Le nomination agli Emmy Awards 2021: da The Crown e The Mandalorian a WandaVision, The Boys, Ted Lasso e La Regina degli Scacchi

Hbo ed Hbo Max dominano per numero di nomination, superando di un soffia Netflix, ma anche Disney+, la Nbc e Apple Tv+ non possono lamentarsi…

Scorrendo le serie tv presenti tra le nomination degli Emmy Awards 2021 (annunciate oggi, martedì 13 luglio 2021, da Ron Cephas Jones e Jasmine Cephas Jones, non si può certamente dire che ci sia varietà. I titoli che troviamo come candidati alla vittoria dei premi più prestigiosi per il settore televisivo figurano infatti più volte nelle varie categorie e, grazie ai propri cast, moltiplicano le probabilità di vittoria in alcune di esse.

Guardiamo i numeri: le serie tv più nominate (incluse le categorie tecniche) sono The Crown e The Mandalorian, entrambe con 24 candidature, seguite da WandaVision con 23, The Handmaid’s Tale con 21, Ted Lasso con 20, Lovecraft Country e La Regina degli Scacchi con 18 e Mare of Easttown con 16.

Ci sono, però, anche dei primati da segnalare: The Boys strappa la prima nomination come Miglior Drama, così come Cobra Kai come Miglior Comedy; Mj Rodriguez di Pose con la nomination a Miglior attrice Drama diventa la prima donna trans ad essere candidata in questa categoria; la piattaforma Peacock ottiene la sua prima nomination grazie al musical comedy Girl5Eva.

E poi le curiosità: Lovecraft Country ha sì ben 18 nomination, ma è anche stata cancellata dalla Hbo; tra le generaliste -che in tutto hanno ottenuto 96 candidature contro le 121 dell’anno scorso) compaiono solo la Nbc (con This Is Us e Kenan), la Abc (con l’immancabile Black-ish) e la Cbs (con Mom), ma non la Fox e The Cw; Jean Smart è in gara con due nomination ed altrettanti ruoli: uno per Hacks (Hbo Max) ed uno per Mare of Easttown (Hbo).

Infine, i numeri per network/piattaforma: la Hbo, unendo le proprie candidature a quelle di Hbo Max, arriva a ben 130, superando per un soffio Netflix, fermo a 129. Disney+, grazie a The Mandalorian e WandaVision (ma da notare che l’Academy ha snobbato The Falcon and The Winter Soldier…) raggiunge le 71 nomination; seguono la Nbc con 46 ed Apple Tv+ con 34 (merito soprattutto di Ted Lasso).

L’appuntamento con le premiazioni è per il 19 settembre, sulla Cbs, con la conduzione di Cedric the Entertainer, dal Microsoft Theater di Los Angeles: la cerimonia, dopo la versione virtuale dell’anno scorso, sarà in presenza, ma con un numero limitato di pubblico, composto dai nominati e dai loro ospiti. A seguire, tutte le nomination.

  • Miglior Serie Drama
  • The Boys (Amazon Prime Video)
    Bridgerton (Netflix)
    The Crown (Netflix)
    The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Lovecraft Country (Hbo)
    The Mandalorian (Disney+)
    Pose (Fx)
    This Is Us (Nbc)

  • Miglior Serie Comedy
  • Black-ish (Abc)
    Cobra Kai (Netflix)
    Emily in Paris (Netflix)
    The Flight Attendant (Hbo Max)
    Hacks (Hbo Max)
    Il Metodo Kominsky (Netflix)
    Pen15 (Hulu)
    Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior serie limitata o antologica
  • I may destroy you (Hbo)
    Mare of Easttown (Hbo)
    La Regina degli Scacchi (Netflix)
    La ferrovia sotterranea (Amazon Prime Video)
    WandaVision (Disney+)

  • Miglior film-tv
  • Natale in città con Dolly Parton (Netflix)
    Oslo (Hbo)
    Robin Roberts Presents: Mahalia (Lifetime)
    Sylvie’s Love (Amazon Prime Video)
    Zio Frank (Amazon Prime Video)

  • Miglior attore protagonista di una serie Drama
  • Regé-Jean Page, per il ruolo di Simon Basset in Bridgerton (Netflix)
    Josh O’Connor, per il ruolo del Principe Carlo in The Crown (Netflix)
    Jonathan Majors, per il ruolo di Atticus Freeman in Lovecraft Country (Hbo)
    Matthew Rhys, per il ruolo di Perry Mason in Perry Mason (Hbo)
    Billy Porter, per il ruolo di Pray Tell in Pose (Fx)
    Sterling K. Brown, per il ruolo di Randall Pearson in This Is Us (Nbc)

  • Miglior attrice protagonista di una serie Drama
  • Olivia Colman, per il ruolo della Regina Elisabetta in The Crown (Netflix)
    Emma Corrin, per il ruolo della Principessa Diana in The Crown (Netflix)
    Elisabeth Moss, per il ruolo di June in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Uzo Aduba, per il ruolo della Dr.sa Brooke Taylor in In Treatment (Hbo)
    Jurnee Smollett, per il ruolo di Letitia “Leti” Lewis in Lovecraft Country (Hbo)
    Mj Rodriguez, per il ruolo di Blanca Rodriguez in Pose (Fx)

  • Miglior attore protagonista di una serie Comedy
  • Anthony Anderson, per il ruolo di Andre “Dre” Johnson in Black-ish (Abc)
    Kenan Thompson, per il ruolo di Kenan Williams in Kenan (Nbc)
    Michael Douglas, per il ruolo di Sandy Kominsky ne Il Metodo Kominsky (Netflix)
    William H. Macy, per il ruolo di Frank Gallagher in Shamless (Showtime)
    Jason Sudeikis, per il ruolo di Ted Lasso in Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior attrice protagonista di una serie Comedy
  • Tracee Ellis Ross, per il ruolo di Rainbow Johnson in Black-ish (Abc)
    Kaley Cuoco, per il ruolo di Cassie Bowden ne L’Assistente di Volo (Hbo Max)
    Jean Smart, per il ruolo di Deborah Vance in Hacks (Hbo Max)
    Allison Janney, per il ruolo di Bonnie Plunkett in Mom (Cbs)
    Aidy Bryant, per il ruolo di Annie Easton in Shrill (Hulu)

  • Miglior attore protagonista di una serie limitata o antologica
  • Ewan McGregor, per il ruolo di Halston in Halston (Netflix)
    Lin-Manuel Miranda, per il ruolo di Alexander Hamilton in Hamilton (Disney+)
    Leslie Odom, Jr, per il ruolo di Aaron Burr in Hamilton (Disney+)
    Hugh Grant, per il ruolo di Jonathan Fraser in The Undoing-Le verità non dette (Hbo)
    Paul Bettany, per il ruolo di Visione in WandaVision (Disney+)

  • Miglior attrice protagonista di una serie limitata o antologica
  • Cynthia Erivo, per il ruolo di Aretha Franklin in Genius: Aretha (National Geographic)
    Michaela Coel, per il ruolo di Arabella in I may destroy you (Hbo)
    Kate Winslet, per il ruolo di Mare Sheeran in Mare of Easttown (Hbo)
    Anya Taylor-Joy, per il ruolo di Beth Harmon ne La Regina degli Scacchi (Netflix)
    Elizabeth Olsen, per il ruolo di Wanda Maximoff in WandaVision (Disney+)

  • Miglior attore non protagonista in una serie Drama
  • Tobias Menzies, per il ruolo del Principe Filippo in The Crown (Netflix)
    O-T Fagbenle, per il ruolo di Luke in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Max Minghella, per il ruolo del Comandante Nick Blaine in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Bradley Whitford, per il ruolo del Comandante Joseph Lawrence in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Michael K. Williams, per il ruolo di Montrose Freeman in Lovecraft Country (Hbo)
    Giancarlo Esposito, per il ruolo di Moff Gideon in The Mandalorian (Disney+)
    John Lithgow, per il ruolo di E.B. Jonathan in Perry Mason (Hbo)
    Chris Sullivan, per il ruolo di Toby Damon in This Is Us (Nbc)

  • Miglior attrice non protagonista in una serie Drama
  • Gillian Anderson, per il ruolo di Margaret Thatcher in The Crown (Netflix)
    Helena Bonham Carte, per il ruolo della Principessa Margherita in The Crown (Netflix)
    Emerald Fennell, per il ruolo di Camilla Parker Bowles in The Crown (Netflix)
    Madeline Brewer, per il ruolo di Janine in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Ann Dowd, per il ruolo di zia Lydia in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Yvonne Strahovski, per il ruolo di Serena Joy Waterford in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Samira Wiley, per il ruolo di Moira in The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Aunjanue Ellis, per il ruolo di Hippolyta Freeman in Lovecraft Country (Hbo)

  • Miglior attore non protagonista in una serie Comedy
  • Carl Clemons-Hopkins, per il ruolo di Marcus Vaughan in Hacks (Hbo Max)
    Paul Reiser, per il ruolo di Martin ne Il Metodo Kominsky (Netflix)
    Kenan Thompson, per vari personaggi in Saturday Night Live (Nbc)
    Bowen Yang, per vari personaggi in Saturday Night Live (Nbc)
    Brett Goldstein, per il ruolo di Roy Kent in Ted Lasso (Apple Tv+)
    Brendan Hunt, per il ruolo di Coach Beard in Ted Lasso (Apple Tv+)
    Nick Mohammed, per il ruolo di Nathan Shelley in Ted Lasso (Apple Tv+)
    Jeremy Swift, per il ruolo di Higgins in Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Migliore attrice non protagonista in una serie Comedy
  • Rosie Perez, per il ruolo di Megan Briscoe ne L’Assistente di Volo (Hbo Max)
    Hannah Einbinder, per il ruolo di Ava Daniels in Hacks (Hbo Max)
    Aidy Bryant, per vari personaggi in Saturday Night Live (Nbc)
    Kate McKinnon, per vari personaggi in Saturday Night Live (Nbc)
    Cecily Strong, per vari personaggi in Saturday Night Live (Nbc)
    Juno Temple, per il ruolo di Keeley Jones in Ted Lasso (Apple Tv+)
    Hannah Waddingham, per il ruolo di Rebecca Welton in Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior attore non protagonista in una serie limitata, antologica o film-tv
  • Daveed Diggs, per il ruolo di Marquis de Lafayette e Thomas Jefferson in Hamilton (Disney+)
    Jonathan Groff, per il ruolo del Re George in Hamilton (Disney+)
    Anthony Ramos, per il ruolo di John Laurens e Philip Hamilton in Hamilton (Disney+)
    Paapa Essiedu, per il ruolo di Kwame in I may destroy you (Hbo)
    Evan Peters, per il ruolo de detective Colin Zabel in Mare of Easttown (Hbo)
    Thomas Brodie-Sangste, per il ruolo di Benny Watts ne La Regina degli Scacchi (Netflix)

  • Migliore attrice non protagonista in una serie limitata, antologica o film-tv
  • Renée Elise Goldsberry, per il ruolo di Angelica Schuyler in Hamilton (Disney+)
    Phillipa Soo, per il ruolo di Eliza Schuyler in Hamilton (Disney+)
    Julianne Nicholson, per il ruolo di Lori Ross in Mare of Easttown (Hbo)
    Jean Smart, per il ruolo di Helen in Mare of Easttown (Hbo)
    Moses Ingram, per il ruolo di Jolene ne La Regina degli Scacchi (Netflix)
    Kathryn Hahn, per il ruolo di Agatha Harkness / Agnes la vicina rumorosa in WandaVision (Disney+)

  • Miglior sceneggiatura per una serie Drama
  • The Boys (Amazon Prime Video)
    The Crown (Netflix)
    The Handmaid’s Tale (Hulu)
    Lovecraft Country (Hbo)
    The Mandalorian (Disney+)
    Pose (Fx)

  • Miglior sceneggiatura per una serie Comedy
  • L’Assistente di Volo (Hbo Max)
    Girl5Eva (Peacock)
    Hacks (Hbo Max)
    Pen15 (Hulu)
    Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior sceneggiatura per una serie limitata, antologica o film-tv
  • I may destroy you (Hbo)
    Mare of Easttown (Hbo)
    La Regina degli Scacchi (Netflix)
    WandaVision (Disney+)

  • Miglior Competition Show
  • The Amazing Race (Cbs)
    Nailed It! (Netflix)
    Ru Paul’s Drag Race (Vh1)
    Top Chef (Bravo)
    The Voice (Nbc)

    Ultime notizie su Emmy Awards

    Tutto sugli Emmy Awards

    Tutto su Emmy Awards →