Eden – Un pianeta da salvare, l’agenda setting del futuro

Licia Colò non cambia di una virgola la formula del suo programma, che anticipa molti dei temi che saranno al centro del dibattito negli anni a venire

Probabilmente Urbano Cairo ha la tentazione di lasciare La7 accesa il più possibile. Si spiegano così alcune mosse di palinsesto alquanto originali, come L’aria di domenica di Myrta Merlino la domenica pomeriggio, il Capodanno con Propaganda Live il 31 dicembre e da ultimo Eden – Un pianeta da salvare con Licia Colò.

Quest’ultimo va in onda quindi nel prestigioso slot del sabato sera contro due corazzate: su Rai1 Affari tuoi – Viva gli sposi, su Canale 5 il temibilissimo C’è posta per te. La trasmissione di divulgazione ambientale di La7 stride dunque con l’atmosfera lustrini e paillettes del sabato sera (che non esiste più da tempo ormai), ma è l’ideale per chi vuole godere della visione di incantevoli paesaggi naturali.

Eden parte con questa nuova edizione dalle Grotte di Postumia, in Slovenia. La conduttrice appare come sempre in gran forma, vestita del suo sorriso smagliante ormai marchio di fabbrica delle sue trasmissioni. Colpisce soprattutto quando racconta che una stalagmite può morire anche con il solo tocco della mano, in quanto danneggiata dal grasso contenuto nella nostra epidermide. Grande risalto inoltre al problema dell’acqua potabile.

Per questioni legate alla pandemia Covid naturalmente la Colò non può spostarsi all’estero, dunque ha dovuto privilegiare il nostro Paese/ Buona parte della prima puntata è stata dedicata al Gargano, da un lato con le sue spiagge Bandiera blu, ma dall’altro con l’annoso problema delle microdiscariche abusive.

Tra inquinamento e questione dell’acqua in conclusione Eden si configura come un’agenda setting del futuro, ovvero un elenco dei punti all’ordine del giorno dei problemi di cui discuteremo in un futuro neanche troppo lontano.

Eden – Un pianeta da salvare, anticipazioni prima puntata 9 gennaio 2021

Eden – Un pianeta da salvare in onda stasera alle 21.15 su La7 è la dimostrazione che la rete di proprietà di Urbano Cairo non ha alcuna intenzione di restare a guardare gli altri. Anche se in onda in quello slot così prestigioso ci saranno Affari tuoi – Viva gli sposi e soprattutto C’è posta per te.

La nuova edizione, condotta come sempre da Licia Colò, dovrà fare i conti naturalmente con la situazione pandemica in corso, ergo difficilmente vedremo la divulgatrice ambientale nuovamente in Scandinavia, Africa o Australia. La Colò tuttavia partirà stasera proprio dall’estero, ma molto più da vicino a noi e precisamente in Slovenia. Avremo l’occasione di ammirare le Grotte di Postumia.

La visione di stalattiti e stalagmiti in terra slava sarà in realtà l’occasione per affrontare un tema che diventerà centrale nei prossimi decenni, ovvero la disponibilità dell’acqua potabile.

Nel corso della prima puntata di Eden – Un pianeta da salvare ci si sposterà successivamente anche nel Gargano, soprannominato “lo sperone d’Italia“. Qui in Puglia, se da un lato avremo modo di conoscere diverse spiagge Bandiera Blu, il rovescio della medaglia ci farà vedere lo spinoso tema delle microdiscariche abusive.

Del programma andranno in onda otto puntate, mentre si sta pensando anche a due speciali. Nel corso di questa edizione si parlerà anche di investimenti green, dell’importanza del chilometro zero e di alcune scoperte scientifiche. La conduttrice è attualmente in onda anche la domenica con Il mondo insieme, trasmesso su Tv2000, la televisione della Conferenza Episcopale Italiana.

La Colò ha dichiarato tuttavia che nonostante la pandemia il 2020 non sia stato un anno completamente da buttare, come riportato da Ansa:

“Qualcosa di buono, però, la pandemia ce l’ha portato, come lo smartworking. Pensate a quante riunioni si sono tenute on line e non di persona, abbattendo viaggi, inquinamento aereo, consumo di energie e materiali. Dimostrando che un uso intelligente delle tecnologie può essere di grande aiuto”.

Foto: account Instagram Licia Colò