Felicissima sera con Pio e Amedeo torna su Canale 5, vediamo quando

Ecco dove sarebbe appoggiata al momento la seconda edizione dello spettacolo comico-musicale di Canale 5 condotto dalla coppia comica Pio e Amedeo

di Hit

E’ stato il programma rivelazione della passata stagione televisiva, per quel che riguarda l’intrattenimento comico. Ci riferiamo allo spettacolo comico-musicale Felicissima sera che, grazie anche ai sontuosi ospiti che lo hanno frequentato, Maria De Filippi in primis che ha gentilmente offerto la sua persona come razzo propulsore per combattere la forza di gravità terrestre e permettere al velivolo di lasciare l’atmosfera terrestre, ha ottenuto buoni indici di ascolto.

Ascolti in crescendo partendo dal 20% della prima per chiudere al 22% nella terza ed ultima emissione. Dunque fin da subito si è parlato di una conferma e quindi di un ritorno di questo spettacolo comico-musicale e cosi sarà. Pare anzi che secondo alcune indiscrezioni che circolano nelle ultime ore, il programma avrebbe già trovato una sua collocazione nel palinsesto prossimo venturo di Canale 5.

Secondo le indiscrezioni che abbiamo avuto modo di raccogliere la seconda edizione di Felicissima sera abbandonerebbe la serata del venerdì, che fu la collocazione dell’anno scorso e che per il prossimo anno Mediaset ha deciso di dedicare alle sue fiction, per planare nella serata del giovedì. In particolare la seconda edizione di Felicissima sera dovrebbe andare in onda nella collocazione del giovedì sera, al termine dell’edizione monstre, la numero sei, del Grande fratello vip, la cui finale dovrebbe essere collocata nella serata di lunedì 14 marzo.

Ecco dunque che la prima puntata di Felicissima sera 2 la vendetta, potrebbe andare in onda giovedì 17 marzo, sempre in prima serata, subito dopo Striscia la notizia, ovviamente su Canale 5. Felicissima sera poi quest’anno dovrebbe guadagnare una puntata rispetto alla sua prima serie. stando alle informazioni dell’ultimo minuto, la seconda serie dello show con Pio e Amedeo dovrebbe constare infatti di 4 emissioni rispetto alle tre prodotte nella scorsa primavera.