Junior Eurovision Song Contest 2021, i conduttori italiani

In anteprima i conduttori italiani dello Junior Eurovision Song Contest 2021: a commentare su Rai Gulp il veterano Mario Acampa e la cantante Marta Viola.

Lo Junior Eurovision Song Contest 2021 che si terrà a Parigi il prossimo 19 dicembre ha i suoi conduttori. A guidare la versione Junior dell’ESC per  l’Italia ci saranno di sicuro Mario Acampa e Marta Viola, in onda in diretta su Rai Gulp a partire dalle 15.50 (e in streaming su RaiPlay).

Mario Acampa è un volto non certo nuovo per l’Eurovision Song Contest dedicato ai più piccoli: dal 2018, infatti, è il conduttore italiano dell’ESC e in fondo non stupisce vederlo all’opera anche il prossimo 19 dicembre, di certo per fare il tifo per Elisabetta Lizza, in gara con Specchio (Mirror on the Wall). Un volto familiare anche per il pubblico kid e teen dei canali tematici Rai, dal momento che è conduttore e autore de La Banda dei FuoriClasse, in onda su Rai Gulp e realizzato in collaborazione col Ministero dell’Istruzione. Con Acampa ci sarà Marta Viola, che ha rappresentato l’Italia allo Junior Eurovision Song Contest 2019 classificandosi settima con la canzone “La voce della Terra”.

Sono loro, quindi, i (primi) volti chiamati a commentare la diretta della 19esima edizione dello Junior Eurovision Song Contest, ma si preparano sorprese e aggiunte. Va detto che proprio l’ESC Junior ha testato per prima, lo scorso anno, la formula piu restrittiva dell’organizzazzione dell’evento, con i live-on-tape per i partecipanti e un pubblico virtuale: eravamo di nuovo in una recrudescenza del virus, e senza ancora il supporto dei vaccini, per cui la versione teen dell’ESC – aperto ai giovani cantanti dai 9 ai 14 anni – ha sperimentato la possibilità di andare in onda con una versione competitiva nonostante il Covid. Ricordiamo, infatti che l’ESC 2020, in pieno Lockdown, fu sostituito da una edizione celebrativa, non competitiva, denominata Europe – Shine a light.

Intanto si entra in clima ESC: la versione ‘senior’ di Maggio si terrà, come sappiamo, a Torino in virtù della vittoria dei Maneskin. C’è tempo, ma l’elettricità è già percepibile.