• Rai 2

Coliandro 8, l’assenza di Gargiulo ed il nuovo equilibrio con Lorusso

Giuseppe Soleri (nome d’arte di Giuseppe Saccà), ha scelto di seguire la carriera da produttore. Al posto suo, ecco la promozione per Francesco Zenzola

Se non fosse stato per la grappa alle rose, dell’Ispettore Capo Gargiulo, ne L’Ispettore Coliandro 8 su Raidue, non avremmo sentito neanche il nome. Se pensate che il suo interprete Giuseppe Soleri sia uscito di scene per le classiche “divergenze creative” con il cast e gli autori, pensate male. Niente di tutto questo.

L’assenza di Gargiulo dalle vicende che, anche in questa ottava stagione, ruotano intorno al protagonista a cui dà volto Giampaolo Morelli, è dovuta ad una scelta di tipo professionale da parte dello stesso Soleri, che all’anagrafe fa Giuseppe Saccà. E proprio come il padre Agostino, ha deciso di seguire la carriera del produttore.

Per qualche anno Soleri/Saccà ha affiancato entrambi gli impegni, recitando (ha fatto parte del cast de Il Commissario Nardone e della miniserie su Moana Pozzi) ed occupandosi di produzione con la Pepito Produzioni, fondata dal padre.

Poi, gli impegni produttivi sono diventati sempre più grossi, regalandogli anche non poche soddisfazioni: Giuseppe Saccà, insieme al padre, è stato infatti premiato con due Nastri d’Argento come Miglior Produttore per “Favolacce” ed “Hammamet”. Soddisfazioni che lo hanno però via via allontanato -come attore- dai set, compreso quello di Coliandro.

Giuseppe Saccà

Così, quando nel 2020 sono iniziate le riprese dell’ottava stagione, Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi hanno dovuto tagliare fuori il personaggio, concedendosi solo una breve citazione nell’episodio “Il Fantasma” (la grappa alle rose sopra citata è stata regalata a Coliandro proprio da Gargiulo).

La carriera da produttore di Saccà, intanto, prosegue: nel luglio 2021 è stato nominato Amministratore delegato di 302 Original Content, società di produzione di contenuti originali del gruppo internazionale Emg, prendendo il posto di Piero Crispino.

Gli “ultras” della serie avranno sicuramente notato che il vuoto lasciato da Gargiulo è stato in parte colmato con una promozione. Da quest’anno, infatti, prende più spazio il personaggio dell’agente Lorusso, interpretato da Francesco Zenzola dalla sesta stagione. Un giovane pugliese, un po’ timido ed a volte impacciato che, però, trovandosi al posto giusto nel momento giusto, attira l’attenzione dei suoi superiori, con buona pace ed una punta d’invidia di Coliandro.

Tra i due s’instaura un rapporto molto simile a quello che il protagonista aveva con Gargiulo, con Lorusso che sembra subire l’atteggiamento spaccone di Coliandro ma che, alla fine, riesce a portarsi a casa delle soddisfazioni. Un modo, da parte degli sceneggiatori, per ritrovare quell’equilibrio all’interno della serie che altrimenti rischiava di andare perso.

L'ispettore Coliandro

Quattro nuove sfide attendono l'ispettore più sconclusionato del piccolo schermo 💣📌 Appuntamento a mercoledì 22 settembre alle 21.20 su Rai2 con le nuove rocambolesche avventure de "L'ispettore Coliandro" 🎬

Posted by Rai2 on Monday, September 13, 2021

D’altra parte, non è una novità che nelle serie tv un personaggio uscito di scena sia sostituito da un altro: la stessa cosa avviene ne L’Ispettore Coliandro 8 dove, però, piuttosto che andare a prendere un nuovo membro da aggiungere al cast (la serie fa sempre molta attenzione ad inserire nuovi innesti: gli ultimi, la Buffarini e la Paffoni, risalgono alla quinta stagione) si è preferito ampliare lo spazio a chi c’era già.

Ed ecco che Lorusso potrebbe diventare il “nuovo” Gargiulo. E quello vecchio? Lucarelli e Rigosi stanno bene attenti a non rivelare troppo su dove sia finito (in realtà, non dicono proprio nulla), lasciando aperta una porta ad un suo possibile ritorno, magari -ci piace pensare- anche solo per una puntata, per un nuovo rifornimento di grappa al collega Coliandro.