix

Gran parte del cast principale della serie è composto da attori ed attrici che hanno già preso parte a numerosi film e serie tv in Patria, ma va evidenziata la presenza di due interpreti già noti a livello internazionale: Kim Yun-jin, diventata famosa per essere stata Sun in Lost, e Park Hae-soo, che in Squid Game è Cho Sang-woo.

Yoo Ji-tae: il Professore
Kim Yun-jin: Seon Woo-jin, esperta in negoziazioni
Jeon Jong-seo: Tokyo, una delle rapinatrici
Park Hae-soo: Berlino, uno dei rapintori
Lee Won-jong: Mosca, uno dei rapinatori
Kim Ji-hoon: Denver, uno dei rapinatori
Jang Yoon-ju: Nairobi, una delle rapinatrici
Kim Ji-hun: Helsinki, uno dei rapinatori
Lee Kyu-ho: Oslo, uno dei rapinatori
Kim Sung-oh: Capitano Cha Moo-hyuk, ex agente speciale
Park Myung-hoon: Cho Young-min, direttore della Zecca
Lee Joo-bin: Yoon Mi-seon, dipendente della Zecca che ha una relazione con il Direttore

La serie è stata scritta da Ryu Yong-jae, Kim Hwan-chae e Choe Sung-jun, mentre la regia è di Kim Hong-sun. A produrre BH Entertainment e Zium Content, Netflix è il distributore.

La Casa di Carta Corea, quanti episodi sono?

In tutto, gli episodi della prima stagione sono dodici, ciascuno della durata di circa un’ora. Netflix ha suddiviso la prima stagione in due parti, ciascuna composta da sei episodi.

La Casa di Carta Corea, la maschera

© Jung Jaegu/Netflix

Se nella versione spagnola i protagonisti indossano la maschera di Salvador Dalì (senza un significato particolare se non un riferimento al film “V per vendetta”), nel remake coreano i ladri -anch’essi con indosso l’ormai mitica tuta rossa- indossano la maschera che rappresenta gli Yangban, ovvero la più importante classe sociale coreana per quasi 600 anni (dal 1392 al 1910).

La parola Yangban significa “due classi”, dal momento che era formata sia da funzionari civili che militari. Gli Yangban avevano lo scopo di preservare la cultura tradizionale ed erano dediti in particolare alla letteratura ed all’arte.

Nelle danze in maschera, invece, lo Yangban rappresenta il personaggio che critica la società nobile, considerata corrotta, diventando quindi simbolo di ribellione. E proprio da qui parte l’idea dei protagonisti de La Casa di Carta Corea di indossare questa maschera.

La Casa di Carta Corea, il trailer

Ecco il trailer de La Casa di Carta Corea: